Nadella annuncia via mail ai suoi dipendenti la riorganizzazione di Microsoft

Il ceo del colosso del software ha deciso di individuare più figure dirigenziali che sostuituiscano Kevin Turner nel settore vendite e marketing dopo la sua uscita dall’azienda

C’è aria di cambiamento in casa Microsoft. Dopo l’addio del Coo, direttore operativo, Kevin Turner, che ha deciso di accettare l’opportunità di diventare ceo di Citadel Securities, il colosso del software ha bisogno di riorganizzarsi. E il ceo Satya Nadella ha già comunicato ai suoi dipendenti il suo piano. Con un’email. Non ci sarà una sostituzione diretta di Turner con una sola persona. Nadella ha deciso per una distribuzione dei ruoli dirigenziali tra varie figure che andranno a coprire le funzioni rimaste vacanti. La mossa di Nadella sembra essere in rottura con la precedente amministrazione di cui Turner era l’ultimo rappresentante.

nadella 3

La riorganizzazione delle funzioni in casa Microsoft

Il Ceo di Microsoft nella sua email pone in chiaro di essere interessato a seguire più da vicino il settore vendite e quello del marketing e spiega il progetto di «un team dirigenziale unificato». Inviata alle cinque del mattino di giovedì sette luglio, la lettera, pubblicata per intero da Business Insider, comincia con un ringraziamento per il lavoro svolto a Kevin Turner. Suo il merito di aver portato ai massimi storici il grado di soddisfazione dei clienti Microsoft. Nei paragrafi successivi Nadella elenca le figure che ha individuato per sostituire Turner e i ruoli che ha deciso di assegnare a ognuno: Judson Althoff si occuperà del business commerciale globale, soprattutto per quanto riguarda la vendita di prodotti e servizi ad altre compagnie. A Jean-Philippe Courtois spetterà la gestione delle vendite internazionali e il marketing. Entrambi dovranno rendere conto del loro operato direttamente al loro ceo. Ulteriori responsabilità saranno affidate anche a Amy Hood, il cfo di Microsoft, che controllerà i gruppi di vendita e finanziari prima sottoposti a Turner. Le vendite e il marketing sono il settore che secondo Nadella merita una revisione maggiore, soprattutto nelle unità ausiliarie: «Dobbiamo far emergere e dare fiducia alle intuizioni dei team locali su ciò che serve per portare i nostri clienti al successo. Allo stesso tempo dobbiamo metterli in condizione di avere un supporto globale», scrive Nadella.

Novità condivise con tutti i dipendenti

Nella parte finale del suo scritto, Nadella ci tiene a sottolineare la sua soddisfazione per l’ingresso di Althoff e Courtois nel gruppo dirigenziale di Microsoft. E per dare seguito allo slancio di condivisione che lo ha portato a informare tutti i suoi dipendenti di questa riorganizzazione, invita tutti a partecipare a una sessione di domande e risposte con lui e gli altri dirigenti sulle novità appena annunciate .

nadella 1

Il testo dell’email di Nadella

Voglio condividere con voi la notizia che Kevin Turner ha avuto l’offerta di diventare ceo di Citadel Securities e di conseguenza lascerà Microsoft. Kevin ha avuto un grosso impatto su Microsoft negli ultimi 11 anni. Ha costruito il gruppo delle vendite nel suo assetto strategico di oggi con incredibile talento. Allo stesso tempo ha più che raddoppiato le nostre entrate e ha portato il grado di soddisfazione dei clienti al livello più alto nella storia della compagnia. Ho imparato molto da Kevin negli ultimi anni e gli auguro il meglio ora che assumerà il suo incarico di ceo.Nell’ultimo anno, Kevin e io abbiamo parlato molto della trasformazione che stiamo dando la possibilità ai nostri clienti di condurre. Abbiamo fatto molta strada e abbiamo bisogno di continuare per raggiungere il livello successivo di centralità del cliente in qualsiasi cosa facciamo – vendite, marketing e sviluppo del prodotto.

È molto importante avere un ciclo di feedback in tutti i settori della compagnia con il valore del cliente e la sua soddisfazione come punto centrale. Questo significa che dobbiamo operare, imparare e migliorare costantemente insieme. A questo punto, con la perdita di Kevin, ho deciso di integrare l’attuale settore vendite e marketing nel resto di Microsoft e formare un gruppo dirigenziale unificato. Come conseguenza, sono lieto di annunciare che i seguenti cambiamenti sono attivi immediatamente e apprezzo il fatto che Kevin rimarrà in Microsoft fino alla fine di luglio per dare una mano nella transizione.

Judson Althoff guiderà il Worldwide Commercial Business, che si concentrerà sui settori commerciali, EPG, il settore pubblico, SMS&P, DX e i servizi.

Jean-Philippe Courtois guiderà le vendite globali, il marketing e le operazioni, che si estendono a tutte le 13 aree di Microsoft in Nord America, ai business internazionali e all’organizzazione del marketing globale e delle operazioni.

Chris Capossela guiderà il Worldwide Marketing e Consumer Business, che include CCG, MSA e PSM, OEM e Microsoft Retail Stores, in aggiunta al controllo del suo attuale gruppo internazionale di marketing.

Kurt DelBene  guiderà il settore informatico e le operazioni oltre alla Corporate Strategy.

Amy Hood guiderà l’attuale team finanziario di SMSG e WWLP, in aggiunta alla gestione del gruppo finanziario centrale.

Jean-Philippe e Judson renderanno conto direttamente a me e si uniranno al gruppo dirigenziale già da oggi. Jean-Philippe prenderà la piena responsabilità per il business di Microsoft in Nord America da oggi e Judson rimarrà a capo delle operazioni fino a che non sarà annunciata la sua sostituzione. Insieme stanno lavorando a un piano per le funzioni che spettano all’attuale gruppo Worldwide Marketing and Operation, dato che si estenderà alle loro organizzazioni in futuro.

Quest’anno ho avuto l’opportunità di visitare più di 20 gruppi ausiliari nei 5 continenti dove ho visto con i miei occhi come ogni gruppo guidi il business nel contesto della missione, dell’ambizione e della cultura di Microsoft. Ho visto anche la nostra etica di aggiungere valore economico e opportunità in ogni Paese e società nei quali operiamo. Questi team stanno facendo un ottimo lavoro e penso che noi possiamo posizionarli ancora meglio nel futuro.

Non c’è dubbio che il mondo stia cambiando – e Microsoft deve evolvere con il mondo e avanti ad esso. La missione di Microsoft è universale e credo che i nostri valori e i nostri alti standard etici sono senza tempo. Ma doppiamo applicarli a un mondo che richiede più soluzioni che siano locali. Crescere globalmente richiede la capacità locale di fare leva sull’innovazione, sul marketing e sulle operazioni di Microsoft nel contesto delle opportunità e delle partnership locali mentre si superano i limiti. Questo significa che dobbiamo far emergere e dare fiducia alle intuizioni dei team locali su ciò che serve per guidare il successo dei nostri clienti. Allo stesso tempo dobbiamo metterli in condizione di avere un supporto globale.

Per quanto riguarda il nostro Worldwide Commercial Business abbiamo un’opportunità impareggiabile di trasformare i nostri prodotti in soluzioni per i clienti, guidare lo slancio dei nostri nuovi partner e aiutare i business di tutte le dimensioni in ogni Paese non solo a utilizzare le tecnologie digitali, ma a diventare essi stessi delle compagnie digitali.

Il gruppo dirigenziale e io siamo d’accordo sul fatto che ogni gruppo ausiliario necessiti di mantenere la responsabilità finanziaria per portare a termine gli impegni presi mentre acquisisce nuova capacità e flessibilità per l’innovazione locale e l’ottimizzazione al fine di guidare la crescita sul lungo periodo. Sono emozionato dal fatto che due leader talentuosi, sostenuti dalla nostra organizzazione, entrino a far parte del gruppo dirigenziale con la loro profondità di esperienza nel nostro attuale business e nella passione condivisa per guidare la trasformazione.

Partecipate con me e il gruppo dirigenziale a uno speciale Q&A per tutti i dipendenti oggi alle 8.30 (7 luglio ndr). Aspettiamo di condividere di più e di parlare di tutte le vostre domande.

Satya

 

Dal sushi alla Coca-cola, un progetto ci mostra quanto zucchero c’è negli alimenti

SinAzucar è il progetto spagnolo che fotografa gli alimenti che si trovano comunemente nelle nostre case per mostrarci quanto zucchero raffinato effettivamente contengono

Dai soldi al network, i 4 contributi delle corporate alle startup. Il caso Tecno a Napoli

Il contributo di una corporate alla startup, secondo L’advisor Giovanni De Caro, dovrebbe essere erogato secondo una precisa scala di priorità. L’open innovation di una società di Napoli e le modalità di investimento nelle startup