Balenciaga e la borsa “uguale” a quella di Ikea. L’analisi di Matteo Flora

La somiglianza tra le due shopper è stata notata subito e sui social si è scatenata una battaglia a suon di tweet e meme in cui la mitica Frakta di plastica esce vincitrice

Due borse azzurre, grandi, con manici spessi e adatte a trasportare oggetti pesanti. La prima la conosciamo tutti, e l’abbiamo comprata all’Ikea per meno di un euro, l’altra la potranno comprare in pochi. E’ una Balenciaga da 2.145 dollari. La somiglianza tra le due shopper è stata notata subito e sui social si è scatenata una battaglia a suon di tweet e meme in cui la mitica Frakta di plastica esce vincitrice.

In pochissimi giorni sono usciti oltre 26.500 tweet sull’argomento e a parlare dell’ultimo trend fashion sono stati utenti da tutto il mondo. Una risposta, decisamente ironica è arrivata anche dalla casa svedese: “Di Frakta ce n’è una sola e come lei non c’è nessuna” che poi spiegato agli utenti come distinguere la shopper “originale” dalle imitazioni.

Ecco le istruzioni: 1) Scuotetela: se sentite un grande fruscio, allora è la nostra. 2) Multifunzionale: può trasportare l’attrezzatura da hockey, mattoni e anche acqua. 3) Sporcatela: una vera borsa Frakta può essere risciacquata facilmente con un tubo da giardino quando è sporca 4) Chiudetela: siete in grado di ripiegarla fino alla grandezza di un portafoglio? Se la risposta è si, congratulazioni. 5) Guardateci dentro: sull’originale c’è scritto “Ikea”. 6) Il prezzo: costa solo 0,99 dollari.

Guardate il video di Matteo Flora sulla discussione che ha animato Twitter negli ultimi giorni

Sommario

Contenuti

Banca etica stanzia 90K per progetti di promozione culturale (per il crowdfunding)

Fino al 26 maggio è possibile partecipare alla selezione di 15 progetti da inserire sulla piattaforma di Produzioni dal Basso. Il bando è aperto a proposte di produzioni culturali che promuovono la sostenibilità sociale, ambientale o nuove forme di cittadinanza attiva

Ocean Cleanup ripulirà il Pacifico dalla plastica a partire dal 2018

La startup di Boyan Slat ha implementato una barriera galleggiane in grado di concentrare tutto l’inquinamento plastico e permetterne il recupero. Il sistema sarà impiegato nel Great Pacific Garbage Patch, uno dei più consistenti accumuli di immondizia marina al mondo

Impact Hub Milano cerca 5 startup a impatto sociale. IHM Acceleration

Fino al 25 giugno l’incubatore milanese concentrato sull’impact investing seleziona i cinque migliori progetti d’impresa nel campo dell’impatto sociale e ambientale e beneficiare di risorse in denaro e servizi in cambio di equity