Come chiedere un aumento di stipendio se lavori da casa

Se state pensando di fare un passo in questa direzione allora potrebbero esservi utili i consigli che Fast Company, il magazine americano dedicato alle aziende, ha elaborato sull’argomento.

Chiedere un aumento di stipendio o ottenere una promozione può essere più complicato per chi lavora da casa. La visibilità è scarsa e può non essere semplice parlare di un argomento così delicato quando le occasioni di incontrarsi di persona sono scarse. Tuttavia non è impossibile. Se state pensando di fare un passo in questa direzione allora potrebbero esservi utili i consigli che Fast Company, il magazine americano dedicato alle aziende, ha elaborato sull’argomento che abbiamo riassunto qui.

lavorare da casa

Scordatevi di mail, chat, o messaggi vocali

Se avete intenzione di migliorare la vostra posizione all’interno di un’azienda allora evitate i media “a una dimensione”. Le email, i messaggi vocali o, ancora peggio, ogni tipo di chat non sono il posto dove formulare una richiesta di questo tipo. È vero, sono probabilmente i mezzi che usate più spesso per comunicare con il vostro capo e sono confortevoli, perché vi espongono poco, ma il rischio di fraintendimenti è troppo alto. Dennis Collins della West Unified Communications sostiene che se in ufficio non vi permettereste mai di piombare nella stanza del vostro capo e chiedere un aumento senza alcuna premessa, allora non fatelo via chat perché risulterebbe una richiesta brusca e le possibilità di successo sarebbero poche.

Cercate un incontro, o almeno una videochiamata

Il linguaggio del corpo può dire molto sull’umore di una persona – il vostro capo, in questo caso – e giocherà di sicuro a vostro vantaggio. Vedersi di persona è la soluzione migliore. Chiedete un appuntamento, non presentatevi in ufficio senza avvisare: potreste essere arrivati nel momento sbagliato, dopo una telefonata di lavoro poco piacevole o in una giornata stressante.

Se non riuscite ad incontrarvi allora la videochiamata è la soluzione migliore. Manterrete i vantaggi di un appuntamento faccia a faccia e potrete anche tenere vicina una scaletta con i punti del discorso che volete affrontare.

Il telefono come ultima ipotesi

Fate in modo che la comunicazione sia il più calda possibile e sorridete mentre parlate, consiglia Loren Miner Coo dell’azienda di recruiting online Decision Toolbox: cambierà il tono di voce e chi vi ascolta sarà meglio disposto. «Siate ottimisti mentre fate la vostra richiesta, fingete di sapere che la risposta sarà affermativa: in questo modo potete mantenere un atteggiamento positivo che vi rafforzerà quando dovrete convincere il capo dei motivi per cui meritate l’aumento».

Dimostrate che sapete sostenere una conversazione a voce e non solo rapide comunicazioni via chat. Farà vedere chi siete davvero e ciò è fondamentale se volete che l’azienda decida di puntare ancora di più su di voi.

Un Commento a “Come chiedere un aumento di stipendio se lavori da casa”

  1. AndyT

    Purtroppo il lavoro da casa viene ancora percepito come un impiego di serie B… Speriamo che le cose cambino presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Le 6 startup finaliste di .itCup Registro 2017

Dalle 110 candidature arrivate per la sesta edizione della .itCup organizzata dal Registro.it sono stati selezionati i progetti innovativi che parteciperanno alla .itCup School a Pisa. E che il 26 ottobre saranno in finale a Roma

McDonald’s firma una linea di abbigliamento e la consegna a casa con UberEats

La famosa catena di fast food ha pensato per il 26 luglio a una campagna per celebrare il Global Delivery Day: in quella data chi ordinerà con UberEats si verà recapitare a casa un articolo con riferimento al marchio del Big Mac

Negli Stati Uniti arriva il primo avvocato-robot al mondo. Ed è gratuito

Il robot, che si chiama DoNotPay, in realtà è un’intelligenza artificiale in forma di chatbot e offre consulenza gratuita a chi non può permettersi un legale in carne e ossa. Nei due anni di sperimentazione ha contestato 375mila multe per il parcheggio

I vincitori della prima edizione: “Siamo cresciuti grazie a Start To Be Circular”

Grazie alla call di Fondazione Bracco la startup Orthoponics ha acquisito le giuste competenze per conquistare il mercato. Scadenza il 3 di novembre. In palio un premio del valore di 10.000 euro e l’ingresso nell’incubatore SpeedMiUp

Botnet, Microsoft combatte Fancy Bear in tribunale

Per fronteggiare l’offensiva cibernetica che si presume giunga dalla Russia, a Redmond hanno scelto un’arma non convenzionale. I cyber-criminali sono colpiti a suon di carte bollate, e la loro botnet smantellata in tribunale