Intertwine chiude un round da 1 milione. Dentro FI.RA, Smart & Start, Banco di Napoli

La startup di Digital Magics Napoli è considerata il social network per lo storytelling. Nei prossimi mesi aprirà una nuova sede operativa in Abruzzo e amplierà la sua rete commerciale con il lancio di nuove iniziative

Intertwine ha raccolto 1.035.000 euro, tramite tre operazioni: un aumento di capitale di 400 mila euro (investitori coinvolti: FI.R.A. – Finanziaria Regionale Abruzzese, TechinTouch, Hubcom, Eclettica, Nello Di Biase, Giovanni Marinaccio, Stefano Squillacciotti), il bando Smart&Start Italia (agevolazioni per 485 mila euro di cui il 20% a fondo perduto) e un finanziamento dal Banco di Napoli di 150 mila euro, sostenuto dal Fondo di Garanzia di Medio Credito Centrale, che ha garantito l’80% dell’affidamento concesso. Intertwine (startup di Digital Magics Napoli, sede campana di Digital Magics) è considerata il social network per lo storytelling, una piattaforma basata su creatività condivisa e collaborazione tra scrittori, lettori e talenti. La startup ha sviluppato un sistema per creare, condividere e pubblicare opere editoriali multimediali collaborative. Intertwine si rivolge anche a scuole e università con progetti digital e di co-learning per gli studenti e alle aziende che vogliono raccontare la propria storia e i propri valori. Grazie a queste operazioni, Intertwine punterà sul potenziamento della community, con attività di comunicazione e della piattaforma tecnologica Intertwine.it, con il rilascio di nuove funzionalità per creare un prodotto editoriale sempre più personalizzabile e multimediale. Non solo. Nei prossimi mesi aprirà una nuova sede operativa in Abruzzo. Sarà inoltre ampliata la rete commerciale e verranno lanciate iniziative di marketing dedicate alle scuole ed enti. Intertwine rafforzerà anche il team con l’ingresso di 4 professionisti: sviluppatori e business developer.

Intertwine

Nuovi progetti editoriali

«Ringraziamo tutti i nuovi investitori che hanno creduto nel nostro progetto e Digital Magics che ha avuto fiducia in noi da subito – ha dichiarato Gianluca Manca, founder e CEO di Intertwine – questa raccolta di fondi per noi è solo l’inizio di un percorso che dovrà portarci a realizzare innovativi progetti editoriali». Per Gennaro Tesone, partner di Digital Magics «Intertwine rappresenta per noi una doppia sfida. Dal 2013 affianchiamo Gianluca e gli altri fondatori per la realizzazione di un nuovo prodotto editoriale, che unisce le caratteristiche classiche dei libri a quelle dei social network, per gli utenti e per le aziende italiane. Allo stesso tempo l’obiettivo della startup è portare la cultura digitale nelle scuole e nelle università proponendo agli studenti italiani un servizio innovativo di formazione e collaborazione».

300 mila euro in Intertwine

«Con questa operazione FI.R.A., che ha investito 300 mila euro, diventa l’azionista di maggioranza relativa di Intertwine e conferma il proprio ruolo di catalizzatore per la creazione e l’insediamento in Abruzzo di imprese ad elevato contenuto di tecnologia e innovazione» ha sottolineato Alessandro Felizzi, Presidente di FI.R.A, società partecipata dalla Regione Abruzzo e da un pool di banche, che ha gestito StartHope.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il food italiano parte alla conquista della Cina con la startup Ventuno

Le sorelle Di Franco hanno inventato un modo per presentare l’italian food all’estero: eleganti box a tema regionale con prodotti locali. E ora la piattaforma sarà una delle dieci finaliste dell’Italian Scaleup Initiative in China

Imparare a guidare con la realtà virtuale e aumentata. Il progetto di Guida e Vai

Salvatore Ambrosino, cofondatore e direttore commerciale di Guida e Vai, ha ideato un nuovo sistema di insegnamento per preparare all’esame di teoria le nuove generazioni. I ragazzi potranno simulare con smartphone e visore le situazioni che potrebbero incontrare su strada

Hephaestus Venture, il fondo che porta le startup italiane in Brasile

Il fondo ha la missione di supportare le startup nei processi di internazionalizzazione verso il Brasile, un mercato emergente e in forte crescita, se si pensa che il 57.4% dei finanziamenti in America Latina si concentra in questo Paese.

Cyber-Diplomacy | Che cos’è e qual è il ruolo dell’Italia (nel G7)

Le relazioni internazionali sono chiamate ad avere un ruolo specializzato al Cyber Spazio e devono agire al suo interno per supportare il complesso di accordi e regole di carattere internazionale oggi ancora incompleto in proposito