Redazione

Redazione

Giu 1, 2016

4 startup su 11 di quelle scelte da ScaleIT hanno chiuso un round di investimento. Eccole

Alyt, BeMyEye, Mosaicoon e ToK.tv si sono aggiudicate round di investimento milionari

Sono quattro le scaleup che hanno partecipato alla prima edizione di ScaleIT e hanno chiuso round milionari negli ultimi mesi. BeMyEye ha ricevuto 6.5 milioni di euro da Nauta Capital (fondo presente all’edizione 2015 di ScaleIT), P101 e 360 Capital Partners che era già nel capitale della società.

Gli altri investimenti significativi, su altre tre società che hanno partecipato all’evento, sono quelli di Alyt che ha chiuso 1,5 milioni di euro, di ToK.tv con 5,5 milioni di dollari e di Mosaicoon con 8 milioni di euro.

gian luca petrelli bemyeye

«Il finanziamento che BeMyEye ha ricevuto, – ci racconta Luca Pagano CEO di BeMyEye – oltre a rappresentare un importante riconoscimento dei risultati fin qui raggiunti e della fiducia che i nostri investitori ripongono nel futuro dell’azienda, è finalizzato ad accelerare ulteriormente la nostra crescita, servirà a supportare la Ricerca & Sviluppo Tecnologico e a rafforzare i nostri team di marketing e vendita a livello internazionale. Non ultimo – continua Pagano – la nostra strategia di crescita è sicuramente rappresentata dall’espansione verso nuovi mercati: già oggi siamo leader a livello europeo nel mobile crowdsourcing, ma ciò non rappresenta certo un punto di arrivo ma uno stimolo a continuare in questa direzione. L’acquisizione di LocalEyes ne è la dimostrazione. ScaleIT credo sia un’ottima vetrina per startup Italiane che hanno bisogno di visibilità verso VC internazionali e in particolare le startup presenti all’ultimo evento mi sono sembrate tutte di alto livello».

Carles Ferrer di Nauta Capital ci racconta il suo punto di vista sul mercato italiano: «L’Italia rappresenta un mercato molto interessante per la sua capacità di eccellere in diversi settori: dal retail, all’elettronica, alla moda, passando per design e il food dove nuove proposte di software innovativi possono aiutare l’accelerazione e la trasformazione. L’imprenditorialità è alla base dell’unicità che caratterizza l’Italia, che insieme a grandi università e centri di eccellenza, ha creato un grande ecosistema, dove al momento c’è mancanza di risorse di investimento early stage».

ScaleIT

«Stiamo lavorando con costanza da oltre due anni per attrarre l’attenzione degli investitori internazionali sulle migliori scaleup Italiane – afferma Lorenzo Franchini di ScaleIT – Questi primi risultati dell’evento 2015, insieme a quelli dell’attività svolta dai vari fondi italiani, ci spingono ad andare avanti in questa direzione per aiutare a fare maturare finalmente il mercato».

Premiati dai risultati ottenuti a seguito della prima edizione, ScaleIT torna a Milano, il 12 ottobre 2016, presentando alla platea di investitori internazionali le nuove scaleup italiane, sempre in ambito digital e software, che avranno superato le selezioni entro il mese di luglio.

A sostenere l’iniziativa, Assicurazioni Generali che si riconferma main sponsor, NASDAQ, Silverpeak, Accenture, Cisco e DLA Piper. Il Consolato degli Stati Uniti d’America a Milano rinnova il suo sostegno, così come Startupbusiness ed EconomyUp, in veste di media partner.