Ernesto, la nuova piattaforma dei micro-lavori

La piattaforma ideata da Riccardo de Bernardinis, offre la possibilità di trovare in rete professionisti utili a lavori casalinghi e non solo

Si chiama Ernesto la piattaforma ideata da Riccardo de Bernardinis che offre la possibilità di trovare in rete professionisti utili a lavori casalinghi e non solo.

Ernesto nasce da una doppia esigenza: quella di dare la possibilità ai lavoratori di avere una propria vetrina e di mettersi in rete, e quella di rispondere alle esigenze di chi non sa a chi rivolgersi quando ha qualche problema in casa.

ernesto-handyman

«Ernesto – spiega de Bernardinis – si pone come ‘consulente di fiducia’ che diviene comune denominatore tra richiesta e offerta di lavoro. Attento e disponibile, attraverso i suoi servizi promuove una ‘nuova cultura’ delle dinamiche del lavoro sul territorio. Genera un vero e proprio ‘spazio sociale’ – aggiunge – utile al sostentamento del singolo lavoratore e delle PMI per promuovere e incentivare lo scambio tra i bisogni compatibili di chi offre e chi richiede, in una dimensione digitale immediata ed efficace».

Ernesto offre gratuitamente (in questa fase early stage) ai diversi lavoratori presenti sul sito, la possibilità di avere uno spazio per promuoversi e trovare quel lavoro che faticano a rimediare con i metodi tradizionali.

ernesto

«Già in poco tempo – spiega l’ideatore – abbiamo superato i 2000 lavoratori iscritti e la piattaforma è in continua crescita, nonostante si sia appena affacciata sul mercato. La gente sta cominciando a capire qual è l’idea originaria di questo progetto che mi è venuto in mente pensando a mio nonno che viveva in un paese del sud Italia. Mi raccontava sempre di un suo caro amico, Ernesto appunto, come di un personaggio amato da tutti incline ad aiutare il prossimo, una persona affidabile e disponibile. Oggi, nell’era tecnologica, ho voluto creare un’umanizzazione digitale di Ernesto, visto come uomo di fiducia». Da lì è partito tutto e in nove mesi è stata sviluppata l’idea grazie a un gruppo di programmatori e creativi.

«Siamo ancora in fase beta di ricerca e sviluppo – conclude de Bernardinis – al fine di identificare al meglio il nostro target e il modello di business più efficace. Ci diamo ancora un po’ di tempo e poi sapremo dare un’identità ancora più definita al nostro Ernesto».

Ernesto è disponibile sul sito web e in versione App per i sistemi operativi iOS e Android –

Qual è la miglior serie tv sulle startup? Risponde Upday, l’app per le digital news. | VIDEO

Da “L’isola del tesoro” di Stevenson, alle gradi opportunità che offre Lisbona. L’app per digital news di Axel Springer punta forte sul mobile journalism e sulla qualità del proprio prodotto editoriale

Il motore di ricerca della moda cresce e aggiunge altre città | Papèm

La startup, guidata da Alberto Lo Bue e Carlo Alberto Lipari, dopo aver ricevuto il premio Endeavor ai MYllennium awards, ha annunciato che l’espansione non si fermerà fino a quando Papèm non sarà presente in ogni angolo di tutte le città

Petit Pli, gli abiti progettati per crescere insieme ai bambini

Petit Pli è una tuta sportiva neutra e impermeabile il cui tessuto si allunga e si adatta perfettamente a bambini dai 6 mesi ai 3 anni. In questo modo i genitori non saranno costretti a comprare di continuo vestiti per i loro figli in crescita

Efficienza energetica in edilizia. La call di Klimahouse Startup Award

C’è tempo fino al 20 novembre per partecipare alla seconda edizione della call per startup europee attive nell’ambito delle tecnologie legate allo smart building, allo smart living e alla smart city che mettano al centro del proprio operato la sintonia tra uomo e natura

Prodotti tech certificati in base alla (cyber) sicurezza | La proposta di Andrus Ansip

Il vicepresidente della Commissione europea pensa ad una rete di uffici di cybersecurity diffusi in tutti gli Stati dell’Unione, incentrati sulla certificazione delle misure di sicurezza informatica attuate dai prodotti