#SIOS17 | Diego Piacentini: “Il club delle Pubbliche Amministrazioni virtuose sta funzionando”

Il Commissario Straordinario per l'Agenda Digitale fa il punto del suo mandato. E a StartupItalia! racconta qual è l'obiettivo finale del suo operato

Diego Piacentini fa il punto dell’attuazione del suo programma: il rapporto con la PA, la squadra, gli strumenti messi in capo per supportare l’innovazione nella pubblica amministrazione. E infine, il ruolo che le startup possono giocare in questa rivoluzione. Diego Piacentini è stato uno degli speaker sul palco di StartupItalia! Open Summit 2017, il 18 dicembre al Palazzo del Ghiaccio di Milano.

 

 

Una vita spesa nelle multinazionali della tecnologia, prima Apple e poi Amazon: Diego Piacentini ha fatto parte del vertice di entrambe le aziende con ruoli operativi importanti a livello europeo e in Asia.

Spesso si dice che in Italia ci vogliono le riforme, il cambiamento delle norme: in realtà si possono fare moltissime cose con le norme presenti

Dal settembre 2016 è in aspettativa da Amazon.com, dopo 16 anni, per dedicarsi a una importante missione dal valore civico: restituire al suo Paese una visione di lungo periodo attraverso un rinnovamento e un ammodernamento della Pubblica Amministrazione. Un lavoro che non svolge da solo, ma insieme al suo team formato da oltre 25 membri che fanno capo direttamente alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

L’obiettivo che si è posto Piacentini è ambizioso: importare in un apparato burocratico come quello dello Stato Italiano le buone pratiche che oggi rendono le multinazionali capaci di reagire rapidamente alle richieste del mercato. Il mercato della PA è costituito dai cittadini del nostro Paese: rendere più efficiente ed efficace la macchina dello Stato, attuare realmente l’Agenda Digitale, costituirebbe un vantaggio per la collettività intera.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter