Mar 7, 2018

Milano Digital Week: quali sono i 400 eventi che invaderanno il capoluogo lombardo

Dal 15 al 18 marzo la città sarà teatro della prima edizione della #MilanoDigitalWeek. Ci sarà anche StartupItalia! con due eventi nelle scuole di Milano

Ci sarà un tram dell’innovazione, uno SPID Tour per invitare i cittadini a scoprire ID digitale e un Digital Park per bambini dai 4 anni in su. Questi solo alcuni esempi di quello che dovremo aspettarci girando per Milano la prossima settimana. Il capoluogo lombardo infatti dal 15 al 18 marzo si trasforma in capitale dell’innovazione grazie alla Milano Digital Week  che porterà in città oltre 400 eventi. Anche StartupItalia! sarà della partita, con due appuntamenti il 15 e il 16 marzo nelle scuole del capoluogo.

 

Difficile descrivere tutto quello che succederà durante la  prima edizione della Milano Digital Week, quello che è certo è che la quattro giorni si preannuncia ricchissima di opportunità per tutti dagli studenti, alle startup. “Vogliamo far vedere quanto batte forte il cuore digitale di Milano” ha detto durante la presentazione della manifestazione Roberta Cocco, asssessore alla trasformazione digitale di Milano. “E’ una sfida importante per la città. Non pensavamo di riuscire a portare così tanti eventi. Puntavamo a 100, ne sono arrivati 400. Ora ci aspettano 4 giorni intesi che abbiamo potuto organizzare grazie all’aiuto dei nostri partner”.

Milano Digital Week

La prima edizione della Milano Digital Week è promossa dal Comune di Milano in collaborazione con “Team per la trasformazione digitale” e realizzata con Cariplo Factory, Iab e Hublab. In città si incroceranno spettacoli, incontri, laboratori dedicati agli addetti ai lavori con altri rivolti a cittadini, curiosi, giovani e bambini.

La “settimana digitale” sarà diffusa su tutta la città. Con un quartier generale: BASE Milano di Cariplo Factory, dove si terrà, il 15 marzo, l’evento di apertura. Un grande racconto collettivo, fatto di esperienze e progetti in divenire, esempli virtuosi di trasformazione e nuove opportunità, con un obiettivo: comprendere come l’innovazione sta cambiando il nostro vivere, lavorare, interagire e contribuire alla qualità della vita in città.

I percorsi della quattro giorni

Dalle arti all’educazione, dalla mobilità al business, alla comunicazione, dalla manifattura alla sanità, fino alla sicurezza: sono tanti e in continua evoluzione gli ambiti che abbracciano in maniera trasversale il digitale e che troveranno spazio nei quattro giorni della Milano Digital Week attraverso i numerosi appuntamenti in programma, per la maggior parte gratuiti.

 

Molti i luoghi eccezionalmente aperti al pubblico, i laboratori interattivi per bambini e ragazzi, e le curiosità: dal galateo delle social street alla centrale operativa Beccaria della Polizia Locale, dai robot umanoidi alla registrazione digitale delle bici contro il furto, dal dietro le quinte del sistema di voting di X Factor, alle professioni del futuro, fino alle tecniche di personal branding attraverso i social media.

 

“Avvicinare le persone al digitale: questo è lo spirito con cui è nata la Milano Digital Week. Gli oltre 400 eventi del palinsesto testimoniano che la città di Milano ha risposto alla sfida. Cariplo Factory è nata per tradurre l’innovazione digitale in progresso sociale ed economico. I quattro giorni della Milano Digital Week sono un segno tangibile di questo progresso, che si misura anche sulla sua capacità di essere inclusivo e partecipativo”, ha detto Carlo Mango, Consigliere Delegato di Cariplo Factory.

 

“IAB è l’associazione che rappresenta il mondo digitale in Italia. Avere dato il la a un evento che coinvolge la città di Milano e i suoi cittadini è una soddisfazione che mi fa piacere condividere con tutte le aziende e le associazioni che hanno fatto crescere la cultura del digitale a Milano e in Italia”, dichiara Carlo Noseda, Presidente IAB.

 

Nicola Zanardi, CEO di Hublab e curatore della Milano Digital Week 2018 ha detto: “E’ un primo tentativo di mappare la Milano che utilizza il digitale per progettare, trasformare, innovare, includere. Con una risposta molto intensa da parte della città e dei suoi attori dove ognuno ha portato il suo pezzo, la sua esperienza, aprirà le sue porte e si connetterà con gli altri. Una bella fotografia della Milano che c’è già e che sarà l’habitat naturale delle trasformazioni. Una vera e propria biodiversità digitale”.

 

Evento di apertura al BASE

Ad aprire la Milano Digital Week nel quartier generale di BASE (via Bergognone 34) sarà, giovedì 15 marzo dalle ore 10 alle 12, l’appuntamento internazionale del “Digital Bridge”, a cura dell’Assessorato alla Trasformazione Digitale e Servizi Civici del Comune di Milano, un’importante occasione di confronto tra le città più tecnologiche e innovative, con l’obiettivo di condividere buone pratiche e visioni nel campo della trasformazione digitale.

Tra gli appuntamenti organizzati dal Comune ci sono: lo “SPID TOUR”, per invitare tutti i cittadini a scoprire l’ID Digitale,  le speciali visite guidate per vedere in azione Eustorgio, il robot di ultima generazione della Cittadella degli Archivi, uno dei più grandi archivi meccanizzati d’Europa, in grado di estrarre in maniera automatica i faldoni presenti nelle corsie d’acciaio che custodiscono i documenti e di organizzarli in modo intelligente.

 

Ad accompagnare la week dalla Torre Branca ci saranno 36 ore di web broadcasting del suono della nostra città sulla nostra città. Una trasmissione in live streaming ininterrotta, da mezzogiorno di venerdì 16 fino a mezzanotte di sabato 17 marzo, trasmessa dallo studio di Radio Raheem temporaneamente situato in cima alla Torre nel Parco Sempione. Decine tra deejay, produttori, musicisti, artisti, rappresenteranno punti immaginari uniti da un tracciato musicale, che inizia alla torre Branca e si concluderà con un evento finale in
Pirelli HangarBicocca nello spazio de “I Sette Palazzi Celesti” di Anselm Kiefer, grazie all’agenzia M&C Saatchi disegnando così una mappa ideale di ciò che pulsa, vive e suona nella città.

 

Inoltre ci sarà l’inaugurazione di #lacittachesale, l’opera al neon – progetto site specific realizzato dagli artisti Vedovamazzei per AEM a cura di Rossella Farinotti -, che verrà accesa e sarà installata permanentemente all’esterno della torre della Cittadella degli Archivi del Comune di Milano (via Gregorovius15). Un grande neon giallo di sette metri, visibile giorno e notte, che rappresenta il nome di Umberto Boccioni – personaggio di cultura e simbolo di quella “città che sale” da cui gli artisti hanno ripreso il titolo – firmato da
Tommaso Marinetti e presente in un documento originale racchiuso all’interno degli archivi.

Gli eventi di StartupItalia!

StartupItalia! sarà presente alla Milano Digital Week con 2 eventi in due scuole milanesi. Porteremo di fronte ai ragazzi gli esempi di imprenditori che hanno deciso di fondare la propia startup raccontando perché è importante puntare su se stessi e mettere in gioco il proprio talento per avere successo nel modo dell’imprenditoria.

 

Il primo appuntamento, il 15 marzo, sarà all’Istituto Caterina Da Siena. Agli alunni della scuola, impegnati in percorsi di grafica e moda, presenteremo la realtà di StartupItalia!, dal magazine alle nostre attività di brand journalism e tutto quanto giorno per giorno facciamo per raccontare l’ecosistema delle startup. E poi ci sarà anche Giovanni De Lisi di Greenrail, il fondatore della startup dell’anno a StartupItalia! Open Summit 2017: chi meglio di lui per raccontare cosa significhi dare vita a una nuova impresa partendo da un’idea innovativa, fino a raggiungere importanti risultati sia per quanto attiene la tecnologia che per i successi sul mercato.

 

Il 16 marzo sarà protagonista invece l’Istituto Maxwell. Anche in questo caso agli alunni sarà presentato il lavoro di StartupItalia! e della sua squadra, assieme ad Adrian Sordi di Hoopygang. In questo caso gli studenti potranno conoscere qualcosa di più su una startup che si occupa di ideare e realizzare campagne di comunicazione sui social che uniscono brand italiani e internazionali con i volti noti di Facebook, Twitter, Instagram, YouTube: sono gli influencer, il futuro del digital PR.

 

Per tutte le informazioni consultate il programma presente sul sito milanodigitalweek.com

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter