Questa startup trasforma i defunti in alberi. Sul serio

Bios Incube è una startup spagnola che sta provando a lanciarsi in un mercato molto particolare. Di quelli rischiosissimi, ma che non incontrano mai crisi

Bios Incube è una startup che ha creato un device che trasformano i corpi dei defunti in una pianta. In un albero, per la precisione. Al TNW pitch competition ha colpito l’attenzione degli investitori, incuriositi dalle slide e dalle foto. Ma soprattutto chi su Kickstarter a Bios Incube ha dato finora 40mila euro. Il team è basato a Barcellona e ha creato un sistema che trasforma le ceneri post cremazioni in nutrienti per le piante. Lo schema qui sotto chiarisce meglio il funzionamento delle parole.

6fd23e07930690fdab047c65593aac38_original

Qui la campagna su Kickstarter che sta cercando di lanciare il progetto di Bios Incube. Leggendo quello che c’è scritto è possibile scegliere il tipo di albero, aggiungere della terra e innaffiare. Un sensore sulla parte superiore del vaso e lui fa il resto. Dà la possibilità di monitorare le fasi della crescita dell’albero da smartphone. L’idea, dicono i founder, è tagliata per le persone che vivono in città e hanno la possibilità di piantare un albero in un luogo pubblico.

0f4245e19921e69368b724cf6d090a10_original

Il sensore sulla cima misura il terreno, la qualità dei nutrienti presenti, la temperatura, l’umidità. Calcolato tutto questo lui distribuisce l’acqua presente dando il giusto apporto di nutrienti all’albero. Ogni 20 giorni si dovrà ricaricare.

74e8d9079e8010f77f65d09eb388c9d8_original

Twitter è in vendita. Google è in pole tra i 10 acquirenti possibili

Secondo indiscrezioni rilanciate dalla Cnbc, Twitter sarebbe ad un passo dalla vendita. Tra i possibili acquirenti Google e Salesforce. Il dossier, scrive il Financial Times, è stato affidato a Goldman Sachs.

I tassi di interesse negativi delle banche, spiegati

Che senso ha mettere soldi in banca con la certezza che varranno di meno? Figuriamoci se è la Bce a chiedere alle banche di farlo. Coi loro soldi. Eppure un senso ce l’hanno, questi tassi d’interesse a margine negativo. Vi spieghiamo perché

Gioia e cibo a cielo e (cuore) aperto. Vi racconto il mio Salone del Gusto

È la prima edizione che si svolge a cielo aperto e senza biglietto d’ingresso. In tutta Torino. Con sapori, sorrisi ed eccellenze enogastronomiche da tutto il mondo. Ma soprattutto è la possibilità di scacciare via la paura e capire quanto è bello, insieme, voler bene alla Terra.

Toronto, la città multiculturale che consuma poco e innova tanto

Sistemi per il controllo dei consumi nelle case, produzione di energia dal gas ricavato dai rifiuti, stampa in 3D alla portata di tutti: la capitale economica del Canada entra così a pieno titolo tra le smart city più importanti del mondo