L’Italia è la 15° nazione al mondo per numero di exit (ecco le 13 dello scorso anno)

CB Insight ha contato il numero di exit, paese per paese. Ecco la classifica dei paesi, dagli Stati Uniti all’Egitto. L’Italia con le sue exit è nella parte alta della classifica

L’Italia è la 15nazione al mondo per numero di exit nel 2015. E fa strano vederla in questa classifica di CBInsight superare in classifica paesi che forse non ci aspetteremmo come l’Irlanda, la Norvegia, la Finlandia. La classifica fatta dalla società di consulenza americana è quantitativa, quindi non riporta né contempla il controvalore economico delle operazioni. Al primo posto, un po’ scontata, la posizione degli USA, seguiti da 13 stati europei fino all’Italia, con Singapore e Israele a fare eccezione. Nella top 15 quindi 12 sono nazioni europee. Che è indice di un’ecosistema per lo meno vivace.

Geo_country.exits_2015

 

 

Da quanto abbiamo registrato lo scorso anno, in Italia abbiamo avuto 13 exit. Eccole

1. GR renewable
2. Dotavtv
3. Discipline.eu
4. Retopolis
5
. The Fork
6
. Map2App
7
. Pizzabo
8
. Clicca e Mangia
9
. Deliverex
1
0. Pop.it
1
1 Nuvò H-Farm
1
2 Pazienti.it
13. Bluewago

Ti potrebbe interessare anche

10 IPO di startup nel 2015 che non possiamo non ricordarci (e le più attese del 2016)

4 miliardi di dollari. Ammonta a questa cifra il totale delle tech Ipo del 2015. Ecco quelle che sarebbe bene ricordare per capire qualche trend di mercato

10 film che non parlano di startup ma che uno startupper dovrebbe vedere

The Social Network è immancabile, ma questi dieci film secondo noi hanno un messaggio su cui ragionare, anche quando si fa startup

12 domande per capire cosa vuol dire fare impresa per Jack Dorsey (sì, la mente di Twitter)

Qualche giorno fa Jack Dorsey ha concesso una live chat alla community di Product Hunt nella quale ha parlato di passato, futuro, ispirazione e ha dato numerosi consigli. Ne è uscita un’intervista da manuale

13 cose che cercano nelle startup 13 dei più importanti investitori americani

Il live blog di Product Hunt ha ospitato, negli ultimi mesi, interviste a diversi investitori internazionali: ecco una sintesi utile di cosa ne è uscito

Arriva dal vino la pelle naturale che non sfrutta gli animali

WineLeather è vegetale al cento per cento ed è ricavata dalla vinaccia. L’idea sviluppata da Gianpiero Tessitore e Francesco Merlino rappresenta un’occasione di rilancio per il settore conciario italiano all’insegna della sostenibilità e del cruelty-free

Più bike sharing, meno stazioni di parcheggio. Shike, il progetto di MugStudio (SocialFare)

Andrea Tommei e Andrea Cantore hanno sviluppato un progetto di bike sharing innovativo, che permette ai cittadini di non servirsi delle classiche stazioni. Shike è tra le 5 aziende selezionate per Foundamenta#3, il programma di accelerazione per startup a impatto sociale