Il sequestro dell’intero dominio .cat in Catalogna, Flora: «Gravissimo e pericoloso» | Video

Più di 100 mila domini sotto sequestro: è l'effetto dell'irruzione della Guardia Civil spagnola nella Fundació puntCat. Obiettivo: oscurare i siti che promuovono il referendum per l'autonomia della Catalogna

E’ successo questo: il 21 settembre la Guardia Civil spagnola ha perquisito e sequestrato tutti i computer della Fundació puntCat, che dal 2005 assegna il dominio .cat, dopo aver ottenuto autorizzazione dall’ICANN. Obiettivo: oscurare i siti che promuovono il referendum per l’autonomia della Catalogna. Non solo Pep Masoliver, direttore tecnico della fondazione, viene arrestato nella sua abitazione e detenuto con l’accusa di sedizione, come denunciato dalla stessa fondazione. Alla fine: 100 mila e più domini sotto sequestro.

catalogna

“In ostaggio” come scrive Matteo Flora, che in un video ricostruisce nel dettaglio un vero e proprio caso di censura. «Ne ho visto parlare pochissimo in Europa e nel Mondo –  sottolinea sempre Flora nel video – nonostante sia probabilmente il primo tentativo su vasta scala di censura nazionale su un intero spettro di nomi a dominio e non su singoli nomi. Un fatto gravissimo». E «davvero pericoloso». QUI il video integrale

E' incredibile, ma il governo spagnolo ha fatto irruzione nel gestore dei domini catalani .CAT per sequestrare tutto ed accusarli di "sedizione". Incarcerandone il CTO. Per bloccare il Referendum per l'autonomia della Catalonia.E con 100,000 domini catalani in "ostaggio"…

Geplaatst door Matteo Flora op donderdag 21 september 2017

Sul sequestro dei domini .cat è intervenuto anche ISOC (Internet Society), organizzazione internazionale per la promozione dell’utilizzo e dell’accesso a Internet.