Ecco le 50 scale-up migliori d’Europa, spuntano per la prima volta due italiane

Tech Tour pubblica il rapporto annuale sulle scale up europee, per la prima volta spuntano i nomi di due aziende italiane, due romane: Translated e Octo Telematics.

Tech Tour Growth 50 ha scelto le cinquanta startup europee che sono cresciute di più negli ultimi dieci anni. E c’è una sorpresa che riguarda anche l’Italia che per la prima volta vede premiate due realtà consolidate italiane della digital economy. Translated e Octo Telematics. La prima è un’agenzia di traduzioni creata a Roma da Marco Trombetti nel 1999, la seconda un’azienda specializzata in “insurance telematics”, ossia nella fornitura di ‘scatole nere’ per monitorare le prestazioni di autoveicoli, a scopo assicurativo, fondata nel 2002 da Fabio Sbianchi.

Screen Shot 2016-03-17 at 13.46.11

Più che di startup, chiariamo subito, si parla in questo caso di scale-up, dato che si parla di aziende con un fattura superiore ai dieci milioni di euro.  Rispetto al 2015, ci sono alcune novità, non solo fra i nomi presenti, ma anche per quanto riguarda i criteri di selezione, improntati a maggiore flessibilità. Come sottolinea Jean-Michel Deligny, della banca di investimento Silverpeak, che assieme al think-tank svizzero TechTour ha stilato la lista, quest’anno i selezionatori hanno cercato di combinare “il rigore quantitativo dell’utilizzo di molteplici fonti per quanto concerne valutazione, crescita nelle vendite e finanziamenti, con l’analisi qualitativa di un comitato di investitori e consulenti”. Sono stati, di proposito, esclusi a priori i cosiddetti “unicorni europei”, e si è prestato più attenzione al grado di innovazione, al pedigree delle società, e ai premi vinti.

Il risultato è la maggiore uniformità geografica, unita alla più spiccata varietà di settori in cui le società finaliste (scelte da una rosa iniziale di 151 nomi), operano. E si traduce anche nel fatto che, per la prima volta, figurano nell’elenco anche due startup italiane, Translated e Octo Telematics (specializzata in “insurance telematics”, ossia nella fornitura di ‘scatole nere’ per monitorare le prestazioni di autoveicoli, a scopo assicurativo).

I nuovi settori, spunta Blockchain

Piuttosto nota la prima, meno reclamizzata la seconda, entrambe però in rapida ascesa. Fra gli altri nomi nuovi, WeTransfer, Secret Escapes, Deliveroo, Babbel, Blockchain, DataSift sono già piuttosto noti fra gli addetti ai lavori e non solo, e si collocano accanto a stelle in ascesa, come Improbable e Feedzai. Confermanola forte crescita registrata nel 2015, fra gli altri, WorldRemit, SoundCloud, Alfresco, Scytl.

Le 50 scale up europee scelte da Tech Tour nel 2015

Cambia un po’ anche la composizione per settori: se un anno orsono, quasi metà delle startup prescelte operava nel settore dell’e-commerce B2c, quest’anno la fa da padrone il Software as a Service, mentre cresce il peso di Fintech, Internet of Things e Security, seguite da Big Data e CleanTech.

Tech Tour è stata fondata a Ginevra nel 1998 è un’associazione nata con il crescente interesse per la digital economy in Europa. Monitora le aziende che crescono di più nel vecchio continente, ed è al momento l’agenzia meglio qualificata nell’analisi dei business in crescita.

Le due scaleup italiane

Translated

Translated

Translated è un’agenzia di traduzioni online fondata da Marco Trombetti e Isabelle Andrieu nel 1999. Ha sede nel quartiere Eur della Capitale. Trombetti, 39 anni, di formazione è un fisico. Ha creato la sua azienda per migliorare con la tecnologia la qualità delle traduzioni riducendo tempi e costi. Oggi cresce il 30 percento l’anno e ha un fatturato di circa 10 milioni l’anno. Vanta circa 100 mila traduttori madrelingua tra i propri collaborati e circa 50 mila clienti tra cui Google, la stessa Commissione europea, Enel e Ibm. Il 27 agosto l’UE l’aveva premiata come una delle 10 PMI più innovative d’Europa.

Octo Telematics

Octo-Telematics-Simulatore-di-Guida-3

Fondata nel 2002 da Fabio Sbianchi è stata ribattezzata la «scatola nera» per automobili e moto. Un apparecchio grande come un pacchetto di sigarette che ha permesso alle compagnie di monitorare i sinistri degli assicurati. Che vuol dire sostanziosi risparmi ai gruppi assicurativi. Oggi con questa tecnologia, di cui detiene il brevetto e con il 45% del mercato mondiale , Octo ha 3 milioni e mezzo di clienti in svariati paesi del mondo: dalla Cina fino al Regno Unito e poi in India, Brasile ma soprattutto negli Stati Uniti dove la tecnologia italiana è stata adottata da 7 compagnie Usa.

Federico Guerrini
@fedeguerrini
Arcangelo Rociola
@arcamasilum

L’elenco delle 50 Scale-up più promettenti eruopee

Screen Shot 2016-03-17 at 13.46.25

Ti potrebbe interessare anche

Endeavor apre in Italia, che entra nel mirino del venture internazionale

La società di impact investing Endeavor, tra le più quotate al mondo, arriva in Italia e nomina Raffaele Mauro come managing director italiano. Perché può essere davvero una leva importante per l’ecosistema

Ecco la proposta di legge sulla Sharing Economy, riassunta in 5 punti chiave

Siti e app dovranno dotarsi di un documento di policy e iscriversi ad un registro. L’Autorità per la concorrenza vigilerà pr tutelare i consumatori. Aliquota fissa al 10%. La proposta di legge in punti chiave

Cannavale (Lastminute): «Perché Shark Tank è l’emblema dello stato delle startup in Italia»

Intervista a al ceo di Lastminute che racconta delle difficoltà lato venture e startup. E racconta della fortunata serie televisiva come un esempio di quanta confusione e polemica inutile ci sia nel mondo delle startup

Il ministero dello Sviluppo invia una lettera alle startup: 3 mosse per facilitare investimenti

Il ministero dello Sviluppo economico ha inviato una lettera alle startup per sintetizzare le misure previste nell’estensione del decreto per il 2016. Eccola.

Le grotte della Sardegna dove si allenano gli astronauti del futuro. Il progetto CAVES

C’è un luogo, in Sardegna, dove ogni anno gli astronauti si allenano per prepararsi alle missioni nello spazio. Due settimane, d’estate, per testare le proprie capacità nelle profondità di grotte e anfratti naturali. Il progetto CAVES.