Il primo anno di Invitalia Ventures: nel 2016 investiti 23 milioni in 11 startup e Pmi

Il 2016 è stato anche l’anno dello “startup” per Invitalia Ventures, il fondo di co-investimento guidato da Salvo Mizzi. Qui tutti i numeri dei round e i progetti finanziati

Il fondo di co-investimento Italia Venture I, gestito da Invitalia Ventures SGR, ha diffuso i numeri del suo primo anno di attività: 11 investimenti in startup e Pmi innovative, quasi 8 milioni di euro investiti in round di investimento di serie A post seed, per un ammontare complessivo di circa 23 milioni di euro.

invitalia-investimenti2016_copertina

Per conoscere i dettagli delle operazioni bisognerà attendere i primi giorni di gennaio 2017. Sappiamo già, comunque, che sempre a gennaio saranno perfezionati altri 2 investimenti, in round dal valore di circa 4 milioni.

Gli 11 round co-investiti da Invitalia Ventures

Dopo 5 operazioni registrate già nel primo semestre (Sardex, D-Eye, Tensive, Zehus, Echolight), altri 6 investimenti sono stati infatti finalizzati tra ottobre e dicembre: Empatica, 40 South Energy, Floome, Vino75, Pedius e Remoria.

“Con questi risultati – si legge, in una nota diffusa dalla società – Invitalia Ventures genera un effetto leva decisivo sull’ecosistema dell’innovazione in Italia e sostiene concretamente la crescita del Venture Capital nazionale, finalmente in ripresa dopo anni di fallimento di mercato”.

Analizzati mille progetti in un anno

Nel corso del 2016, il team di investimento ha analizzato mille progetti e Invitalia Ventures ha investito trasversalmente sui diversi settori dell’innovazione a forte contenuto tecnologico (internet, cleantech, energy, e-health & data, medtech, biotech, VR, fintech) e con un grande impatto sociale ed economico, coinvolgendo partner finanziari ed industriali non solo italiani ma anche di rilievo internazionale.

Salvo Mizzi, Ceo Invitalia Ventures

Salvo Mizzi, Ceo Invitalia Ventures

A tracciare un consuntivo del primo anno di attività è il Ceo di Invitalia Ventures, Salvo Mizzi: «Con i risultati raggiunti già nel primo anno di attività confermiamo tutti gli obiettivi: cominciare a risolvere il fallimento di mercato della Venture Industry, investire nelle migliori startup dell’ecosistema italiano ed attrarre smart capital internazionali». «Invitalia Ventures – ha proseguito Mizzi – è oggi la piattaforma nazionale dell’innovazione a sostegno dei progetti e dei talenti italiani. Grazie alla collaborazione di tutti i nostri partner finanziari, universitari ed industriali. Un ringraziamento particolare va ai nostri sottoscrittori pubblici e privati e al team di investimento per il grande lavoro svolto».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

FabriQ Acceleration Program 2017. Qui la call

C’è tempo fino al 26 marzo per applicare. Verranno selezionate 20 startup che parteciperanno al percorso di pre-accelerazione, fra queste ne verranno poi scelte fino a un massimo di 7 che riceveranno Seed Money e accederanno al percorso di accelerazione

Il “ricatto” cinese che ha fatto crollare bitcoin di 100 dollari in 1 minuto, spiegato

Bitcoin era tornato sopra i mille dollari e in un minuto è sceso di 100. Per colpa dei cinesi e, soprattutto, di un paradosso: i governi non possono controllare bitcoin ma possono, con le loro scelte, influenzarne l’andamento. Abbiamo cercato di capire il perché con il founder di Euklid, Antonio Simeone

Il metodo Jump che rende la matematica facile per tutti

Un insegnante canadese ha sviluppato un metodo di insegnamento che scompone un problema in tanti piccoli segmenti. E ha dimostrato che anche gli studenti più restii possono appassionarsi alla materia

Il papà dell’auto senza pilota sta creando un gruppo per inventare la cucina del futuro

Un misterioso annuncio di lavoro lancia segnali sulla nuova scommessa di Sebastian Thrun, una delle star della Silicon Valley: “Rivoluzioneremo il modo di preparare pasti quotidiani e salutari”

Come cambia il futuro del cibo e il senso del nostro (ultimo) caffè con le startup

Quattro settimane, quattro grandi temi e sfide per il futuro. A due passi dal Duomo di Milano. L’ultima The Next Tech Breakfast di StartupItalia! è dedicata al Foodtech, al futuro del cibo al cibo del futuro: una scommessa che per l’Italia vale 1 milione di nuovi posti di lavoro entro i prossimi 10 anni

Vodafone accelera le startup dedicate all’universo femminile: ecco le prime 5

Il Vodafone Institute for Society and Communications ha selezionato 5 startup per il programma di accelerazione F-LANE in partenza a Berlino. Tutte realtà che hanno come obiettivo il miglioramento della vita delle donne grazie alle loro soluzioni tecnologiche