Perché i turisti scelgono Airbnb (ok, anche per risparmiare 59% a notte). Una ricerca

Le garanzie della piattaforma, il contatto diretto con i proprietari, l’assistenza h24, il pagamento con la carta di credito tra i punti di forza della startup

Per il 96% degli utenti Airbnb la scelta di prenotare un alloggio privato è stata fatta per ragioni economiche. Addirittura, secondo una recente indagine della piattaforma per l’affitto di stanze e abitazioni che è appena diventata la seconda startup più valutata degli Stati Uniti, per il 30% la vacanza sarebbe stata più breve se non vi fossero state soluzioni alternative di questo tipo.

Live-There_Tokyo_Elliott_Artist-Loft_20160222_0153_comp

900mila alloggi in Europa

L’estate è un banco di prova essenziale per la piattaforma statunitense, che nel 2015 ha stimolato qualcosa come 2,3 milioni di viaggi nel mondo, uno dei quali in Europa, dove si trovano 900mila alloggi aderenti. Il 95% dei viaggi estivi è intrapreso con i figli o per raggiungere parenti e amici. Ma il portafogli ha la sua importanza, specialmente quando si viaggia in gruppo.

Si risparmia il 59% al giorno (una media di 252 euro)

Secondo l’indagine se si prendono in considerazione i prezzi di alcune fra le località turistiche europee più popolari (la Toscana in Italia, l’Algarve nel Sud del Portogallo, Maiorca in Spagna, Brittany in Francia o la Cornovaglia nel Regno Unito), la scelta di Airbnb ha permesso di risparmiare una media di 252 euro al giorno. Più o meno una somma equivalente al 59% del costo di due camere doppie presso strutture tradizionali.

airbnb1

Vince il contatto diretto con i proprietari

Non solo risparmio. Sono fondamentali anche le garanzie fornite dalla piattaforma, che sta pian piano facendo passi in avanti anche nei rapporti con le autorità locali, dalla raccolta delle tasse di soggiorno alla registrazione dei dati degli ospiti alle autorità di sicurezza. Per l’80% delle persone il vantaggio principale è la possibilità di avere un contatto diretto con i proprietari fin dal primo momento. Seguono il pagamento con la carta di credito (accreditato al padrone di casa solamente 24 ore dopo il check-in dell’ospite), l’assistenza 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 e la garanzia assicurativa per la responsabilità civile che copre tutti gli host Airbnb.

Il motore di ricerca della moda cresce e aggiunge altre città | Papèm

La startup, guidata da Alberto Lo Bue e Carlo Alberto Lipari, dopo aver ricevuto il premio Endeavor ai MYllennium awards, ha annunciato che l’espansione non si fermerà fino a quando Papèm non sarà presente in ogni angolo di tutte le città

#rESTATE in città coi bambini: 5 cose da fare a…Bologna

Dalla mostra interattiva Bologna Experience, al ciclo di eventi “Un’estate alla scoperta dell’Orto Botanico“.  Dall’appuntamento alla Serre dei Giardini Margherita allo spettacolo Sandokan al Teatro Testoni. Tutte le attività culturali e scientifiche per chi resta in città con i bambini

Megaride, l’arma segreta Ducati: un software per ottimizzare le performance dei pneumatici in pista

Megaride, la startup di Flavio Farroni che analizza la salute dei pneumatici, stringe una partnership con Ducati per ottimizzare le performance in pista. Questa l’arma segreta che ha regalato a Dovizioso la vittoria nella gara austriaca della MotoGP?

Prodotti tech certificati in base alla (cyber) sicurezza | La proposta di Andrus Ansip

Il vicepresidente della Commissione europea pensa ad una rete di uffici di cybersecurity diffusi in tutti gli Stati dell’Unione, incentrati sulla certificazione delle misure di sicurezza informatica attuate dai prodotti