Il futuro della medicina in 12 progetti. #MeetSanofi – VIVA le startup in salute

Le migliori startup della salute si danno appuntamento presso Sanofi Italia per #MeetSanofi – VIVA le startup in salute. In programma un confronto sui temi di digital e social innovation nell’ambito salute, una mappatura delle realtà che innovano nelle scienze della vita

Il 29 marzo, alle 18, le migliori startup della salute si danno appuntamento presso Sanofi Italia, in viale Luigi Bodio 37/b, per #MeetSanofi – VIVA le startup in salute. Nel corso dell’evento in programma un confronto sui temi di digital e social innovation nell’ambito salute, una mappatura delle realtà che innovano nelle scienze della vita, una condivisione di storie di successo e l’invito a partecipare alla startup competition di Parigi. Proprio in Francia, infatti, dal 15 al 17 giugno, all’interno di VIVA Technology, prende il via Tech for health. Per registrarsi e partecipare QUI. Intervengono Saverio Murgia (fondatore di Horus Technology), Antonio Perdichizzi (vice-presidente di Italia Startup, l’associazione italiana di categoria di riferimento), Roberto Ascione (CEO di Healthware International). Ecco le startup ospiti di #MeetSanofi.

#MeetSanofi

Dall’alto a sinistra, 4 delle 10 startup che partecipano a #MeetSanofi il 29 marzo: Pedius, InnovaFarmacia, Amyko e BrainControl

1. Amyko

Amyko​​ è un servizio in cloud a 360 gradi a supporto di tutto l’ambito e-health​. Tramite Amyko l’utente può gestire la propria vita documentale e monitorare la propria salute semplificando la gestione in un’unica piattaforma grazie ad una user experience dinamica, customizzabile, semplice e con un approccio molto interattivo. Grazie ad un braccialetto Made in Italy, dotato di tecnologia passiva NFC, l’utente può sentirsi più sicuro con le funzioni di safety; inoltre può essere identificato e può far visualizzare le proprie informazioni, in caso di emergenza, semplicemente avvicinando uno smartphone al bracciale. Nel team di Amyko, Filippo Scorza, Riccardo Zanini, Marcello Bonora.

2. aXurge

aXurge è una piattaforma che supporta lo specialista vascolare nel trattamento dell’aneurisma aortico addominale. Grazie a innovativi algoritmi matematici, permette di analizzare al meglio le informazioni, e aiuta il medico nella configurazione dell’eventuale intervento. aXurge nasce da Moxoff, spinoff del Politecnico di Milano specializzato nello sviluppo di metodi numerici e statistici, EPFL e Università di Milano. Nel team Claudia Colciago.

3. Braincontrol

Braincontrol è un dispositivo medico che consente il controllo di tecnologie assistive mediante il pensiero. Il progetto ha come obiettivo quello di consentire a chi è affetto da patologie come tetraplegia, Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA), Sclerosi Multipla, e distrofie muscolari di varia natura, di superare disabilità motorie e di comunicazione. È quindi rivolta, innanzi tutto, ai pazienti affetti da malattie che paralizzano completamente o in parte la persona, ma non ne intaccano le capacità intellettive. Il sistema ridarà a questi pazienti la possibilità di interagire e comunicare a livelli inimmaginabili fino a pochi anni fa. Comunicare sentimenti e bisogni, muovere la propria sedia a rotelle, interagire con amici e parenti mediante social network, email, sms, accendere o spegnere le luci e perfino controllare dispositivi robotici ed esoscheletri. Nel team Pasquale Fedele

4. HeartWatch

HeartWatch è uno strumento di self-screening per patologie cardiache e respiratorie totalmente non invasivo e alla portata di tutti. E’ sviluppato dal team di Guido Magrin.

5. Pedius

Pedius è un sistema di comunicazione che consente alle persone sorde di effettuare telefonate utilizzando le tecnologie di riconoscimento e sintesi vocale. Pedius è un progetto sviluppato dalla startup di Lorenzo Di Ciaccio.

6. Pharmap

Giuseppe Mineo e Giulio Lo Nardo sono i founder del progetto Pharmap, una piattaforma con le migliori farmacie a portata di click. Il sistema sviluppato dalla startup ti permette di scegliere i prodotti e di averli consegnati in un breve lasso di tempo.

7. Promeditec

Promeditec, la startup di Andrea Mezzanzanica, Luca Emili e Lorenzo De Marino, si occupa di sviluppare tecnologie innovative nell’ambito dei Clinical Trials. Una di queste tecnologie è Appclinical Trial, piattaforma web per la gestione, delle informazioni, delle attività e dei documenti degli studi clinici. La piattaforma consente di condividere con tutti gli attori della ricerca clinica uno “spazio comune” focalizzato sulle diverse esigenze.

8. Quipu

Quipu è una startup innovativa fondata nel gennaio 2011 come spin-off del Consiglio Nazionale delle Ricerche e dell’Università di Pisa. Il team comprende tre ingegneri, che condividono 15 anni di esperienza di lavoro nel campo degli ultrasuoni biomedicali, un laureato in economia con 10 anni di esperienza nella gestione delle vendite, sviluppo del business e delle relazioni con clienti e partners e due medici con una forte esperienza nel campo della ricerca sulle malattie cardiovascolari. Quipu progetta una nuova generazione di sistemi biomedicali ad ultrasuoni basati su applicazioni software. «Noi di Quipu – fanno sapere dal team – crediamo che le applicazioni saranno al centro dei sistemi ad ultrasuoni futuri, dando in questo modo a tali dispositivi una forte spinta in termini di usabilità e di nuovi scenari di utilizzo. Nella nostra visione, la prossima generazione di dispositivi ad ultrasuoni sarà costituita da uno scanner intelligente, un PC / tablet standard ed il nostro software basato su applicazioni. Questa architettura innovativa offre grandi vantaggi perché rende più semplice l’ecografia e accelera il processo di innovazione. I nostri clienti – hanno aggiunto – sono gli operatori sanitari, come ospedali, cliniche, centri di assistenza primaria, professionisti e, più in generale, tutti gli utenti di sistemi ecografici». Nel team di Quipu anche Francesco Faita

9. Unico – The other design

Opendot e Fondazione TOG hanno sviluppato il progetto Unico – The other design, che ruota intorno ad oggetti su misura e ausili di design co-progettati da maker, terapisti, bambini con disabilità e le loro famiglie, per facilitare la vita quotidiana e migliorarne la qualità. Nel team Enrico Bassi e Antonia Madella Noja.

10. InnovaFarmacia

InnovaFarmacia è un progetto nato per rispondere al bisogno di conoscenza degli utenti della rete in merito al tema della salute. Si basa sul concetto del passaparola di fiducia ovvero sulla veicolazione delle informazioni attraverso “persone” e punti di riferimento reali e di fiducia degli utenti, e pertanto informazioni ritenute automaticamente veritiere. “Ti fidi del tuo medico? Del tuo farmacista ? Cercalo su Internet e ti risponderà. «InnovaFarmacia offre gli strumenti per comunicare con gli utenti attraverso google e i social – spiegano i founder Mauro Sanua, Domenico Leone – InnovaFarmacia ha come mission la messa a disposizione degli strumenti necessari a medici specialisti e a farmacie per diffondere la coltura sulla salute e le informazioni corrette. Le aziende che operano in ambito farmaceutico possono interagire con il mezzo innova farmacia e presidiare il web e i canali social per il tramite della voce autorevole del medico di fiducia, governando l’informazione in modo diretto».

11. inEquipe

InEquipe è una mobile app, un luogo virtuale riservato che favorisce la comunicazione tra medici, la condivisione di casi clinici nel mondo e il reperimento agevole di informazioni legate alla professione medica. Uno strumento efficace, smart e mobile in grado di garantire rapidità di comunicazione evitando dispersione di tempo e risorse. Un ambiente free rivolto a tutti i professionisti abilitati nel mondo, ma allo stesso tempo capace di generare verticalizzazioni dedicate alle aziende sanitarie, assicurative, farmaceutiche che vogliono parlare con i propri medici. Nel team Luca Damiano, Lorenza Mariani.

12. SE.RI.B

SE.RI.B. sta per Servizi per la Ricerca Biomedica nasce dalla Fondazione Onlus Ricerca e Salute e si occupa di vari ambiti della salute, dalla ricerca tradizionale alla ricerca nella vita reale e quotidiana del paziente. CEO, Dr. Roberto Adrower, Dr. Domenico Giorgio Cassarà,  Co-Founder.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Un box di delizie e un kit per la ricetta. L’ecommerce Caciocavallo Impiccato

Dal kit basic a quello gourmet, c’è tutto l’occorrente per preparare il caciocavallo impiccato, inclusa l’asta brevettata per tenerlo sopra una fonte di calore. Prevista a breve anche una rete di Street Food e un carrello-cucina per i ristoranti. Il progetto di Saverio Mancino nei dettagli

Allarme mondiale: il ransomware Petya dilaga bloccando trasporti, centrali elettriche e perfino Chernobyl

L’attacco, forse condotto con “Petrwap” una variante del virus Petya, già nota agli esperti, attacca le macchine Windows. Come già accaduto con Wannacry, anche in questo caso il ransomware utilizza l’exploit EternalBlue rubato alla NSA