100mila sterline al design italiano di IDA, la startup milanese crescerà a Londra

i2i, compagnia controllata del gruppo The Family Officer con sede a Londra, ha deciso di investire nella società di Francesco Santilli, Federico Baldelli e Dario Martelli

IDA Italian Design Agency, dopo il lancio dello scorsa primavera della piattaforma che esporta il design made in Italy, può festeggiare un grande traguardo, avendo ottenuto un fondo di 100 mila sterline dalla società di Venture Capital i2i.

i2i è una compagnia controllata del gruppo The Family Officer con sede a Londra (e una ventina di uffici in tutto il mondo) che ha deciso di investire nella società di Francesco Santilli, Federico Baldelli e Dario Martelli.

IDA

Una scelta naturale dal momento che i2i, con il suo Ceo Matteo Cerri, investe in progetti legati al made in Italy con lo scopo di aumentare la presenza italiana nel mondo degli affari a Londra e dare sostegno ai progetti più brillanti creati nella City da italiani.

Il sito di IDA è suddiviso in sezioni: visual, fashion, interior e industrial design.
Il focus ora è lavorare su diversi fronti per presidiare al meglio ciò che ha a cuore: la promozione del Design Made in Italy.

Tra le novità più importanti vi è sicuramente la collaborazione con MISIAD – Milano si autoproduce Design con la quale IDA organizzerà la mostra Riflessioni nel Palazzo SIAM Arti e Mestieri nel cuore di Milano in occasione della Milan Design Week 2016. Un modo per promuovere I designers IDA e lavorare sul brand identity.

A ottobre IDA sarà media partner del LEAF 2016 a Londra, evento importante che raccoglie tutti i principali supplier e buyers del mondo.

Focus della prossima primavera sarà anche quello di lavorare su un attività di temporary show room da fornire ai designers nella città di Londra come servizio di promozione fisica oltre che ditigital grazie al sito.

Per maggiori informazioni su IDA cliccare qui.

Dai banchi di scuola al pitch. I finalisti del progetto “A Scuola di Startup” a DigithON 2017

Il progetto realizzato da AuLab ha coinvolto per il terzo anno consecutivo studenti delle scuole secondarie superiori. Il team vincitore sarà premiato dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Bari e Bat. Abbiamo intervistato Davide Neve, CEO di AuLab

Il food italiano parte alla conquista della Cina con la startup Ventuno

Le sorelle Di Franco hanno inventato un modo per presentare l’italian food all’estero: eleganti box a tema regionale con prodotti locali. E ora la piattaforma sarà una delle dieci finaliste dell’Italian Scaleup Initiative in China

Imparare a guidare con la realtà virtuale e aumentata. Il progetto di Guida e Vai

Salvatore Ambrosino, cofondatore e direttore commerciale di Guida e Vai, ha ideato un nuovo sistema di insegnamento per preparare all’esame di teoria le nuove generazioni. I ragazzi potranno simulare con smartphone e visore le situazioni che potrebbero incontrare su strada

Hephaestus Venture, il fondo che porta le startup italiane in Brasile

Il fondo ha la missione di supportare le startup nei processi di internazionalizzazione verso il Brasile, un mercato emergente e in forte crescita, se si pensa che il 57.4% dei finanziamenti in America Latina si concentra in questo Paese.

Cyber-Diplomacy | Che cos’è e qual è il ruolo dell’Italia (nel G7)

Le relazioni internazionali sono chiamate ad avere un ruolo specializzato al Cyber Spazio e devono agire al suo interno per supportare il complesso di accordi e regole di carattere internazionale oggi ancora incompleto in proposito