immagine-preview

Mar 20, 2018

Eight Roads Ventures investe in scaleup con un fondo da 375 milioni di dollari

La società di venture capital londinese investirà in 15-20 aziende in Europa e in Israele e fornirà sostegno nel marketing, nelle vendite e nell'espansione sui mercati internazionali

Un fondo da 375 milioni di dollari per le scaleup europee e israeliane. È la nuova iniziativa della società di venture capital Eight Roads Ventures che dimostra così il suo interesse per le aziende innovative alla ricerca di investimenti. In tutto le destinatarie dei finanziamenti saranno tra le 15 e le 20 scaleup in diversi settori tra i quali il fintech e l’health-tech. Ad ognuna potrebbe arrivare un investimento tra i 10 e i 30 milioni di euro.

Il team di Eight Roads Vetures

Non solo sostegno economico

La scelta di dedicarsi a queste realtà da parte della società londinese è stata motivata con un problema di risorse riscontrato in Europa e in Israele. Non si tratterà, però, di fornire solo sostegno economico, ma di assicurare anche assistenza nel marketing, nelle vendite e nell’espansione in nuovi mercati. «Vediamo sempre moltissimi imprenditori ambiziosi e capaci, ma riscontriamo l’assenza di guide che possano affiancare e guidare le scaleup ed aiutarle ad affermarsi. Continueremo a supportare i nostri imprenditori con la nostra rete globale ed il nostro team specializzato, portando le aziende acrescere da 50 a 500 dipendenti e oltre. Siamo fiduciosi e pensiamo che, con il giusto supporto, l’ecosistema europeo possa creare aziende tech valutate più di 10 miliardi di dollari», ha commentato Davor Hebel, Managing Partner di Eight Roads Ventures.

Davor Hebel, managing partner di Eight Roads Ventures

La realtà delle scaleup italiane

Quante scaleup italiane potrebbero aspirare a sfruttare questo prezioso aiuto? Secondo i dati dello Scaleup Monitor 2017 , provenienti da Startup Europe Partnership e Mind the Bridge, in Italia ci sono 135 scaleup. Il paese è quindi all’undicesimo posto in Europa. I fondi di venture capital che investono in Italia, però, sono in gran parte – il 45 per cento – stranieri. Segno questo di un’assenza di capitale che si fa più evidente quando si considerano gli investimenti più consistenti. La collaborazione con Eigth Roads Ventures potrebbe aiutare le scaleup italiane ad affacciarsi in maniera credibile sui mercati internazionali. Hebel ha precisato: «Quello che manca in Italia sono dei finanziamenti più consistenti ed è qui che le competenze e l’esperienza di Eight Roads possono supportare l’ecosistema. Vediamo enormi opportunità in Italia, un paese che ha già prodotto leader internazionali come Yoox, Satispay e MoneyFarm. Con il lancio di ERVE III, osserveremo il mercato molto da vicino. L’Italia ha un potenziale enorme, vediamo buone opportunità e terremo d’occhio il paese».

L'ecosistema delle scaleup italiane

© Scaleup Monitor - Mind The Bridge

I successi di Eight Roads Ventures

L’attività di supporto alle aziende di Eight Roads Ventures è cominciata nel 2010 e ha coinvolto già più di 20 realtà imprenditoriali. Il network di investitori di cui dispone è notevole e diffuso in tutto il mondo. Tra gli investimenti di successo portati a casa dalla società quelli in Alibaba, Nuance Communications e Xoom.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter