immagine-preview

Apr 21, 2018

mylogo.shop: la piattaforma digitale del merchandising per gruppi e associazioni

Una startup nata all'interno delle Officine Creative Marchigiane. Lo store online per la personalizzazione del brand, con loghi e immagini, che alimenta passione e senso di appartenenza

mylogo.shop: la prima piattaforma digitale creata per supportare Associazioni (Sportive, Culturali, Ricreative, No Profit, Club, etc.), gruppi e altre forme aggregative (es. band musicali, eventi, manifestazioni, etc.) dedicata principalmente all’ambito amatoriale e dilettantistico (ma non solo).

 

 

COME FUNZIONA

 

Grazie a mylogo.shop il referente di una associazione, o di altra aggregazione, può creare autonomamente in pochi minuti uno store dedicato per rivendere prodotti di merchandising, personalizzati con i propri loghi e/o immagini. Su ogni vendita del proprio Store, il markup predefinito dall’utente viene accumulato su un borsellino virtuale, che potrà essere liquidato su c/c al raggiungimento di una determinata soglia.

 

My Logo nasce all’interno di uno spazio di co-working pesarese, in un contesto dinamico e particolarmente recettivo alle nuove opportunità offerte dal digitale. I Fondatori sono Fulvio Tosi – imprenditore milanese con esperienza pluridecennale nel mondo del merchandising ed ex giocatore professionista di football americano – e Christian Ricciarini – imprenditore pesarese e CEO di Officine Creative Marchigiane, altra startup innovativa pesarese. L’esperienza e la competenza di Tosi unitamente alle capacità di Ricciarini nel concretizzare idee e progetti innovativi, hanno rappresentato il connubio vincente per la nascita di mylogo.shop

 

Con una fee annuale di soli 139 € + iva qualsiasi gruppo o associazione può aprire il proprio Store ed è possibile ordinare anche un solo pezzo per volta.

 

LA NOVITA’

 

mylogo.shop cambia le tradizionali logiche di gestione del merchandising: tutte le consuete attività tipicamente in capo all’associazione/gruppo (selezione materiale, preventivi, produzione, commercializzazione, magazzino e stoccaggio, amministrazione, tesoreria, etc.) vengono svolte e gestite da My Logo per conto dei vari utenti della piattaforma.

 

I vantaggi per le associazioni sono tanti: nessun anticipo di denaro per l’acquisto e la stampa del materiale, nessun minimo d’ordine, nessuna necessità di gestire un magazzino e relative scorte, garanzia di un markup su ogni vendita stabilito direttamente dal referente dello store.

 

Tutti i milioni di Fan e Sostenitori che coltivano una passione per un brand sono potenzialmente interessati, persone che amano portare con sé nella propria vita quotidiana un oggetto (es. una tazza, mouse pad, orologio, etc.) o un capo di abbigliamento (una felpa, polo, t-shirt, etc.) che gli ricordi il proprio senso di appartenenza.

 

 

“Che cosa hanno in comune Associazioni Sportive, Culturali, Ricreative, Club, Eventi e Manifestazioni, gruppi musicali e tutte le altre forme di aggregazione? A prima vista poco, parliamo di soggetti abbastanza disomogenei tra loro; in realtà hanno in comune il senso di appartenenza, la passione dei propri Fan e Sostenitori e soprattutto la necessità di autofinanziarsi per svolgere la propria attività – spiega Fulvio Giovanni Tosi – Founder My Logo -. Oggi, qualsiasi associazione o gruppo per sopravvivere deve contare sulle proprie e spesso scarse disponibilità economiche, oltre che sui contributi dei propri Fan e Sostenitori. La nostra piattaforma, semplificando radicalmente tutti i processi di gestione del merchandising, consente finalmente a chiunque di gestire il proprio brand per generare ricavi, quindi risorse economiche per il sostegno della propria attività. Per questo motivo, uno dei nostri interlocutori principali saranno le federazioni sportive italiane”.

 

Raffaella Manieri, difensore della nazionale italiana di calcio femminile, conferma le difficoltà legate al merchandising. “Avendo creato la mia Academy di calcio femminile, mi sono spesso imbattuta nelle numerose problematiche connesse alla gestione del merchandising, che tuttavia per molte Associazioni sportive (dilettantistiche ma non solo) rappresenta un’importantissima forma di autofinanziamento. Ho deciso quindi di fornire il mio supporto a My Logo, in qualità di testimonial del progetto, proprio perché rappresenta un’iniziativa dal forte impatto sociale: un caso concreto in cui la tecnologia risponde concretamente ad un bisogno fortemente sentito.”

 

“Siamo davvero orgogliosi di poter presentare un progetto che parla di innovazione ma soprattutto di Passione, un elemento fondamentale che ruota attorno alla vita di tutti noi e che porta con sé sentimenti, emozioni e valori sani, soprattutto in ambito amatoriale. Potremmo citare infiniti esempi di Fan o Sostenitori quali fruitori degli store mylogo.shop, tanto che persino noi oggi facciamo fatica a rappresentare tutte le categorie – spiega Christian Ricciarini, Co-Founder My Logo -. Una mamma che acquista al proprio figlio per fare colazione la tazza della squadra in cui gioca, una ragazza che vuole indossare la felpa della sua band preferita o nella quale canta, un contradaiolo che vuole mostrare la sua appartenenza durante una manifestazione, i soci di un club nautico, i sostenitori di un’associazione no profit, sono solo pochissimi esempi dei potenziali customer di mylogo.shop”.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter