Un milione di euro dal Team Digitale per sviluppare progetti innovativi per il Paese

Sei un’azienda specializzata in tecnologia e vuoi aiutare il tuo Paese a sviluppare servizi digitali innovativi? Un Milione di Euro in arrivo dal Team Digitale, ed è solo l’inizio

Se sei un imprenditore che per una ragione o per un’altra ha lavorato per la Pubblica Amministrazione Italiana è impossibile che tu non conosca il famigerato MEPA. Questo acronimo sta appunto per Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione, una sorta di marketplace dove ogni pubblica amministrazione, dal piccolo comune, all’ente pubblico nazionale, è obbligato a lanciare delle gare online, scegliendo delle regole sulla piattaforma per garantire imparzialità della scelta (ad esempio per le gare al ribasso). Bella idea! – direte voi ed in effetti sulla carta lo sarebbe, se non fosse che gli algoritmi non sono poi così perfetti e magari partecipiamo ad una gara per un evento di startup insieme ad un’agenzia di eventi matrimoniali e vieni giudicato solo per il prezzo finale oppure per un semplice flag sulla piattaforma o ancora, come succede spesso, a delle gare molto belle, le aziende migliori non partecipano, semplicemente perché nemmeno sanno cosa sia il MEPA.

Il Team Digitale in questo ha deciso di smuovere la situazione e di allocare 1 milione di euro (lo so, non è granché ma è un buon punto di partenza e pare che sia solo il primo) nello sviluppo di codice 100% open source, tramite alcune gare rivolte a piccole aziende e startup con una forte componente tecnologica e con lo sviluppo open source nel proprio DNA. Le gare avranno l’obiettivo di contrattualizzare queste aziende per una fornitura di sviluppatori di grande preparazione tecnica, che svolgeranno le attività in remoto. La prima tornata di gare è prevista per questo mese, giugno 2017, ed è mirata al reclutamento di competenze specifiche verticalizzate sui principali linguaggi di programmazione e framework: Java, .NET, Javascript, PHP, Ruby e Python.

Team Digitale

Giovanni Bajo, responsabile delle relazioni con gli sviluppatori per il Team Digitale e con un passato da sviluppatore lui stesso ha le idee molto chiare “Questo è solo il primo di una serie di bandi, rivolto maggiormente a cercare le migliori software house, ma abbiamo già in programma per questo autunno di lanciarne di nuovi, in particolari dedicati a startup che potrebbero sviluppare un applicativo open source per un comune e renderlo disponibile a tutta la rete. A questo punto ogni comune può partire dal codice originario, personalizzarselo in base alle sue esigenze e rilasciarlo con costi e tempi minimi, ma soprattutto, concentrando tutto il suo sforzo sul creare valore per i cittadini, sul risolvere dei problemi e non sulla scelta della tecnologia o di come risolvere un determinato problema tecnico”.

Per selezionare le aziende specializzate in queste tecnologie nell’ampio panorama digitale italiano, il Team Digitale ha chiesto l’aiuto alle numerose community tecnologiche presenti sul territorio, che già da Codemotion si sono mostrate entusiaste di poter supportare il progetto Developers Italia. Ciascuna community pubblicherà sui propri canali – in modo indipendente – un form per raccogliere le candidature di ogni azienda interessata e poi, tramite una commissione interna, ne farà una valutazione.

Lo chiedo a Bajo perché è più informato di me, ma conosco già la risposta. Chi nel mondo ha già un progetto di co-creazione di questo genere? “Naturalmente ci siamo ispirati ai modelli americani e inglese, ma una vera e propria piattaforma di tecnologie, applicativi e quindi API come questa, se sviluppata come l’abbiamo in mente, potrebbe diventare un nuovo benchmark”

Qui tutti i link per candidarvi e le rispettive community

C’è da sbrigarsi, c’è tempo solo fino al 10 giugno!

WakeUp Influencer Bank: una banca per tutti quelli che contano sui social

L’agenzia di comunicazione pugleise WakeUp ha messo a punto un algoritmo che lancerà a settembre che raccoglierà gli utenti più attivi sui social, che vogliono guadagnare attraverso il proprio profilo. I compensi vanno da oggetti a viaggi, a denaro contante

Il motore di ricerca della moda cresce e aggiunge altre città | Papèm

La startup, guidata da Alberto Lo Bue e Carlo Alberto Lipari, dopo aver ricevuto il premio Endeavor ai MYllennium awards, ha annunciato che l’espansione non si fermerà fino a quando Papèm non sarà presente in ogni angolo di tutte le città

Grind2energy: dai diamanti non nasce niente, dalla spazzatura nasce energia

In Winsconsin gli scarti alimentari prodotti dai supermercati e dai ristoranti diventano fonte per la produzione di combustibile. Un sistema per abbattere i rifiuti solidi e produrre energia in modo sostenibile

Efficienza energetica in edilizia. La call di Klimahouse Startup Award

C’è tempo fino al 20 novembre per partecipare alla seconda edizione della call per startup europee attive nell’ambito delle tecnologie legate allo smart building, allo smart living e alla smart city che mettano al centro del proprio operato la sintonia tra uomo e natura

Game of Thrones, ancora minacce da Mr. Smith

I sedicenti hacker che avrebbero violato il network di HBO tornano alla carica. Promettendo di rilasciare il finale della settima stagione del Trono di Spade prima della messa in onda