Exit per ProfumeriaWeb, che vale 6 milioni. L’annuncio di Digital Magics

Digital Magics aveva investito sull’eCommerce di ProfumeriaWeb un anno e mezzo fa: da allora la startup, il cui controllo da oggi passa alla società semplice Free Bird, ha quasi quadruplicato i ricavi e il numero di clienti

La startup italiana dell’eCommerce di profumi, cosmetici, prodotti per capelli e make-up ProfumeriaWeb, ha chiuso un round che è anche un’exit. Lo apprendiamo da una nota appena diffusa da Digital Magics.

Award_Cioffi

ProfumeriaWeb vale 6 milioni

Nell’ambito di un round di investimento (club deal) per ProfumeriaWeb, che ha una valutazione pre-money di oltre 6 milioni di Euro, organizzato con il contributo di Digital Magics, l’incubatore ha ceduto le quote (5%) che deteneva in ProfumeriaWeb alla società Free Bird. L’importo del deal non è stato diffuso ma, informa Digital Magics “la plusvalenza generata è di un multiplo a tre cifre rispetto all’investimento”. “Free Bird – continua la nota – è una società semplice che fa capo a un imprenditore e investitore seriale, con un’esperienza trentennale in aziende multinazionali come top manager e in numerosi investimenti realizzati negli ultimi anni in startup innovative”.

I numeri di ProfumeriaWeb

Il fatturato 2016, secondo i dati diffusi dall’acceleratore d’impresa fondato da Enrico Gasperini, ha registrato un incremento dell’80% rispetto al 2015, anno in cui la crescita era a sua volta consistente, attestandosi al 100% rispetto all’anno precedente. Su ProfumeriaWeb sono disponibili oltre 8 mila prodotti, fortemente scontati e consegnati in 2-3 giorni lavorativi dall’ordine. L’eCommerce beauty ha all’attivo più di 120 mila clienti e a dicembre 2016 ha registrato più di 600 mila visite e 2,5 milioni di pagine viste. In tutto il 2016 le visite sono state circa 3,8 milioni, con una crescita del 78% sull’anno precedente. L’azienda è inoltre profittevole già da diversi anni.

Digital Magics aveva investito 18 mesi fa, quando la startup consolidava i risultati 2014. Da allora ProfumeriaWeb ha quasi quadruplicato i ricavi e il numero di clienti, confermandosi come primo operatore “pure player” digitale del settore in Italia.

Il senso dell’exit, per Digital Magics e il Ceo della startup

«I numeri raggiunti da ProfumeriaWeb confermano l’efficacia del nostro modello di selezione e incubazione che, in tempi brevi, ha portato alla realizzazione di questo ottimo risultato», ha dichiarato, un una nota, Alessandro Malacart, amministratore delegato Corporate & Finance di Digital Magics. «Siamo molto soddisfatti di aver affiancato Vincenzo Cioffi: ha dimostrato di avere le capacità imprenditoriali giuste e, anche grazie al nostro supporto, ProfumeriaWeb ha raggiunto la maturità necessaria per attrarre investitori importanti».

Mentre per Vincenzo Cioffi, founder e Ceo di ProfumeriaWeb, «il percorso fatto insieme a Digital Magics da un lato ha aiutato l’azienda a crescere e affermarsi, attraendo anche nuovi investitori che stanno per partecipare a un’importante operazione di fund raising finalizzata all’ulteriore crescita; dall’altro ha consentito all’incubatore di valorizzare al meglio, con una forte plusvalenza, il proprio apporto di consulenza e accelerazione». «L’operazione, inoltre, contribuisce a riconoscere il nostro merito di aver dato vita a una startup che, seppure in così forte crescita, riesce anche a essere profittevole e in sano equilibrio economico e finanziario».


ERRATA CORRIGE del 26/01/2017 – Dall’Ufficio Stampa di Digital Magics riceviamo e pubblichiamo:

“Digital Magics, business incubator quotato sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana (simbolo: DM), con riferimento al Comunicato su ProfumeriaWeb, rettifica quanto comunicato il 23 gennaio 2017.

L’incubatore Digital Magics ha realizzato la propria exit dal capitale sociale di ProfumeriaWeb, cedendo le proprie quote (5%) alla società Free Bird. I Fondatori di ProfumeriaWeb continuano a mantenere una quota di controllo del capitale della startup.

La vendita di quote da parte di Digital Magics, con conseguente “uscita” dall’investimento, ha generato una plusvalenza con un multiplo a tre cifre rispetto all’investimento. Oggi la valutazione pre-money di ProfumeriaWeb è di oltre 6 milioni di Euro”.

Il motore di ricerca della moda cresce e aggiunge altre città | Papèm

La startup, guidata da Alberto Lo Bue e Carlo Alberto Lipari, dopo aver ricevuto il premio Endeavor ai MYllennium awards, ha annunciato che l’espansione non si fermerà fino a quando Papèm non sarà presente in ogni angolo di tutte le città

SeaSeeker, la maschera realizzata con Snapchat che scatta foto sott’acqua

È la versione subacquea degli occhiali Spectacles del social network del fantasmino. Può essere immersa per 30 minuti e fino a 45 metri di profondità per regalare ai turisti ricordi esclusivi delle loro esperienze in vacanza

Efficienza energetica in edilizia. La call di Klimahouse Startup Award

C’è tempo fino al 20 novembre per partecipare alla seconda edizione della call per startup europee attive nell’ambito delle tecnologie legate allo smart building, allo smart living e alla smart city che mettano al centro del proprio operato la sintonia tra uomo e natura

Prodotti tech certificati in base alla (cyber) sicurezza | La proposta di Andrus Ansip

Il vicepresidente della Commissione europea pensa ad una rete di uffici di cybersecurity diffusi in tutti gli Stati dell’Unione, incentrati sulla certificazione delle misure di sicurezza informatica attuate dai prodotti