Vertis attiva un fondo per le scaleup della robotica e della trasformazione digitale

Il primo closing di 30 milioni di euro si rivolge alle imprese che hanno superato la fase early stage e puntano ora alla scalata internazionale, con attenzione particolare per i progetti nati al Sud

Un fondo da circa 30 milioni di euro dedicato alle scaleup è operativo dalla fine di luglio 2017. Si tratta di Vertis Venture 2 Scaleup di Vertis Sgr, società di private equity e venture capital. Tra i principali protagonisti di questo closing anche il Fondo di investimento italiano. L’obiettivo principale di questo fondo è quello di sostenere progetti dedicati alla tecnologia Industria 4.0 e alla digital transformation: robotica, meccatronica, automazione e tecnologie digitali.

Obiettivo 60 milioni in 12 mesi

Nei prossimi 12 mesi il fondo punta a raggiungere una dotazione di 60 milioni di euro così da poter allargare il suo raggio di azione. Gli investimenti andranno a quelle startup che hanno superato la cosiddetta “valle della morte”, il periodo iniziale più critico, si legge in una nota di Vertis. Le aziende interessate dovranno avere un fatturato di almeno 1 milione di euro ed essere orientate alla scalata a livello internazionale. È per questo che necessiteranno di capitali rilevanti.

L’attenzione per il Sud

Amedeo Giurazza, fondatore e ceo di Vertis, ha precisato in una nota che l’iniziativa si rivolge a tutto il territorio nazionale, ma avrà un occhio di riguardo per il sud. «Al sud non mancano le idee d’impresa, ma i capitali», dice Giurazza. Vertis nel 2009 ha già lanciato il fondo Vertis 1 dedicato al Mezzogiorno con 54 operazioni siglate in quattro anni. Al momento i dati Aifi vedono ancora il nord del paese in vantaggio per quanto riguarda l’attrazione degli investimenti. Nella mappa regionale, però, dopo la Lombardia si piazza la Campania.

Sostegno alle scaleup

Con questo fondo Vertis si impegna a seguire le imprese non solo in termini economici come lead investor, ma fornendo anche supporto nella creazione di un network e nell’implementazione dei processi di sviluppo e di controllo. Tra le aziende che hanno già potuto beneficiare del sostegno di Vertis ci sono Mosaicoon, DeRev e Jusp, tre startup nate e cresciute nel meridione di Italia, a testimonianza dell’impegno particolare del fondo per questa area del nostro paese.

Blockchain per i rifugiati: ecco come la usa (bene) la Finlandia

Il progetto con la startup locale Moni coinvolge migliaia di persone: una carta-conto e un’identità digitale memorizzate su blockchain pubbliche lavorano per l’inclusione sociale dei migranti

Centy ed Eggup | Che fanno le 2 nuove startup di Digital Magics

I due nuovi progetti innovativi di Digital Magics. Ronchini: «Ci hanno convinto non solo per l’elevato valore innovativo, ma soprattutto per le risposte concrete che queste due startup hanno dato ai rispettivi mercati»