Beauty, Uala si prende la maggioranza della startup spagnola Bucmi

La startup di Alessandro Bruzzi acquisisce la maggioranza dell’analogo progetto spagnolo. Obiettivo? Un’unica piattaforma per la prenotazione online di trattamenti di bellezza e benessere, che riunisca tre mercati

Uala ha acquisito la maggioranza di Bucmi, dopo aver guidato un nuovo round di investimenti nell’azienda spagnola. Uala è una startup che ha sviluppato una piattaforma per la prenotazione online trattamenti di bellezza e benessere. Anche Bucmi, è una startup. Fondata nel 2012 da Pablo Lago e Javier Garcia de la Calera, con sede a Madrid, opera in Spagna e Portogallo, dove è presente con una piattaforma per la prenotazione online di saloni di bellezza e centri benessere. Il fondo spagnolo Onza Venture Capital, finanziatore di Bucmi già dal 2014, ha sostenuto Uala nel nuovo round di investimenti. Per finanziare la propria crescita, nel 2015 Uala ha ricevuto un finanziamento da 5 milioni di euro da Immobiliare.it.

Leggi anche: «Con una cena in trattoria ho convinto Immobiliare.it a investire 5 milioni nella mia startup»

Ora una piattaforma comune per i 3 mercati

«Il mercato dell’hair styling e dei saloni di bellezza in Spagna e Portogallo vale 3,6 miliardi di euro – ha spiegato Alessandro Bruzzi, co-founder e ceo di Uala – con oltre 3.700 saloni già presenti sul sito, Bucmi è riuscito a posizionarsi come un marchio molto popolare in Spagna, grazie ai suoi investimenti strategici nel marketing. Adesso – ha aggiunto – abbiamo intenzione di lavorare allo sviluppo di una piattaforma comune per i tre mercati. Le startup che operano nel mondo del beauty, compresa Uala, hanno cominciato a lanciare i loro servizi a partire da cinque anni fa – ha proseguito – oggi, grazie a nuove tecnologie e importanti investimenti nel marketing, questo settore sta vivendo una fase di consolidamento. Siamo convinti che quella di trasformare il modo in cui le persone prenotano parrucchieri e centri estetici sia una grande opportunità e siamo decisi a fare del nostro meglio per accelerare questo cambiamento».

Grandi possibilità di innovazione

«Siamo molto felici di poter unire le nostre forze a quelle di Uala, un’azienda che in poco tempo è riuscita a crescere e diventare leader nel settore in Italia – ha aggiunto Pablo Lago, co-founder e ceo di Bucmi – nello scorso anno il volume d’affari complessivo di entrambe le aziende ha superato gli 8 milioni di euro. Condividiamo con Uala la stessa visione sul potenziale del mercato delle prenotazioni online e siamo convinti di avere grandi possibilità di innovazione ancora da esplorare». Per l’altro co-founder Javier Garcia de la Calera «Uala è stata in grado di sviluppare una tecnologia che potrà sicuramente contribuire anche alla nostra crescita. Siamo molto entusiasti di portarla e utilizzarla, insieme al supporto e al know-how del team italiano, nei mercati in cui opera Bucmi». Pablo Lago continuerà a guidare Bucmi insieme al cofondatore Javier. La piattaforma tecnologica per la ricerca e la prenotazione dei saloni sarà gradualmente integrata a quella di Uala, per servire allo stesso modo tutti i saloni e i centri benessere dei tre Paesi.

Da Starbucks a McDonald’s: quanta caffeina c’è in quello che beviamo?

Il limite massimo raccomandato è di 400 milligrammi al giorno, ma non sempre è facile realizzare in termini pratici cosa significhi. Qui una lista del contenuto della sostanza nelle principali bevande, dal caffè alla Coca-Cola

Imparare a guidare con la realtà virtuale e aumentata. Il progetto di Guida e Vai

Salvatore Ambrosino, cofondatore e direttore commerciale di Guida e Vai, ha ideato un nuovo sistema di insegnamento per preparare all’esame di teoria le nuove generazioni. I ragazzi potranno simulare con smartphone e visore le situazioni che potrebbero incontrare su strada

Hephaestus Venture, il fondo che porta le startup italiane in Brasile

Il fondo ha la missione di supportare le startup nei processi di internazionalizzazione verso il Brasile, un mercato emergente e in forte crescita, se si pensa che il 57.4% dei finanziamenti in America Latina si concentra in questo Paese.

Cyber-Diplomacy | Che cos’è e qual è il ruolo dell’Italia (nel G7)

Le relazioni internazionali sono chiamate ad avere un ruolo specializzato al Cyber Spazio e devono agire al suo interno per supportare il complesso di accordi e regole di carattere internazionale oggi ancora incompleto in proposito