L’investor network di Invitalia Ventures a quota 150 adesioni

Il fondo di Vc guidato da Salvo Mizzi annuncia l’ingresso di nuovi partners internazionali (molti sono francesi)

“Centocinquanta adesioni, con asset management che supera complessivamente i 19 miliardi di euro e all’attivo più di 5.000 investimenti in startup worldwide. La piattaforma della Venture Industry continua a crescere notevolmente grazie all’ingresso di nuovi player internazionali. Questo trend conferma l’interesse crescente degli investitori esteri per il mercato italiano“. Lo comunica, in una, l’ufficio stampa di Invitala Ventures sgr.

Nel network 1 investitore su 2 è estero

Per il fondo di Vc istituzionale guidato da Salvo Mizzi, “questa piattaforma per l’innovazione italiana si caratterizza sempre di più per una presenza crescente di operatori esteri (50% della rete) che guardano con attenzione alle opportunità di investimento nelle migliore startup italiane”.

I nuovi partners internazionali

Nei primim mesi del 2017 hanno aderito alla piattaforma:CapAgro (Fondo di venture capital francese specializzato nell’Agro industria);Hovione Capital (Corporate Venture portoghese del gruppo omonimo attivo nel settore Healthcare); Helsinn Investment (Corporate Venture del gruppo svizzero Helsinn, operativo nel settore Healthcare);Dassault Systèmes (società italiana, che fa capo al gruppo francese Dassault, attiva nel comparto Software);Ecomachines Ventures (fondo britannico specializzato nel settore delle energie rinnovabili);IDInvest e Sofimac Partners (primari fondi VC francesi multistage).

I partners italiani

“Siamo anche molto lieti – continua la nota di Invitalia Ventures – di poter contare su nuovi importanti partner italiani quali Fondazione Cottino, Fondazione Feltrinelli e Italian Angels for Biotech.  Esce invece del nostro Investor Network il gruppo cinese Han’s Laser”. “Ci impegniamo a costruire un network equilibrato sia in termini geografici che industriale/settoriale in modo da offrire reale opportunità di co-investimento alle nostre migliori startup”.

Blockchain per i rifugiati: ecco come la usa (bene) la Finlandia

Il progetto con la startup locale Moni coinvolge migliaia di persone: una carta-conto e un’identità digitale memorizzate su blockchain pubbliche lavorano per l’inclusione sociale dei migranti

Airbnb vale 6,5 miliardi di euro per i ristoranti, 257 milioni a Roma

Un rapporto della piattaforma su 44 metropoli internazionali indaga l’impatto degli ospiti sulla ristorazione locale: in media spendono fra i 40 e i 100 dollari a serata, spesso nel quartiere dove alloggiano

Centy ed Eggup | Che fanno le 2 nuove startup di Digital Magics

I due nuovi progetti innovativi di Digital Magics. Ronchini: «Ci hanno convinto non solo per l’elevato valore innovativo, ma soprattutto per le risposte concrete che queste due startup hanno dato ai rispettivi mercati»