Perchè non bisogna avere paura di raccontare la propria idea di startup

Raffaele Gaito in questo video ci racconta perché è importante condividere i propri progetti. “Quello che conta non sono le idee, ma le persone che fanno le idee”

Senza girarci troppo intorno, una delle paure più grandi di chi inizia un percorso di startup è che gli venga rubata l’idea.

Giovani o meno giovani, non fa nessuna differenza, tutti passano almeno una volta nella fase “non parlo della mia idea altrimenti me la rubano”.

Lo vedo di continuo, dagli eventi dal vivo alle discussioni online, c’è sempre qualcuno che agita lo spauracchio dell’idea rubata come scusa per non discuterne con gli altri.

Parlare della propria idea è, in realtà, il modo migliore per validarla, soprattutto in fase iniziale. Il modo migliore per avere feeedback, capirne le potenzialità, individuare eventuali punti di debolezza e così via.

In questo video racconto perché l’idea è sopravvalutata e perché non bisogna aver paura di parlarne con gli altri!

Il video

Alla scoperta delle frontiere digitali della didattica: il 5 maggio c’è l’Edu Day a L’Aquila

Si terrà in Abruzzo la seconda edizione dell’Edu Day di Microsoft, una giornata di formazione e informazione dedicata a insegnanti, animatori digitali e dirigenti scolastici sulle nuove tecnologie digitali per la didattica

Un metodo per stampare in 3D con la polvere di Marte

L’idea quasi fantascientifica della colonizzazione dello spazio ha ispirato i ricercatori della Northwestern University che hanno pensato a un modo per realizzare strumenti necessari alla vita umana con la fabbricazione digitale sfruttando le risorse del suolo extraterrestre

La Nato aprirà un centro di Info warfare, a Helsinki

“Il centro – ha detto il ministro degli Esteri finlandese Timo Soini in conferenza stampa – è stato realizzato per sensibilizzare alle minacce ibride e a come queste possano sfruttare le vulnerabilità delle moderne società occidentali.