Finalmente una banca apre una linea di credito di 300K a una startup. Velasca

Intesa Sanpaolo ha firmato un finanziamento da 300K per la startup di Enrico Casati e Jacopo Sebastio. Altre risorse per crescere, dopo i 720K entrati a novembre 2016, con P101 come lead investor

Non solo venture capital. Anche le banche possono sostenere le startup. Dopo i 720K di equity entrati a novembre 2016, con P101 come lead investor, Intesa Sanpaolo ha concesso un finanziamento da 300K a Velasca, la startup di Enrico Casati e Jacopo Sebastio, che ha sviluppato una piattaforma di ecommerce di scarpe di alta qualità Made in Italy a prezzi accessibili. «Un bel segnale da parte del mercato del debito italiano nei confronti dell’innovazione e mondo startup – ha commentato Matteo Todisco, Content & Communication Manager di Velasca – questo investimento è destinato a finanziare l’incremento del nostro magazzino, a sostegno della crescita». Anche Jacopo Sebastio, co-founder di Velasca ha sottolineato come si tratti di «una linea di credito da parte di una banca, e che servirà ad incrementare il nostro magazzino. Nel piano industriale – ha aggiunto – che abbiamo presentato a novembre agli investitori era prevista anche l’apertura di una linea di credito per permetterci di finanziare il capitale circolante, e quindi di crescere». Oltre ai fondi di venture capital aggiunge ancora Sebastio «anche le banche iniziano a sostenere le startup. Un bel segnale».

Velasca

Velasca – il team

Che fa Velasca

Velasca è un marchio che produce e commercializza calzature e accessori di alta qualità Made in Italy a prezzi accessibili. Un ottimo esempio di come l’artigianato può essere esportato grazie ai  canali internet e mobile, tutto con una strategia di comunicazione digitale innovativa. Fondata nel 2013 da Enrico Casati e Jacopo SebastioVelasca nasce per rispondere all’esigenza del consumatore amante del lusso di poter calzare un pezzo unico della tradizione artigianale italiana ad un prezzo accessibile e ovunque nel mondo attraverso i canali digitali e si inserisce in un settore, quello dell’online fashion, che solo in Italia vale oltre 1,8 miliardi di euro ed ha un tasso di crescita medio annuo pari al 30%.

Leggi anche: Velasca chiude un round da 720K. Dentro P101 con 370 mila euro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il food italiano parte alla conquista della Cina con la startup Ventuno

Le sorelle Di Franco hanno inventato un modo per presentare l’italian food all’estero: eleganti box a tema regionale con prodotti locali. E ora la piattaforma sarà una delle dieci finaliste dell’Italian Scaleup Initiative in China

Imparare a guidare con la realtà virtuale e aumentata. Il progetto di Guida e Vai

Salvatore Ambrosino, cofondatore e direttore commerciale di Guida e Vai, ha ideato un nuovo sistema di insegnamento per preparare all’esame di teoria le nuove generazioni. I ragazzi potranno simulare con smartphone e visore le situazioni che potrebbero incontrare su strada

Hephaestus Venture, il fondo che porta le startup italiane in Brasile

Il fondo ha la missione di supportare le startup nei processi di internazionalizzazione verso il Brasile, un mercato emergente e in forte crescita, se si pensa che il 57.4% dei finanziamenti in America Latina si concentra in questo Paese.

Cyber-Diplomacy | Che cos’è e qual è il ruolo dell’Italia (nel G7)

Le relazioni internazionali sono chiamate ad avere un ruolo specializzato al Cyber Spazio e devono agire al suo interno per supportare il complesso di accordi e regole di carattere internazionale oggi ancora incompleto in proposito