Anna Gaudenzi

Anna Gaudenzi

Ago 1, 2017, 10:27am

Innogest investe 3 mln in CornerJob. La piattaforma di recruitment raggiunge i 57 mln di finanziamento

Nuovo aumento di capitale per la startup: "Questo nuovo investimento da parte di uno dei più importanti fondi di venture capital di respiro globale ci aiuterà a rendere ancora più solida la nostra leadership nei mercati in cui siamo presenti, Italia in primis"

Un nuovo finanziamento per CornerJob.  La piattaforma di digital recruitment fondata da Mauro Maltagliati, Miguel Vicente, Gerard Olivé e David Rodriguez, ha annunciato la raccolta di tre milioni di dollari da parte di Innogest, società di venture capital italiana specializzata in progetti digitali e healthcare.

Questo nuovo investimento va a completare il round da 19 milioni di dollari che la società aveva annunciato in primavera (ne avevamo parlato qui) e porta il totale di finanziamenti ricevuti a oltre 57 milioni di dollari; finanziamenti che hanno portato l’azienda in posizione di leadership nel mercato del digital recruitment nei quattro Paesi in cui è attiva (Italia, Francia, Spagna e Messico).

Gli altri investitori

Innogest va ad aggiungersi a numerosi altri investitori da Mediaset Italia, a Groupe TF1, RTL,  e ancora Northzone, Randstad Innovation Fund, e.ventures, Samaipata Ventures, Caixa Capital Risc, Sabadell Venture Capital, Mediaset España, 5M Ventures, Media Digital Ventures, Augesco Ventures e TV Azteca.

Perché CornerJob si distingue dai competitor

Dal momento del lancio (avvenuto in Italia a ottobre 2015) CornerJob ha realizzato otto milioni di download dell’app e oltre 200mila imprese che hanno utilizzato la piattaforma per i loro annunci.

In occasione del round di finanziamento di questa primavera avevamo chiesto a Mauro Maltagliati di raccontarci in che cosa CornerJob si distingue dai competitor ecco cosa aveva risposto:

“Siamo stati i primi ad aver spinto sul mobile. Il mercato del lavoro si sta spostando sempre di più sul digitale, e in particolare sul mobile. Oggi il 75% del traffico digitale avviene attraverso applicazioni mobile più che  attraverso i siti web delle aziende. E’ più facile che non si possegga un pc ma si abbia uno smartphone. E’ su questo che abbiamo puntato. Un altro aspetto che ci distingue è l’ingaggio del candidato. Chi risponde a un nostro annuncio ha una risposta in tempi rapidi. In questo modo il candidato può capire subito se c’è un effettivo interesse da parte dell’azienda.

Leggi l’intervista

Cornerjob

I commenti di David Robriguez e Stefano Molino

CornerJob si occupa di per la ricerca di candidati coprono un ventaglio molto ampio di settori: dalla ristorazione e ricezione turistica alla distribuzione, dall’edilizia al settore pubblico. Tra le multinazionali clienti ci sono Adecco, Eataly, Geox, Amnesty International, Generali, Manpower, Leroy Merlin, Tommy Hilfiger, DHL, Novotel, Best Western, McDonald’s, Burger King, AT&T e Victoria’s Secret.

“Siamo soddisfatti di poter annoverare Innogest tra i nostri investitori – ha dichiarato David Rodriguez, co-fondatore e CEO di CornerJob – Questo nuovo investimento da parte di uno dei più importanti fondi di venture capital di respiro globale ci aiuterà a rendere ancora più solida la nostra leadership nei mercati in cui siamo presenti, Italia in primis».

D’altra parte Stefano Molino, partner di Innogest, ha detto: «Siamo molto contenti di poter entrare a far parte della compagine societaria di CornerJob e di poter contribuire allo sviluppo del business della società sia sul mercato italiano che su quello internazionale. CornerJob è oggi un leader europeo nel mercato del recruiting nel segmento dei profili professionali con competenze di base e di medio livello che rappresenta una parte molto rilevante del mercato HR. Le caratteristiche uniche di semplicità, immediatezza della user experience e la sofisticazione degli algoritmi di profilazione e matching di CornerJob costruiscono un elemento di differenziazione importante e un vantaggio significativo sia per le aziende che per gli utenti del servizio».