Lanieri cresce del 150% nel 2015 e punta a diventare una big dell’ecommerce del fashion

L’ecommerce italiano di abiti su misura maschili, apre a Roma il suo secondo atelier e dà il via al piano di espansione per il 2016

Lanieri, il primo ecommerce italiano di abiti su misura maschili, apre a Roma, nel quartiere Prati, il suo secondo atelier e dà il via al piano di espansione per il 2016. L’azienda, che ha registrato una crescita del +150% nel 2015 si prepara a presidiare il mercato europeo: dopo la Capitale, sarà la volta di Torino, Monaco di Baviera, Parigi ed altri centri che saranno annunciati nei prossimi mesi.

Nata da un’idea di Simone Maggi e Riccardo Schiavotto, due giovani ingegneri prestati al su misura maschile rigorosamente Made In Italy e online, Lanieri, nasce come una web company pura ed è al momento in piena di fase di business development.

Riccardo Schiavotto&Simone Maggi - LANIERI

Lanieri si basa su un’impostazione marcatamente omnichannel, unica nel suo genere in Italia, che associa la possibilità di ordinare il proprio capo online a quella di toccare con mano tessuti ed effettuare l’ordine anche “offline” in atelier o temporary shop in città selezionate.

Grazie ad un approccio molto intuitivo e ai video tutorial sul sito, la piattaforma è sempre più utilizzata e sta contribuendo a innovare un settore, quello del made-to measure, che per la carenza di figure professionali specializzate, non riesce spesso a colmare la domanda. La figura del sarto è sempre più rara, ma non è calato il bisogno di trovare capi eleganti e su misura a prezzi accessibili.

Nel 2015 l’80% dei clienti che ha effettuato un acquisto offline in atelier è tornato a comprare online. Non solo: nell’ultimo anno la clientela Lanieri si è dimostrata molto fedele, con il 50% che porta a termine un secondo acquisto, soddisfatta del prodotto e incoraggiata dalla semplicità del processo d’ordine.

Riccardo Schiavotto e Simone Maggi_bici_lanieri

Grazie ad un accurato algoritmo sviluppato internamente che consente di tradurre le 14 misure anatomiche richieste al cliente nelle misure tecniche del prodotto finito, il margine di errore è praticamente nullo. Nel caso in cui l’abito necessiti di alcune modifiche sartoriali, il cliente potrà recarsi alla propria sartoria di fiducia e far eseguire le modifiche a carico di Lanieri.

Il settore del made to measure maschile sta vivendo un periodo d’oro, collegato all’aumento delle vendite dell’abbigliamento maschile online : secondo uno studio di IBIS World il settore è quello che ha realizzato l’incremento più alto con un +17% dal 2010 al 2015. Per i prossimi 5 anni si prevede un’ulteriore crescita del +14%.

Lanieri è l’unico player italiano che occupa una posizione strategica anche all’estero, forte di una tecnologia e una produzione completamente Made in Italy, che si basa solo sulle migliori lane sul mercato messe a disposizione da storici produttori di eccellenza quali Reda, Loro Piana, Ermenegildo Zegna, Vitale Barberis Canonico e molti altri.

Circa 1 utente su 3 acquista dall’estero – Francia, UK e US in testa – dove il Made in Italy è molto apprezzato.

Il senso del round di MoneyFarm con Allianz, secondo Paolo Galvani

A quasi un anno dal primo grande round da 16 milioni e all’indomani dell’annuncio di un altro round con il gruppo Allianz, abbiamo intervistato il presidente di MoneyFarm Paolo Galvani. Consigli alle startup fintech? «sfatiamo il mito delle banche che cercano startup, bisogna puntare tutto sul team per impressionare gli investitori».