immagine-preview

Apr 14, 2018

Wonderful Italy: “Così facciamo rete sul turismo esperienziale e rilanciamo territori inespressi”

Far scoprire zone italiane sconosciute alla massa turistica supportando lo sviluppo dell'imprenditoria locale. E' la mission della startup fondata da Oltre Venture. Ce ne parla il ceo Michele Ridolfo

“L’Italia è un Paese bellissimo. Noi italiani non ci facciamo quasi più caso, sottovalutando spesso il valore e la bellezza di ciò che abbiamo intorno. Per i visitatori di altri Paesi invece i nostri territori, la nostra arte, la nostra cultura, destano ancora una grande meraviglia. L’obiettivo che ci siamo posti con Wonderful Italy è quello di fare in modo che questa meraviglia sia indirizzata non solo verso luoghi rinomati, ma soprattutto verso quei territori che, per vari motivi, non sono riusciti a organizzare un sistema di accoglienza al passo con le nuove richieste e le nuove esigenze dei visitatori”. Parola di Michele Ridolfo, CEO della startup nata nel 2017 da un’idea di Oltre Venture.

Michele Ridolfo

La rete del turismo esperienziale

Lo scorso ottobre avevamo parlato di Guest House Sicily, una startup che puntava sul turismo esperienziale in particolare nella zona di Siracusa. Ora Guest House Sicily è uno degli hub locali di Wonderful Italy, che nasce proprio con l’intenzione di fare rete e offrire su larga scala soggiorni in abitazioni selezionate ed esperienze turistiche più “autentiche” a contatto con le comunità locali. Anche la startup di Oltre Venture nasce in Sicilia. “Siamo attualmente attivi nelle province di Palermo e Trapani, dove gestiamo circa 80 abitazioni e 75 esperienze turistiche”, spiega Ridolfo a Startupitalia!.

Gli hub locali di Wonderful Italy

Ma l’intenzione è, appunto, quella di fare rete. “Wonderful Italy crea aziende locali, chiamate hub, che si occupano della gestione delle abitazioni e delle esperienze turistiche in una determinata area territoriale”, spiega Ridolfo. “Gli imprenditori locali sono soci nella costituzione di queste aziende insieme a Wonderful Italy, che ne detiene la maggioranza”. L’intento di creare un “sistema” è stato perseguito da subito, con l’acquisizione e la collaborazione con diverse realtà sparse sul territorio italiano, per il momento in particolare al Sud. “Abbiamo lanciato recentemente l’hub Puglia Centrale che copre Ostuni, Brindisi e la Valle d’Itria e gestisce 20 abitazioni e altrettante esperienze turistiche. L’ultimo hub che abbiamo formato è quello della Sicilia orientale e che interessa le province di Siracusa e Ragusa con 20 abitazioni e 10 esperienze turistiche”. Ma l’intenzione è quella di allargarsi anche al resto d’Italia. “Il nostro obiettivo è quello di creare almeno 15 hub in tutta Italia e attualmente stiamo pianificando il lancio di altri due nuovi hub nel Centro e nel Nord Italia”.

Il concetto di “esperienze”

Per “esperienze” si intende un ampio spettro di attività, citate da Ridolfo: “Dai tour culturali alle visite enogastronomiche, passando per delle escursioni per gli appassionati di outdoor o dell’arte. Selezioniamo i migliori operatori locali che offrono già servizi turistici ai visitatori. Inoltre ricerchiamo artigiani e altri operatori locali con i quali sviluppare nuove esperienze: diamo per esempio la possibilità ai nostri ospiti di vivere un’esperienza da produttore caseario sulle montagne siciliane oppure di capire come ancora vengono costruite le barche da pesca tradizionali in Puglia”.

L’offerta integrata di servizi

Insomma, Wonderful Italy vuole cercare di innovare il turismo fornendo al cliente un’offerta integrata di servizi di accoglienza in grado di farlo sentire un temporary local. “Stiamo sviluppando sistemi di gestione multi-canale per garantire un livello di servizio che segua gli standard internazionali”, dice Ridolfo. “Innovazione per noi è anche la capacità di rendere accessibili esperienze locali, andando oltre la semplice messa online. Innovazione è per noi lavorare con gli operatori locali fornendo loro tutti gli strumenti per operare efficacemente e rendere le loro attività sostenibili economicamente, senza perderne le caratteristiche di autenticità”.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter