Mukako chiude un seed round da 500 mila euro e il fatturato va a 126 mila euro

Le risorse raccolte serviranno ad accelerare la crescita di Mukako.com, ampliare il catalogo di prodotti offerti e rafforzare gli investimenti in marketing.

Mukako.com ha chiuso un seed round da 500,000 euro tramite l’emissione di strumenti finanziari partecipativi.

Il round è stato finanziato da soli business angels, tra cui investitori italiani all’estero, da Lugano a Londra, a Houston. Al round ha partecipato anche Focus Futuro, una piattaforma innovativa di investimento che raccoglie tra i suoi associati vari investitori privati.

Le risorse raccolte serviranno ad accelerare la crescita di Mukako.com, ampliare il catalogo di prodotti offerti e rafforzare gli investimenti in marketing.

Mukako

Mukako.com è un e-commerce specializzato sul settore prima infanzia e nasce dall’esperienza consolidata di due manager che hanno contribuito al lancio e al successo di siti come Privalia.com e Groupalia.com, sia in Italia che all’estero.

Martina Cusano, ex General Manager di Groupalia Italia, ed Elisa Tattoni, ex CFO di Privalia Italia e Brasile, vantano 13 anni di esperienza maturata in realtà di e-commerce ed hanno contribuito al lancio e alla crescita di tre startup di successo, raggiungendo complessivamente un fatturato di oltre 200 milioni di euro all’anno.

Mukako.com, che ha avviato le vendite a luglio 2015, è cresciuta in maniera esponenziale durante i primi 6 mesi di attività, chiudendo il 2015 con un fatturato di 126,000 euro. Fino ad oggi la società era autofinanziata.

L’obiettivo di Mukako.com è diventare un punto di riferimento per i neogenitori, offrendo oltre ad un catalogo dei migliori prodotti per la prima infanzia anche tutta una serie di servizi addizionali di guida e supporto al cliente.
Un esempio di servizio aggiuntivo è l’innovativo modello ad abbonamento che Mukako.com offre per l’acquisto di pannolini. Grazie ad un algoritmo proprietario di calcolo della taglia e delle quantità, il neogenitore può dimenticarsi una volta per tutte dell’acquisto dei pannolini e affidarsi ad un sistema efficiente per non rimanere mai senza.

Martina Cusano, Ceo e co-founder di Mukako.com ha dichiarato «La raccolta di questo round di finanziamento ci ha dato ancora maggiore fiducia sullo sviluppo del nostro business. Siamo riuscite a coinvolgere in solo un paio di mesi molti investitori privati, e il tutto durante l’ultimo mese di gravidanza e il primo mese post-parto della mia socia Elisa».

«Il settore della prima infanzia ha un potenziale enorme e finora online non è stato ben presidiato. Crediamo che ci sia molto da offrire al cliente al di là del semplice prodotto e vogliamo costruire il nostro valore aggiunto con un livello di servizio incomparabile» aggiunge Elisa Tattoni, Coo e co-founder.

Paolo Vacchino, Partner di Focus Futuro, dichiara: «Martina ed Elisa sono due imprenditrici con capacità molto consolidate: stanno formando un team fortissimo che opera su un mercato ancora da sviluppare. Abbiamo molta fiducia su questo progetto».

Creabilis (Ivrea/Kent) venduta per 150 milioni al colosso americano Sienna Biopharmaceuticals

La startup ha sede nel Kent (contea UK) ma il processo di ricerca e di sviluppo del prodotto è tutto made in Italy. Ha sviluppato un sistema in grado di localizzare l’effetto dei farmaci dermatologici a livello della pelle

Il rino-robot per proteggere i rinoceronti dal bracconaggio. Ramakera

Ramakera è un robot con le sembianze di un rinoceronte, in grado di monitorare e proteggere il gruppo di animali in cui si trova. Una possibile misura contro il bracconaggio che, a causa dei corni, sta spingendo questo animale verso una rapida estinzione.

Tecnologia e hardware, com’è stato il 2016 degli investimenti e dove vanno le big. Il report

La tecnologia primeggia nelle operazioni M&A per il secondo anno consecutivo e raggiunge la vetta nelle fusioni e acquisizioni a livello globale per la seconda volta dal 2000. Le innovazioni in realtà aumentata, realtà virtuale e l’Internet delle Cose (IoT) i settori nel mirino degli investitori nell’hardware

A colloquio con la spia che adesso protegge le aziende. Intervista a Dave Palmer (Darktrace)

L’azienda ha sviluppato un approccio alla cyber-defense che mima il comportamento del sistema immunitario umano di fronte alle minacce virali. Il suo CTO, Dave Palmer, ha lavorato con il MI5