Cities Challenge premia la città più imprenditoriale d’Italia: ecco come candidarsi

Fino al 2 gennaio 2017 i cittadini hanno la possibilità di candidare il proprio comune come il più vivace dal punto di vista imprenditoriale e vincere il Cities Challenge Italy 2016

Avere ecosistemi imprenditoriali in buona salute è una sfida che deve partire in primo luogo dalle città: è qui che devono crescere e svilupparsi comunità locali e tessuti imprenditoriali in grado di creare valore, in termini di nuovi posti di lavoro, attrazione di talenti e innovazione a 360 gradi. Per questo, Meta Group, società internazionale specializzata in attività di advisory e consulenza in ambiti ad alta intensità di conoscenza, ha lanciato “Cities challenge Italy”: un concorso che ha l’obiettivo di premiare gli ecosistemi più effervescenti e favorevoli all’imprenditorialità d’Italia.

istock000087614919medium

1. Candidare la propria città

Ogni cittadino residente in un comune con un numero di abitanti compreso tra i 50 mila e i 250 mila  può proporre la candidatura della propria città registrandosi in questo sito entro il 2 gennaio 2017. Tali candidature verranno contestualmente spedite da Meta Group al Sindaco della rispettiva città che si occuperà di formulare un’unica candidatura entro il 23 gennaio 2017.

2. La votazione

Dal 1 al 28 febbraio 2017 c’è la seconda fase del concorso: i cittadini potranno votare la città che ritengono la più imprenditoriale d’Italia, votando sempre dal sito. In una giornata tra i 1 e il 12 marzo 2017 le finaliste dovranno effettuare un pitch di 5 minuti di fronte alla giuria, dimostrando l’efficacia dell’ecosistema imprenditoriale della propria città. Vincerà quella che presenterà il pitch migliore e che avrà ottenuto il maggior numero di voti da parte dei cittadini.

3. I premi

Alla città vincitrice saranno riconosciuti diversi premi: per la città ci sarà il percorso di animazione “Una città da dieci&lode”, ovvero 10 incontri di approfondimento su temi strategici per la città a cui parteciperanno relatori di fama internazionale. Per i giovani ci sarà uno startup contest: i migliori progetti innovativi imprenditoriali provenienti dai giovani residenti nella città vincitrice verranno selezionati e accompagnati. Per le imprese, infine, è previsto un percorso di crescita imprenditoriale, ovvero azioni di formazione specialistiche per innovare e crescere nei mercati di riferimento, pensato per le migliori PMI del luogo. Inoltre, la città vincitrice avrà l’opportunità di essere presentata al GEC 2017 (Global Entrepreneurship Congress).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Aumento di capitale per Satispay, già raccolti 14 milioni. Obiettivo: mercato estero

Risorse da record per la startup italiana dei pagamenti digitali fondata da Alberto Dalmasso, Dario Brignone e Samuele Pinta. I fondi raccolti saranno destinati all’internazionalizzazione del prodotto. A partire dalla Germania

Chi compra l’usato guadagna 900 euro all’anno. Intervista alla CEO di Subito.it

Secondo l’Osservatorio 2016 Second Hand Economy condotto da DOXA, la compravendita dell’usato cresce di €1 miliardo nel 2016 e ora vale l’1,1% del PIL. Abbiamo sentito Melany Libraro per capire come cambiano le abitudini degli italiani

La centrifuga di Iscleanair ripulisce l’aria dagli inquinanti senza usare filtri

La scaleup, che è inserita nel programma di accelerazione Eit Digital, propone un dispositivo in grado di migliorare la qualità degli ambienti interni ed esterni, sfruttando l’abbattimento in acqua. La sua soluzione può aiutare anche la rigenerazione urbana

Quanto sono sicuri i tuoi sistemi? Ecco cosa ci dice il rapporto Verizon sulle violazioni informatiche

Ransomware e phishing sono in aumento, i settori finanziario e sanitario tra i più colpiti, ma anche le piccole imprese non stanno tranquille. Entusiasmo, distrazione, curiosità e incertezza sono i cavalli di Troia