Lorenzo Gottardo

Lorenzo Gottardo

Lug 31, 2017, 7:03am

Calciomercato, l’analisi di Wallabies la startup che mette a confronto i calciatori. VIDEO

Acquisti e cessioni delle big del nostro campionato secondo la Data Science. Libroia: "Analizzare le prestazioni degli atleti ci permette di fare ipotesi realistiche sul loro futuro sportivo"

Oltre 20 mila giocatori analizzati in un totale di 1500 partite giocate nei principali campionati di Europa e Sud America. Questi sono i numeri di Wallabies, la startup che attraverso reti neurali e machine learning ha creato un sistema di comparazione, valutazione e classificazione dei calciatori. “Wallabies permette di analizzare le prestazioni tecniche di gioco del singolo e, prendendo quelle come riferimento, trovare chi più gli si avvicina”, spiega Luigi Libroia che ha fondato questa realtà insieme a Federico Romano e Marco Englaro.

 

Algoritmi e Data Science sembrano essere questa la nuova frontiera del calcio e il sistema più veloce per analizzare enormi quantità d’informazioni in breve tempo. Il ranking creato da Wallabies viene costantemente aggiornato monitorando partita per partita il rendimento dei giocatori, creando una classifica degli stessi in base alle loro variabili e alle fluttuazioni settimanali del loro valore. Inoltre l’analisi accurata dei dati storici consente la previsione statistica di scenari futuri.

È come dire che con Wallabies sarà possibile prevedere, o almeno andarci vicino, quali giocatori miglioreranno e quali invece peggioreranno. Che è un po’ quello che fanno osservatori e uomini mercato delle società. Guardano le partite, danno un loro giudizio, fanno un confronto con altri atleti disponibili. E dato che siamo in periodo di calciomercato, siamo andati a trovare il team di Wallabies per scoprire quali “colpi” consiglierebbero alle big del nostro campionato.

 

Il calciomercato del Milan

“Tanto tuonò che piovve”, uno dei motti storici più famosi di sempre ben si applica alla sontuosa campagna acquisti dei rossoneri.

Dopo la lunga trattativa che ha portato al closing, il nuovo Milan cinese, guidato dal tandem Fassone-Mirabelli si è scatenato sul mercato con colpi eclatanti. Musacchio, Rodriguez, Kessie, Conti, Biglia e Calhanoglu, per concludere con due botti finali: Bonucci (il grande acquisto sottratto ai rivali della Juve) e Donnarumma (il campione che rinnova il contratto e allontana le voci che volevano un suo approdo proprio a Torino). Ma non è finita qui…

Il Milan ha promesso di fare un altro grande regalo a propri tifosi: un top player per l’attacco in grado di trascinare con i suoi gol la squadra nella corsa per lo scudetto, e magari anche fino alla finale di Europa League. Chi sarà il prescelto? Belotti, Kalinic, o qualche altro big offensivo? Di sicuro non più Morata che ha raggiunto Antonio Conte a Londra per vestire la maglia blu del Chelsea.

Abbiamo affrontato l’argomento con Wallabies per capire chi sarebbe più adatto a ricoprire quel ruolo in maglia rossonera. I dati raccolti dalla startup ci hanno permesso di mettere a confronto i due profili più interessanti: Morata e Belotti. Uno è il classico “killer” dell’area di rigore con una percentuale altissima di realizzazione rispetto a occasioni e minuti giocati, l’altro è più uomo squadra e giocatore a tutto campo in grado di contribuire concretamente allo sviluppo del gioco e alla crescita della rosa. I dati sono in tavolo, ora spetta al Milan decidere su quale profilo investire.

 

Il calciomercato della Roma

I tifosi della “Lupa” si avvicinano alla prossima stagione con molte incertezze e perplessità. A dispetto delle rassicuranti parole del nuovo ds Monchi per cui “la Roma non è un supermercato”, la società ha venduto – bisogna dirlo, non proprio a prezzi di saldo – alcuni giocatori importanti: via Paredes  e via anche Rudiger. Il clima di smobilitazione è ormai generale e, poco o nulla, sono valsi nuovi acquisti e investimenti su giovani di prospettiva. Tanto che ora la curva rumoreggia temendo altre cessioni pesanti: tra gli indiziati il difensore Manolas e il centrocampista Nainggolan, vero motore della squadra.

Ma la cessione più pesante è stata senza dubbio quella di Mohamed Salah. L’attaccante egiziano l’anno scorso ha contribuito al raggiungimento del secondo posto in campionato, e annesso accesso diretto al palcoscenico della Champions League, con 19 gol e un numero esagerato di assist per il compagno Edin Dzeko. Prestazioni che lo hanno fatto finire nel mirino di diversi club europei e che hanno spinto il Liverpool ad investire su di lui ben 42 milioni. La Roma ha accettato, ma ora si trova a dover cercare un sostituto all’altezza di Salah.

Posto che Defrel, preso dal Sassuolo, potrebbe non bastare, Wallabies ha analizzato dati e ranking dei giocatori paragonabili all’attaccante egiziano per trovare un nome nuovo da consigliare alla dirigenza giallorossa. “Per gol e numero di assist un profilo simile è quello di Iago Aspas”, spiega Luigi Libroia. “Ovvio, i cinque anni in più di età fanno di lui un giocatore buono per l’immediato, ma non di prospettiva”.

Attenzione anche alla possibile sorpresa Patrik Schick: saltato il trasferimento alla Juventus, il giocatore è tornato ora sul mercato e il suo profilo potrebbe interessare molto nella capitale.

 

Prossimamente…

L’articolo verrà aggiornato nel corso della prossima settimana con nuovi video sul mercato di Inter, Napoli e Juventus. Continuate a seguirci…