Apple ha venduto il suo miliardesimo iPhone. 4 infografiche spiegano un fenomeno globale

Tim Cook ha annunciato lo scorso mercoledì la vendita del miliardesimo iPhone. In nove anni sono stati venduti un iPhone ogni 6 abitanti del pianeta, e altri numeri interessanti

Apple ha annunciato di aver venduto il suo miliardesimo iPhone. Il primo, lanciato nell’estate nel 2007 oggi il traguardo di un miliardo, 9 anni dopo, e una dozzina di modelli dopo. Quasi un iPhone ogni sei abitanti del pianeta. Uno ogni tre se si calcola la popolazione mondiale raggiunta da internet. Numeri impressionanti.

25946-1gmfqmj

Il CEO di Apple Tim Cook ha fatto l’a nel corso di una riunione aziendale, e postato al sito web di Apple. “IPhone è diventato uno dei più importanti e rivoluzionari prodotti della storia. E ‘diventato più di un compagno per chi lo possiede. L’iPhone è diventato parte essenziale della nostra vita quotidiana. La scorsa settimana abbiamo superato un altro importante traguardo, quando abbiamo venduto il miliardesimo iPhone. Abbiamo sempre voluto fare prodotti che cambiassero la vita delle persone, il mondo. E grazie a tutti quelli che sono in Apple per fare in modo che questo accada”.

Vi proponiamo un po’ di infografiche elaborate da Qz.com su dati Yahoo e Apple che raccontano l’evoluzione in numeri dell’iPhone. Dalle vendite per paese, al prezzo delle azioni cambiate in relazione alla vendita degli iPhone.

Screen Shot 2016-07-29 at 14.28.50 Screen Shot 2016-07-29 at 14.28.40 Screen Shot 2016-07-29 at 14.28.31 Screen Shot 2016-07-29 at 14.28.08

In auto per 30mila chilometri per accompagnare la figlia al college

Huang Haitao aveva promesso a sua figlia che avrebbe attraversato 26 nazioni se fosse stata accettata in un’università americana. Quando la lettera di ammissione è arrivata da Seattle, non ha potuto far altro che partire con lei dalla Cina verso gli Stati Uniti

Diane Jooris usa la realtà virtuale per aiutare i malati di cancro. La storia

Oncomfort, azienda americana, crea software che abbassano i livelli di stress e di dolore dei pazienti affetti da cancro. La fondatrice del progetto racconta a StartupItalia! la sua esperienza che l’ha portata a pensare a questa particolare terapia