100mila sterline al design italiano di IDA, la startup milanese crescerà a Londra

i2i, compagnia controllata del gruppo The Family Officer con sede a Londra, ha deciso di investire nella società di Francesco Santilli, Federico Baldelli e Dario Martelli

IDA Italian Design Agency, dopo il lancio dello scorsa primavera della piattaforma che esporta il design made in Italy, può festeggiare un grande traguardo, avendo ottenuto un fondo di 100 mila sterline dalla società di Venture Capital i2i.

i2i è una compagnia controllata del gruppo The Family Officer con sede a Londra (e una ventina di uffici in tutto il mondo) che ha deciso di investire nella società di Francesco Santilli, Federico Baldelli e Dario Martelli.

IDA

Una scelta naturale dal momento che i2i, con il suo Ceo Matteo Cerri, investe in progetti legati al made in Italy con lo scopo di aumentare la presenza italiana nel mondo degli affari a Londra e dare sostegno ai progetti più brillanti creati nella City da italiani.

Il sito di IDA è suddiviso in sezioni: visual, fashion, interior e industrial design.
Il focus ora è lavorare su diversi fronti per presidiare al meglio ciò che ha a cuore: la promozione del Design Made in Italy.

Tra le novità più importanti vi è sicuramente la collaborazione con MISIAD – Milano si autoproduce Design con la quale IDA organizzerà la mostra Riflessioni nel Palazzo SIAM Arti e Mestieri nel cuore di Milano in occasione della Milan Design Week 2016. Un modo per promuovere I designers IDA e lavorare sul brand identity.

A ottobre IDA sarà media partner del LEAF 2016 a Londra, evento importante che raccoglie tutti i principali supplier e buyers del mondo.

Focus della prossima primavera sarà anche quello di lavorare su un attività di temporary show room da fornire ai designers nella città di Londra come servizio di promozione fisica oltre che ditigital grazie al sito.

Per maggiori informazioni su IDA cliccare qui.

Qual è la miglior serie tv sulle startup? Risponde Upday, l’app per le digital news. | VIDEO

Da “L’isola del tesoro” di Stevenson, alle gradi opportunità che offre Lisbona. L’app per digital news di Axel Springer punta forte sul mobile journalism e sulla qualità del proprio prodotto editoriale

Il motore di ricerca della moda cresce e aggiunge altre città | Papèm

La startup, guidata da Alberto Lo Bue e Carlo Alberto Lipari, dopo aver ricevuto il premio Endeavor ai MYllennium awards, ha annunciato che l’espansione non si fermerà fino a quando Papèm non sarà presente in ogni angolo di tutte le città

Petit Pli, gli abiti progettati per crescere insieme ai bambini

Petit Pli è una tuta sportiva neutra e impermeabile il cui tessuto si allunga e si adatta perfettamente a bambini dai 6 mesi ai 3 anni. In questo modo i genitori non saranno costretti a comprare di continuo vestiti per i loro figli in crescita

Efficienza energetica in edilizia. La call di Klimahouse Startup Award

C’è tempo fino al 20 novembre per partecipare alla seconda edizione della call per startup europee attive nell’ambito delle tecnologie legate allo smart building, allo smart living e alla smart city che mettano al centro del proprio operato la sintonia tra uomo e natura

Prodotti tech certificati in base alla (cyber) sicurezza | La proposta di Andrus Ansip

Il vicepresidente della Commissione europea pensa ad una rete di uffici di cybersecurity diffusi in tutti gli Stati dell’Unione, incentrati sulla certificazione delle misure di sicurezza informatica attuate dai prodotti