Luca Annunziata

Luca Annunziata

Ott 13, 2017, 3:00pm

Luca Annunziata

Luca Annunziata

Ott 13, 2017, 3:00pm

Road to #SIOS17 | Con Alex Zanardi al Palazzo del Ghiaccio: per andare davvero “beyond borders”

Un atleta con una determinazione unica. Pronto anche a sostenere l'impegno di chi, come lui, vuole arrivare a Tokyo 2020: con il progetto Obiettivo3

La storia di Alex Zanardi la conosciamo tutti, le sue grandi imprese sportive pure. L’incidente del 2001, il lungo percorso di riabilitazione: il ritorno alle corse, ma anche l’impegno in nuove discipline sportive fino alla grande passione per l’hand-bike.

Quello che non tutti conoscono – e che è racchiuso in una sua frase – è lo spirito con cui ha affrontato tutto questo: “Non guardo a quello che manca ma a quello che resta. E vado avanti”. La tenacia, la passione, l’ottimismo e la capacità di sognare e credere nei suoi sogni sono gli elementi che fanno di Alex un eroe moderno: un uomo che, proprio come recita il motto della prossima edizione di StartupItalia! Open Summit, si spinge beyond borders. Oltre i confini.

Non guardo a quello che manca ma a quello che resta. E vado avanti.

Alex Zanardi

È per questo motivo che StartupItalia! ha invitato Alex Zanardi al grande evento di dicembre dedicato al mondo dell’innovazione e delle startup: come tutti coloro che sono impegnati nella crescita di questo ecosistema, Alex persegue con determinazione i suoi sogni, ogni traguardo raggiunto per lui è solo un nuovo punto di partenza e le condizioni avverse rappresentano una sfida e non un limite.

Il 18 dicembre Alex sarà a Milano ad aprire l’edizione 2017 di Open Summit: un evento internazionale che, come da tradizione, avrà uno spazio destinato a un’iniziativa benefica. La scelta è caduta, naturalmente, sul progetto nato proprio dalla mente di Zanardi: Obiettivo3.

Cos’è Obiettivo3

Con lo stesso ottimismo e coraggio con cui affronta tutte le sfide, Alex ha deciso di selezionare, allenare e portare alle Paralimpiadi di Tokyo 2020 tre atleti con disabilità, con l’obiettivo di salire sul podio della gara di paraciclismo. Come per ogni startup il percorso è segnato: costruzione dell’idea, sperimentazione, messa a punto del modello, condivisione e lancio. Tutto sostenuto da competenza, motivazione e, perché no, un po’ di follia.

Come per ogni startup però è fondamentale trovare gli investitori, i venture capitalist, che credano nell’idea, la sostengano e contribuiscano alla sua piena realizzazione. StartupItalia! ha così deciso di essere uno degli investitori di Obiettivo3 e ha lanciato una campagna di crowdfunding con l’obiettivo di acquistare le tre biciclette che serviranno ad Alex e ai suoi ragazzi. Siamo certi che anche la community di StartupItalia! e di Open Summit si unirà a noi in questa impresa e che ognuno di voi, per una volta, diventerà un venture capitalist per una buona causa: ciascuno donando quello che può, non servono capitali imponenti. Piccoli gesti che, insieme, permetteranno di realizzare il sogno di Alex e dei suoi ragazzi.

Dona ora, e sostieni Obiettivo3!