Speed MI Up cerca 15 startup per il suo nono programma di accelerazione

Fino al 14 aprile aperto il nuovo bando dell’incubatore di di Università Bocconi e Camera di Commercio di Milano. I posti disponibili sono 15

Speed MI Up cerca 15 nuove imprese innovative. Le startup possono accedere ai servizi dell’incubatore di Università Bocconi e Camera di Commercio con la partecipazione del Comune di Milano. Il bando si è aperto il 6 marzo e si chiude il 14 aprile 2017. Speed MI Up non entra nel capitale della startup e offre un percorso di accompagnamento al mercato tramite due anni di incubazione e altri cinque durante i quali le startup continuano a usufruire di alcuni dei servizi messi a loro disposizione. I beneficiari del bando di Speed MI Up sono aspiranti imprenditori e imprese attive da meno di 20 mesi. La selezione avverrà in base a un elevator pitch (un video di massimo 3 minuti), un business plan, il cv di partecipanti e soci. QUI è disponibile un videocorso di 12 ore per l’elaborazione del business plan e le istruzioni per la realizzazione del video dell’elevator pitch.

Speed MI Up

Tutorship e networking

Imprese e aspiranti imprenditori che supereranno la selezione potranno usufruire di tutorship continuativa espressa da docenti Bocconi, business review periodiche, formazione dedicata alle startup curata da docenti Bocconi, SDA e Formaper, Consulting Bureau su temi legali, di finanziamenti pubblici, marketing e digital media, networking con investitori, eventi di knowledge sharing.

Dal 2013 tante storie di successo

Quello che si è aperto il 6 marzo è il nono band di Speed MI Up. Inaugurato nel 2013, l’incubatore vanta storie di successo come Cercaofficina.it (ricerca preventivi online per riparazioni auto), D1 Milano (orologeria), Diferente (drink analcolici), My Cooking Box (lo «chef in scatola»), One Tray (vassoi portaoggetti per i check di sicurezza in aeroporto), Quattrocento (e-commerce di occhiali), Mind The Gum (integratore alimentare sotto forma di chewing gum), Wash Out (servizio di autolavaggio a domicilio senza acqua).

Fra i partner di Speed MI Up impegnati a supportare le startup: PwC (consulenza su temi fiscali e legali), UBI Banca (accesso agevolato al credito), Innovhub (servizi per l’innovazione), Conlabora (supporto nella partecipazione a bandi pubblici di finanziamento), MediaMatic (piani di comunicazione digitale), Imageware (comunicazione e media planning), Aruba (cloud computing). A partire da questo bando si aggiungono Amazon Web Services per i servizi di cloud computing e Studio Franzosi Dal Negro Setti per i servizi legali che vanno dalla scelta del modello societario alla valutazione delle forme di finanziamento.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Facebook e YouTube lavorano contro la propaganda terroristica sulle loro piattaforme

Il social per eccellenza e il portale di videosharing si attrezzano per fare fronte alla minaccia estremista con un misto di tecnologia e buon senso: il riconoscimento automatico spesso non basta a eliminare i contenuti pericolosi

Cyber-Diplomacy | Che cos’è e qual è il ruolo dell’Italia (nel G7)

Le relazioni internazionali sono chiamate ad avere un ruolo specializzato al Cyber Spazio e devono agire al suo interno per supportare il complesso di accordi e regole di carattere internazionale oggi ancora incompleto in proposito