Luca Annunziata

Luca Annunziata

Nov 29, 2017

L’ascesa dei Bitcoin, la caduta di High Sierra. E poi ancora dati dell’intelligence finiti sul cloud

Tutto quello che vale la pena sapere, oggi, nel mondo della tecnologia. Notizie perfette per chiacchierare davanti a un caffè

Bitcoin a quota 1.000

Continua l’ascesa della criptovaluta più famosa. Tutti si chiedono: è una bolla? Esploderà? Vedremo, nel frattempo c’è chi investe e nascono anche hedge fund dedicati con fondatori celebri. 🤑

 

***

Root senza password

Si tratta di una vicenda davvero particolare: macOS High Sierra, l’ultima release del sistema operativo dei Mac di Apple, permette di accedere al sistema con credenziali root senza inserire una password. Con un accesso root si può fare praticamente di tutto su un sistema come macOS: accedere ai documenti degli utenti, giocare con le impostazioni di sistema. Un bug potenzialmente molto pericoloso (ma qualcuno deve avere accesso fisico al vostro Mac per sfruttarlo): Apple ha già annunciato di stare lavorando a una patch. 🙈🙉🙊

 

***

Il giudice rinvia il processo Waymo-Uber

Ci vuole vedere chiaro, quindi ha chiesto un supplemento di indagini: il giudice incaricato di presiedere il processo che vede Waymo e Uber contendersi proprietà intellettuali e segreti industriali, William Alsup, vuole capire se la giuria avrà a disposizione tutte le informazioni necessarie a decidere sulla questione. Faccenda complicata, c’è di mezzo l’automobile del futuro: quella che si guida da sola. 👨‍⚖️

 

***

I dati dell’intelligence USA sono nel cloud (e non dovrebbero, non così)

Ancora un archivio stivato nel cloud storage senza password a proteggerlo. Peccato che siano dati dell’intelligence USA: le spie a stelle e strisce non sono state molto accorte, tralasciando i più elementari criteri di sicurezza. Non è la prima volta, non sarà l’ultima. Quando impareranno? 🕵️‍♂️

 

***

Il futuro di Windows è nelle tab

Microsoft ha deciso di sperimentare un nuovo tipo di interfaccia per il suo sistema operativo: si chiama Sets, e permette di raggruppare una serie di applicazioni in una sola finestra composta da più tab. Pensate al vostro browser: spesso ci sono aperte più tab contemporaneamente, sintonizzate su più siti. L’idea è praticamente la stessa: si raggruppa un foglio di calcolo, un documento di testo, una pagina del browser in una sola finestra con tante tab quante app sono aperte. Comodo se si sta lavorando a un progetto che richiede di consultare dati provenienti da diverse fonti. Prossimamente in prova per gli utenti Windows Insider. 👨‍💻👩‍💻