Treedom ha chiuso un round da 2,45M. Dentro anche Ersel, Rancilio, U-Start e Sella Ventures

Il progetto (basato a Firenze) ha sviluppato una piattaforma grazie alla quale è possibile finanziare la piantumazione di alberi e seguirne la crescita

Treedom ha chiuso un round di finanziamento (il primo) in aumento di capitale per 2.450.000 Euro, a cui hanno aderito, oltre al Club Deal capitanato da Ersel, Antonello Manuli Holding, Rancilio Cube, i membri dello U-Start Club, l’investitore istituzionale Banca Sella Holding tramite Sella Ventures e altri investitori privati. L’azienda fiorentina ha sviluppato un sistema che permette a chiunque di finanziare la piantumazione di alberi a livello globale. La decisione della società di aprire il capitale a nuovi investitori è motivata da obiettivi di crescita, sia in ambito corporate sia consumer, non solo a livello locale ma anche attraverso un processo di internazionalizzazione. Treedom ha recentemente lanciato anche un piano di stock options per rendere i propri collaboratori partecipi dei risultati e della crescita aziendale.

Treedom

Treedom – il team

Impresa giovane, innovativa e a forte impatto sociale

«L’ingresso nella compagine sociale di Treedom – ha spiegato Luca Rancilio di Rancilio Cube, il primo degli investitori ad aver creduto in Treedom, ha commentato – rappresenta, per me e per la famiglia Rancilio, un investimento ideale in una impresa giovane, innovativa, profittevole e allo stesso tempo con un forte impatto sociale. È un passo importantissimo nella nostra strategia di impact investing e siamo molto felici di poter dare tutto il nostro supporto per il successo della società fiorentina».

Impact investing con un modello di business solido

«Treedom – ha aggiunto Andrea Colombo, Founding Partner di U-Start – è una società unica nel suo genere: rappresenta infatti una delle poche realtà digitali di impact investing con un modello di business solido, un ampio e maturo mercato di riferimento e un impatto sociale autentico. Un investitore privato moderno deve sempre di più considerare, oltre all’allocazione in Venture Capital, prerogativa fondamentale nella costruzione del proprio portafoglio di investimento, anche l’impact investing e il venturephilanthropy».

Gli alberi al centro

Costituitasi nel 2010, Treedom ha sviluppato una piattaforma online grazie alla quale è possibile anche seguire la crescita degli alberi tramite una pagina web dove vengono geo-localizzati e fotografati. La società offre anche servizi di green branding, che puntano a valorizzare l’impegno ecologico delle aziende con soluzioni di marketing e comunicazione in campo ambientale.

Treedom, inoltre, permette di quantificare e riassorbire la CO2 prodotta dalle attività delle aziende attraverso analisi approfondite e validabili dai principali enti di certificazione, sulla carbon footprint di prodotti, servizi e organizzazioni, secondo gli standard ISO di riferimento.