In arrivo Arcade, la startup di Google per il social gaming

Si chiama Arcade ed è il nuovo social game di Google guidato dal 21enne prodigio Michael Sayman. L’arrivo è previsto per questa estate

Stando agli ultimi rumors riportati dal quotidiano statunitense Bloomberg, c’è una nuova startup in casa Google, il suo nome è Google Arcade creata con l’obiettivo di sviluppare giochi mobile per gli amici.

Alla guida del team c’è il 21enne prodigio Michael Sayman (anche co-proprietario del progetto), assunto nell’agosto scorso da Google dopo una brillante esperienza iniziata a soli diciassette anni come stagista in Facebook. A svelare, in anteprima, l’iniziativa è stata la redazione di Bloomberg, facendo riferimento a un primo titolo in arrivo già nel corso dell’estate 2018. Si parla di un trivia game, una sorta di gioco a quiz in cui mettere alla prova le proprie conoscenze.

 

 

Arcade è nato all’interno dell’Area 120, l’incubatore lanciato nel 2016 da Don Harrison e Bradley Horowitz, nel quale dipendenti “scelti” di Google sono messi nelle condizioni di lavorare alla creazione di startup ad alto tasso di innovazione. Con lo scopo di favorire il rinnovamento, sostenendo economicamente (e non solo) la nascita e la crescita dei progetti più meritevoli ed evitando che questi possano essere acquisiti da realtà esterne.

La nuova startup: Arcade

Si tratta di un esperimento alle primissime fasi, di cui lo stesso portavoce ha dichiarato di non avere molte informazioni al momento da condividere. Quello che sappiamo è che i titoli sviluppati da Arcade non saranno legati ai social network esistenti, neppure con Google Plus. Gli utenti dovranno creare un nuovo account utilizzando il proprio numero di cellulare trattandosi di una App per mobile.

L’app in questione dovrebbe contenere degli elementi di un gioco a quiz (trivia game) e farà parte dell’Area 120 di Google, una sezione del colosso della Silicon Valley in cui impiegati selezionati possono lavorare su startup nate all’interno dell’azienda.

Ma come funzioneranno esattamente i giochi realizzati da Arcade?

Google ha rinunciato alla creazione di un social network “puro” dopo il fallimento di Google Plus ma continua a sperimentare in questo specifico ambito. I titoli di Arcade, secondo la fonte, non si legheranno ad alcun social network dato che gli utenti potranno creare un account solo con il proprio numero di telefono. Google considererebbe i progetti di Arcade sotto la categoria degli investimenti in ambito social network perché un gioco che diventa sufficientemente popolare si trasformerebbe in una sorta di social network a sé stante.

 

E’ lo stesso Michael Sayman a confermare l’esistenza del progetto con un Tweet.

 

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter