Startup Italian Open, la vincitrice è Sharewood

Il premio consiste nella partecipazione alla conferenza internazionale Phocuswright Europe in programma a maggio 2017 a Amsterdam

È Sharewood, startup che mette in contatto i proprietari di attrezzatura sportiva con coloro che desiderano noleggiarla, la vincitrice della prima edizione di Startup Italian Open, il contest la cui finale si è tenuta oggi in occasione della nona edizione di Buy Tourism On Line a Firenze. La competizione è promossa e supportata da Fondazione Sistema Toscana e PromoFirenze in collaborazione con Phocuswright Europe e Travel Appeal.

Il premio per i 4 fondatori, Piercarlo Mansueto, Giulia Trombin, Flavio Tagliabue, Carlo Bonadonna (nel team anche Alessandro Cadoni, che lavora come Adv specialist), consiste nella partecipazione alla conferenza internazionale Phocuswright Europe in programma a maggio 2017 a Amsterdam alla presenza dei più importanti investitori mondiali. Sharewood ha anche lanciato una campagna di crowdfunding. QUI tutti i particolari.

sharewood-mtb-726x400

L’idea di Sharewood è partita dalla Lombardia ed è nata da una constatazione molto semplice: coloro che desiderano praticare attività outdoor durante i propri viaggi incontrano numerosi problemi (alti costi per l’imbarco, rischio di danneggiamento, ingombro). Ma anche noleggiare l’attrezzatura in loco costituisce spesso un problema. Sharewood mette in contatto i proprietari di attrezzatura sportiva con coloro che desiderano noleggiarla. Tutti gli annunci sono ordinati per prossimità geografica, categoria di sport, fasce di prezzo e feedback. Sharewood permette di scegliere i prodotti, assicurarsi la disponibilità grazie alla prenotazione in anticipo, pagare online.

La giuria della selezione finale che ha decretato Sharewood quale startup vincitrice tra le 16 finaliste, era composta da Mirko Lalli, CEO e Founder of Travel Appeal, Giancarlo Carniani, Direttore Scientifico di BTO e Philip Wolf, Fondatore di PhoCusWright Ambassador BTO 2016.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il futuro in orbita: a Torino l’innovazione “spaziale” di startup e investitori  

Il futuro trova casa a Torino. E fa il giro del mondo e dello Spazio. Nuova tappa piemontese con Edison Pulse. A caccia dell’Italia che ce la fa: vieni a conoscere le più belle storie d’innovazione con Edison Pulse e StartupItalia! Ti manderemo addirittura in orbita

«Più sei popolare su Facebook più ti facciamo risparmiare su quello che compri»

Il potere degli influencer applicato all’eCommerce: fare un post su Facebook dicendo cosa compri può valere dai 5 ai 10 euro. E’ l’algoritmo della startup italiana Worldz. Dopo il round da 150K abbiamo intervistato il founder e Ceo, Joshua Priore

WeSchool diventa gratis per tutte le scuole

La piattaforma lanciata nel 2016 da Marco De Rossi (Oilproject) diventa gratis per tutti: permette di capovolgere la lezione, strutturare una didattica collaborativa e creare quiz e verifiche personalizzate

Il papà dell’auto senza pilota sta creando un gruppo per inventare la cucina del futuro

Un misterioso annuncio di lavoro lancia segnali sulla nuova scommessa di Sebastian Thrun, una delle star della Silicon Valley: “Rivoluzioneremo il modo di preparare pasti quotidiani e salutari”

Perché per un mese, ogni martedì, siamo usciti dalla nostra redazione (e non finisce qui)

Siamo bravi con le parole, ma ci piace di più fare: così è nato un format di networking “leggero” e anche un po’ “carbonaro”. Le quattro colazioni The Next Tech a Milano con le startup sono state utili? Chiedete pure feedback a chi c’era