Ernesto, la nuova piattaforma dei micro-lavori

La piattaforma ideata da Riccardo de Bernardinis, offre la possibilità di trovare in rete professionisti utili a lavori casalinghi e non solo

Si chiama Ernesto la piattaforma ideata da Riccardo de Bernardinis che offre la possibilità di trovare in rete professionisti utili a lavori casalinghi e non solo.

Ernesto nasce da una doppia esigenza: quella di dare la possibilità ai lavoratori di avere una propria vetrina e di mettersi in rete, e quella di rispondere alle esigenze di chi non sa a chi rivolgersi quando ha qualche problema in casa.

ernesto-handyman

«Ernesto – spiega de Bernardinis – si pone come ‘consulente di fiducia’ che diviene comune denominatore tra richiesta e offerta di lavoro. Attento e disponibile, attraverso i suoi servizi promuove una ‘nuova cultura’ delle dinamiche del lavoro sul territorio. Genera un vero e proprio ‘spazio sociale’ – aggiunge – utile al sostentamento del singolo lavoratore e delle PMI per promuovere e incentivare lo scambio tra i bisogni compatibili di chi offre e chi richiede, in una dimensione digitale immediata ed efficace».

Ernesto offre gratuitamente (in questa fase early stage) ai diversi lavoratori presenti sul sito, la possibilità di avere uno spazio per promuoversi e trovare quel lavoro che faticano a rimediare con i metodi tradizionali.

ernesto

«Già in poco tempo – spiega l’ideatore – abbiamo superato i 2000 lavoratori iscritti e la piattaforma è in continua crescita, nonostante si sia appena affacciata sul mercato. La gente sta cominciando a capire qual è l’idea originaria di questo progetto che mi è venuto in mente pensando a mio nonno che viveva in un paese del sud Italia. Mi raccontava sempre di un suo caro amico, Ernesto appunto, come di un personaggio amato da tutti incline ad aiutare il prossimo, una persona affidabile e disponibile. Oggi, nell’era tecnologica, ho voluto creare un’umanizzazione digitale di Ernesto, visto come uomo di fiducia». Da lì è partito tutto e in nove mesi è stata sviluppata l’idea grazie a un gruppo di programmatori e creativi.

«Siamo ancora in fase beta di ricerca e sviluppo – conclude de Bernardinis – al fine di identificare al meglio il nostro target e il modello di business più efficace. Ci diamo ancora un po’ di tempo e poi sapremo dare un’identità ancora più definita al nostro Ernesto».

Ernesto è disponibile sul sito web e in versione App per i sistemi operativi iOS e Android –

  • Giacomo Risitano

    Mi sembra davvero una grande idea!

Il “ricatto” cinese che ha fatto crollare bitcoin di 100 dollari in 1 minuto, spiegato

Bitcoin era tornato sopra i mille dollari e in un minuto è sceso di 100. Per colpa dei cinesi e, soprattutto, di un paradosso: i governi non possono controllare bitcoin ma possono, con le loro scelte, influenzarne l’andamento. Abbiamo cercato di capire il perché con il founder di Euklid, Antonio Simeone

Questa app sviluppata da Prospeh (H-Farm) ti dice da dove viene il cibo. OriginTrail

Prospeh è una startup di origini slovene ha sviluppato un’applicazione che mostra le informazioni sulla provenienza dei prodotti alimentari. Fa parte della seconda edizione del Food Accelerator, il programma di H-Farm

Il futuro di Internet non è nella fibra. Così Elon Musk ci farà connettere dallo spazio

Mentre Facebook ci prova con i droni, Space X vuole lanciare in orbita più di 4mila satelliti per portare internet ovunque. L’impresa è titanica se si pensa che ad oggi ci sono solo 24 satelliti nello spazio per il GPS e che le aziende che ci hanno provato prima hanno fallito

F-Secure compra la (ex) startup italiana fondata dall’hacker Andrea Barisani

Exit per la startup di sicurezza informatica di Trieste, comprata dal gruppo del colosso finlandese degli antivirus. Con l’ingresso nel gruppo, Barisani diventa nuovo capo della Sicurezza hardware di F-Secure