Round da 370K per Mamma M’Ama. Dentro anche Shark Bites e Rancilio Cube

Aumento di capitale per la startup che produce e vende pappe fresche, bio, artigianali per lo svezzamento dei bimbi dai 4 ai 36 mesi. Grazie a questo finanziamento, Mamma M’Ama potenzierà la piattaforma ecommerce, la logistica e lancerà nuovi prodotti

Mamma M’Ama raccoglie 370 mila euro da investitori e business angel. La startup produce e vende pappe fresche, bio, artigianali per lo svezzamento dei bimbi dai 4 ai 36 mesi.  Coinvolti nell’operazione: 7 manager e professionisti con esperienza in digitale, commercio elettronico, retail e marketing in aziende internazionali come Yoox, Nike, Armani, Bottega Veneta, Prada, Ferragamo. Shark Bites, holding italiana specializzata in investimenti seed ed early stage. Rancilio Cube, family office e business accelerator fondato dalla famiglia Rancilio. Ludovico Maggiore, imprenditore e investitore e SAF Financial, holding italiana di investimenti in startup high tech. Le tre founder di Mamma M’Ama sono Erica Della Bianca (ceo), Sonia Matteoni (Responsabile Produzione) e Sonia Litrico (Responsabile Commerciale) mantengono una quota di controllo del capitale della startup (58,6%). Il Gruppo italiano Voltan Holding detiene il 15,2%. Tra i soci anche Andrea Pagliara, esperto di M&A, che supporta la startup nella consulenza finanziaria. Grazie al finanziamento, Mamma M’Ama potenzierà la piattaforma ecommerce, rilasciando una nuova versione e migliorando i processi e la logistica per acquisti e consegne. Rafforzerà il proprio posizionamento sul mercato italiano con: lancio di nuovi prodotti, accordi commerciali con supermercati specializzati bio, farmacie, hotel e parchi tematici per le famiglie, attività di marketing e comunicazione come il restyling del pack dei prodotti, promozioni e abbonamenti personalizzati.

Mamma M'Ama

Mamma M’Ama – il team: Erica Della Bianca (ceo), Sonia Matteoni (Responsabile Produzione) e Sonia Litrico (Responsabile Commerciale)

Nuova fase per la nostra startup

«Siamo davvero felici per la fiducia che questi importanti investitori hanno riposto in noi – hanno dichiarato Erica Della Bianca, Sonia Matteoni e Sonia Litrico – è una dimostrazione importante che premia l’impegno e l’entusiasmo che ogni giorno dedichiamo alla nostra startup. Stiamo già iniziando a lavorare attivamente con i nuovi soci, ad esempio nello sviluppo di abbonamenti online personalizzati: vogliamo aiutare i genitori durante lo svezzamento dei bambini e grazie al nostro e-commerce sarà possibile avere sempre pappe biologiche e fresche nel frigo, risolvendo così tutte le emergenze legate al momento pappa. Da oggi – hanno aggiunto – Mamma M’Ama lavorerà a un piano di crescita che porterà la nostra neonata azienda in una nuova fase di vita, proprio come accade ai nostri piccoli clienti dopo lo svezzamento».

Accordi con Eataly e NaturaSì

La startup ha anche stretto accordi con EcorNaturaSì ed Eataly. Le pappe Mamma M’Ama sono presenti nel banco frigo degli store Eataly di Torino Lingotto, Pinerolo (Torino), Milano Smeraldo, Piacenza e Roma e nei punti vendita NaturaSì del Nord. Le partnership con Eataly ed EcorNaturaSì rientrano in un progetto più ampio per promuovere la cultura dell’alimentazione sana per i bambini, coinvolgendo le mamme e i papà italiani con corsi di formazione e svezzamento. I prodotti Mamma M’Ama si trovano anche a Leolandia, parco divertimenti per bambini in provincia di Bergamo e al Luneur Park a Roma.

Così è nata Mamma M’Ama

L’idea è nata da tre mamme, che dopo l’esperienza della maternità hanno deciso di affrontare una nuova sfida imprenditoriale: fondare insieme una startup, volendo offrire ai genitori un’alternativa all’omogeneizzato industriale.

Banca etica stanzia 90K per progetti di promozione culturale (per il crowdfunding)

Fino al 26 maggio è possibile partecipare alla selezione di 15 progetti da inserire sulla piattaforma di Produzioni dal Basso. Il bando è aperto a proposte di produzioni culturali che promuovono la sostenibilità sociale, ambientale o nuove forme di cittadinanza attiva

Ocean Cleanup ripulirà il Pacifico dalla plastica a partire dal 2018

La startup di Boyan Slat ha implementato una barriera galleggiane in grado di concentrare tutto l’inquinamento plastico e permetterne il recupero. Il sistema sarà impiegato nel Great Pacific Garbage Patch, uno dei più consistenti accumuli di immondizia marina al mondo

Impact Hub Milano cerca 5 startup a impatto sociale. IHM Acceleration

Fino al 25 giugno l’incubatore milanese concentrato sull’impact investing seleziona i cinque migliori progetti d’impresa nel campo dell’impatto sociale e ambientale e beneficiare di risorse in denaro e servizi in cambio di equity