Deporvillage chiude un round da 800 mila euro con P101

La società di venture capital sottoscrive un nuovo investimento nella startup spagnola che si occupa della vendita online

P101, società di venture capital specializzata in investimenti in società digital e technology driven, investe altri 800 mila euro in in Deporvillage, startup spagnola che si occupa della vendita online di articoli sportivi (in particolar modo ciclismo, running, nuoto e outdoor). Il fondo guidato da Andrea di Camillo aveva già investito 500 mila euro in Deporvillage alla fine del 2015. L’operazione si inserisce in un nuovo round complessivo di 3,5 milioni di euro, sottoscritto insieme ad un pool di investitori, formato, tra gli altri, da Mediaset (Ad4Ventures), e da imprenditori dell’ecosistema del capitale di rischio iberico. Deporvillage, nata nel 2010 dall’iniziativa di Xavier Pladellorens (CEO) e Angel Corcuera (COO), ha vissuto, negli ultimi cinque anni, una forte crescita, raggiungendo la leadership nella vendita online di articoli sportivi nel mercato spagnolo. Con ricavi previsti di circa 25 milioni di euro nel 2016 e più di 2,5 milioni di visite al mese, Deporvillage conta oggi su un team di 50 persone ed ha un’offerta di oltre 100 mila articoli disponibili a catalogo, gestiti da una piattaforma logistica che permette di consegnare oltre il 50% degli ordini entro le 48 ore. Il capitale di Deporvillage è formato, oltre che dal team dei fondatori, da Samaipata Ventures e da altri soci tra cui, oltre P101, Cabiedes&Partners e Gruppo Mediaset, attraverso Ad4Ventures

Leggi anche: P101 investe 500K in Deporvillage.it

 

deporvillage

Angel Corcuera (COO) e Xavier Pladellorens (CEO) di Deporvillage – credits deporvillage.com

L’ecommerce in Sud Europa: fra tecnologia e tradizione

Deporvillage, con questo nuovo finanziamento, si focalizzerà sul sostenimento della crescita sia a livello nazionale che nel Sud Europa, con particolare attenzione all’Italia, sull’onda dell’inarrestabile crescita del settore degli articoli sportivi retail in tutta Europa. «L’ecommerce in Sud Europa è tutt’ora un’opportunità di investimento unica a cavallo tra la tecnologia ed il tradizionale business retail in cui, come P101, crediamo molto e dove, con Deporvillage ed i suoi volumi e tassi di crescita, riteniamo ci sia uno spazio molto interessante. Anche per questo, con il nuovo round, continueremo a supportare la società nell’ulteriore consolidamento della leadership sud-europea», ha spiegato Andrea Di Camillo, Managing Partner di P101. «Il nostro ulteriore investimento in Deporvillage è la conferma dell’ottimo lavoro svolto sino ad ora dal management e della incredibile storia di crescita della società» ha aggiunto Giuseppe Donvito, Partner di P101 che ha seguito l’operazione di investimento.

L’Italia è un ottimo mercato per gli articoli sportivi

«Questo nuovo investimento – ha detto anche Xavier Pladellorens, CEO della compagnia – è un ulteriore passo avanti per la nostra società, che punta a diventare l’online store di articoli sportivi più grande del Sud Europa. Dall’entrata di P101 come nuovo investitore, la nostra azienda si è reinventata. L’Italia è un ottimo mercato per gli articoli sportivi e siamo molto entusiasti di come stia andando il nostro business in questo paese».

Un mercato che vale 8 miliardi di euro (nel solo Sud Europa)

Secondo Sports Pannel, nel 2015 il valore del settore è arrivato a circa 8 miliardi di euro nel solo Sud Europa, di cui più di 2 miliardi di euro in Italia, quasi 2 miliardi di euro in Spagna e più di 3 miliardi di euro in Francia. Se si considera inoltre che in Italia, Spagna e Francia solo il 5% delle vendite avviene oggi online ed il retail online cresce a ritmi di oltre il 20% annui, si può prevedere l’enorme opportunità da cogliere nel prossimo futuro in questo mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe interessare anche

BeMyEye, uno- due da manuale: round da 6,5M e si compra la francese LocalEyes

La startup italiana fondata da Gian Luca Petrelli mette a segno un doppio colpo con un round B (finora ha raccolto 8,5M) e si compra il suo principale competitor in Francia.

Ecco le 5 startup che hanno incontrato Tim Cook a Palazzo Chigi

5 minuti. Una demo che difficilmente scorderanno le 5 startup che hanno incontrato il capo di Apple Tim Cook a Palazzo Chigi. Ecco chi sono e come è andata per Quokky, Musement, Doveconviene, Qurami e Ganiza

Endeavor apre in Italia, che entra nel mirino del venture internazionale

La società di impact investing Endeavor, tra le più quotate al mondo, arriva in Italia e nomina Raffaele Mauro come managing director italiano. Perché può essere davvero una leva importante per l’ecosistema

Forbes elogia le startup italiane, e cita queste 5 come esempi di successo

5 startup per Forbes raccontano la nuova Italia dell’innovazione, delle prime operazioni di venture, di Cisco e Apple. Per il magazine americano sono le prime tracce di qualcosa che cambia davvero

L’SOS si lancia a mezzo Google

Mountain View incorpora nei suoi servizi delle funzioni dedicate alle emergenze. Serviranno a informarsi e a informare sulla situazione in caso di incidenti o catastrofi