Luca Annunziata

Luca Annunziata

Giu 26, 2017, 6:30am

Luca Annunziata

Luca Annunziata

Giu 26, 2017, 6:30am

Connected Ability, tecnologia a supporto delle disabilità visive. Al via l’hackathon di Microsoft

Due giorni alla Microsoft House per lavorare a progetti improntati all'accessibilità. Un'iniziativa che ha raccolto il patrocinio dell'Unione Italiana Ciechi

I prossimi 27 e 28 giugno alla Microsoft House, la nuova sede dell’azienda da poco inaugurata al centro di Milano, si terrà una due giorni fatta di sviluppo e accessibilità: Connected Ability è il tema scelto per l’hackaton organizzato in collaborazione con UgiDotNet, DotNetToscana e DevMarche, con il preciso obiettivo di costruire progetti e soluzioni che mettano a disposizione di ciechi, ipovedenti e di chiunque sia affetto da patologie visive strumenti in grado di fornire lo stesso supporto tecnologico di cui può godere chiunque altro.

Due giorni alla Microsoft House

La due giorni è pensata per informare, creare e divertire: si partirà alle 9 di mattina del 27 con workshop e seminari che consentiranno di prendere familiarità con gli strumenti che gli sviluppatori saranno invitati a utilizzare nel corso dell’hackaton vero e proprio, e da ora di pranzo in avanti si formeranno le squadre e si darà inizio alla vera e propria sessione di coding. Chi lo desidera, inoltre, potrà anche rimanere a dormire nello showroom della Microsoft House: per tutti gli altri i lavori riprenderanno alle 9:30 del mattino del 28 giugno, ma perché farsi sfuggire l’occasione di passare la notte alla Microsoft House a fare le ore piccole in compagnia di molti altri sviluppatori?

A supporto dei partecipanti ci sarà il team dei Technical Evangelist di Microsoft, e non solo: verranno messe a disposizione degli sviluppatori anche delle schede Cloud-JAM di RushUp, uno strumento utile per unire i Cognitive Services di Microsoft a un hardware capace di creare un vero e proprio prototipo pronto per sperimentare con il mondo della Internet of Things (IoT). A tener compagnia a chi deciderà di trascorrere due giorni a Milano ci saranno anche i rappresentanti dell’Unione Italiana Ciechi – che patrocina l’iniziativa – i quali potranno fornire una consulenza immediata e diretta per sviluppare al meglio le idee dei team.

microsoft house

Come partecipare

Per partecipare non serve altro che portare con sé il proprio computer. L’ambiente di sviluppo consigliato sarà ovviamente Visual Studio, ma in alternativa si può sempre optare per Xamarin, e la scelta del linguaggio e delle tecnologie da impiegare è lasciata ai partecipanti. Non è comunque indispensabile essere degli esperti programmatori per partecipare: l’hackaton è aperto a chiunque pensi di poter contribuire in modo fattivo allo sviluppo del progetto di un team.

L’agenda completa e il modulo per iscriversi all’hackaton sono disponibili su questa pagina del sito di Microsoft. Connected Ability si chiuderà mercoledì 28 giugno alle 18, con la cerimonia di premiazione dei partecipanti.