Reale Mutua dà fino a 10mila euro a startup a vocazione sociale, qui per partecipare

Iscrizioni entro il 30 aprile 2016

Si sono aperte ieri le iscrizioni alla prima edizione del concorso Welfare Together, promosso da Reale Mutua per supportare la nascita e lo sviluppo di nuove imprese che hanno la finalità sociale di trovare soluzioni nel mondo della non autosufficienza. In palio, al miglior progetto, un contributo di 10.000 euro per l’avviamento dell’attività imprenditoriale, oltre a servizi di incubazione professionale e affiancamento manageriale per un valore di 20.000 euro. Il concorso è nazionale, gratuito e aperto a cittadini italiani e stranieri maggiorenni e a imprese già costituite ed operanti da non oltre 12 mesi.

I principi di mutualità e cooperazione verso i propri Soci, la collettività e il territorio caratterizzano da sempre l’operato di Reale Mutua che, con Welfare Together, continua a svolgere la propria funzione sociale, in un contesto economico in cui le risposte tradizionali ai bisogni di welfare dei cittadini non bastano più, con crescente necessità di avviare soluzioni di welfare privato.

welfaretogether_ Reale Mutua

L’iniziativa si inserisce in un percorso duplice che, da un lato, supporta la società civile nella generazione di idee imprenditoriali con risposte innovative ai bisogni della non autosufficienza, dall’altro, persegue la strada dell’open innovation, dialogando con quelle realtà che operano nel tessuto sociale e ne conoscono a fondo le dinamiche, per lo sviluppo di un’offerta assicurativa sempre più rispondente alle reali esigenze di benessere dei cittadini.

«Welfare Together – ha evidenziato Marco Mazzucco, Responsabile Comunicazione Marketing e Brand di Gruppo di Reale Group – nasce dalla volontà della Compagnia di favorire e sviluppare la “condivisione” e la “compartecipazione” al servizio dello sviluppo e l’accrescimento del benessere non solo dei nostri Soci, ma di tutta la società. Un obiettivo ambizioso e quanto mai attuale nell’era della sharing society e da sempre congiunto ai principi propri della mutualità, nel DNA non solo di Reale Mutua ma di tutto il Gruppo.».

«Il concorso è rivolto alle startup sociali e ai giovani neoimprenditori sociali, con l’obiettivo di raccogliere, dalla società civile, idee imprenditoriali che possano avere un impatto reale e positivo per l’ambiente e la collettività̀ – ha dichiarato Anna Deambrosis, Responsabile Area Welfare di Reale Group – Siamo pienamente consapevoli dell’estrema complessità, varietà e delicatezza del tema che ci apprestiamo ad affrontare: per questo motivo abbiamo già avviato confronti con operatori del Terzo Settore e vogliamo adesso, attraverso il concorso, aprirci anche a soluzioni e idee provenienti dal mondo imprenditoriale e dalla società civile».

Il concorso Welfare Together prevede le seguenti fasi

– 1° marzo 2016 – 30 aprile 2016: call for ideas, durante la quale ciascun candidato potrà proporre la propria idea imprenditoriale;

– 1° maggio 2016 – 1° giugno 2016: valutazione e selezione dei tre migliori progetti a cura di un apposito Comitato;

– 2 giugno 2016 – 31 luglio 2016: tutorship dei tre progetti finalisti, con il supporto di uno staff di professionisti per la realizzazione di un business plan operativo e per la preparazione della presentazione conclusiva;

– settembre 2016: premiazione finale del progetto vincitore del concorso. Il miglior progetto sarà promosso con un supporto finanziario e manageriale, finalizzato alla costituzione di una vera e propria “impresa a finalità sociale”.

Per partecipare al concorso, ogni Capo Progetto può candidare la propria idea attraverso il sito welfaretogether.realemutua.it e caricare la documentazione richiesta, previa visione del Regolamento. Iscrizioni entro il 30 aprile 2016.

Il “ricatto” cinese che ha fatto crollare bitcoin di 100 dollari in 1 minuto, spiegato

Bitcoin era tornato sopra i mille dollari e in un minuto è sceso di 100. Per colpa dei cinesi e, soprattutto, di un paradosso: i governi non possono controllare bitcoin ma possono, con le loro scelte, influenzarne l’andamento. Abbiamo cercato di capire il perché con il founder di Euklid, Antonio Simeone

Questa app sviluppata da Prospeh (H-Farm) ti dice da dove viene il cibo. OriginTrail

Prospeh è una startup di origini slovene ha sviluppato un’applicazione che mostra le informazioni sulla provenienza dei prodotti alimentari. Fa parte della seconda edizione del Food Accelerator, il programma di H-Farm

Il futuro di Internet non è nella fibra. Così Elon Musk ci farà connettere dallo spazio

Mentre Facebook ci prova con i droni, Space X vuole lanciare in orbita più di 4mila satelliti per portare internet ovunque. L’impresa è titanica se si pensa che ad oggi ci sono solo 24 satelliti nello spazio per il GPS e che le aziende che ci hanno provato prima hanno fallito

F-Secure compra la (ex) startup italiana fondata dall’hacker Andrea Barisani

Exit per la startup di sicurezza informatica di Trieste, comprata dal gruppo del colosso finlandese degli antivirus. Con l’ingresso nel gruppo, Barisani diventa nuovo capo della Sicurezza hardware di F-Secure