59 idee di startup che nessuno ha ancora avuto (in un’infografica)

Un’infografica di Visual Capitalism ha racconta quali idee di startup non sono ancora state avute da nessuno. Ma forse un motivo c’è. Post semiserio.

«Abbiamo l’Airbnb per, abbiamo inventato Uber per…». Quante volte abbiamo sentito dire da founder di startup che hanno inventato un servizio che replica le soluzioni delle billion company americane per altri settori? E’ un classico. Visual Capitalism è divertita a fare uno schema con le soluzioni che ancora mancano una serie di settori. Il post è molto ironico e ovviamente prende in giro i trend della digital economy. L’idea è semplice: prendere le startup che spesso vengono usate a modello di impresa scalabile (Uber, Airbnb, BirchBox e Tinder) e applicarla a vari campi. Dagli animali, ai droni, dall’erba ai gamers. Perché se a nessuno di voi è venuto ancora in mente di creare l’Airbnb dell’intimo, o l’Uber per i campeggiatori, un motivo ci sarà. O forse no. Qui la lista intanto.

is-your-startup-idea-taken (1)

Chi c’è e di cosa si parla al Data Driven Innovation a Roma

24 e 25 febbraio il Dipartimento di Ingegneria dell’Università Roma Tre ospita la seconda edizione dell’appuntamento dedicato alla data driven innovation. Fra gli speaker Raffaele Lillo (Italian Digital Transformation Team) che interviene sul tema Digital Transformation of the Italian Government

«Più sei popolare su Facebook più ti facciamo risparmiare su quello che compri»

Il potere degli influencer applicato all’eCommerce: fare un post su Facebook dicendo cosa compri può valere dai 5 ai 10 euro. E’ l’algoritmo della startup italiana Worldz. Dopo il round da 150K abbiamo intervistato il founder e Ceo, Joshua Priore

Parte Renew the book per accelerare le migliori startup editoriali

Algoritmi o community online? Chi sceglierà i libri che leggeremo domani? Abbiamo chiesto a Tomaso Greco di bookabook di raccontarci che cos’è Renew the book, il contest di accelerazione riservato a cinque startup che innovano l’editoria libraria

Perché per un mese, ogni martedì, siamo usciti dalla nostra redazione (e non finisce qui)

Siamo bravi con le parole, ma ci piace di più fare: così è nato un format di networking “leggero” e anche un po’ “carbonaro”. Le quattro colazioni The Next Tech a Milano con le startup sono state utili? Chiedete pure feedback a chi c’era