immagine-preview

Mag 11, 2018

Instagram annuncia un filtro anti-bullismo. La campagna della gentilezza

La piattaforma lancia la sua iniziativa anti-bullismo nel tentativo di liberare il popolare sito di social media dagli haters

Instagram annuncia la sua iniziativa anti-bullismo, aggiungendo un nuovo filtro per tutelare i suoi 800 milioni di utenti dai feroci commenti di cui possono essere oggetto. Il nuovo filtro nasconde i commenti che attaccano l’aspetto fisico o il carattere di una persona. La società dichiara che esaminerà gli account che avranno un gran numero di commenti filtrati: se questi account violano le linee guida della community di Instagram, prenderà seri provvedimenti.
instagram
Instagram utilizza un algoritmo di apprendimento automatico per rilevare i trasgressori, DeepText, che utilizza l’intelligenza artificiale per valutare le parole in base a contesto e significato. Inizialmente, Instagram aveva una squadra di persone che esaminava e valutava i commenti, ordinandoli in diverse categorie: bullismo, razzismo o molestie sessuali. “Ciò su cui ci stiamo concentrando è la creazione di strumenti in modo che le persone possano controllare la loro esperienza su Instagram” spiega Karina Newton, responsabile delle politiche pubbliche della piattaforma.

Instagram e la campagna di gentilezza

La società ha anche intrapreso una campagna di “gentilezza”, ospitando eventi per promuovere l’inclusione e la diversità. “Il nostro obiettivo è quello di renderlo un luogo sicuro per l’espressione di sé e per promuovere la gentilezza all’interno della comunità” ha aggiunto Kevin Systrom, CEO e co-fondatore dell’azienda. “Questo aggiornamento è solo il prossimo passo nella nostra missione per mantenere questa promessa”.
“Per essere chiari, non tolleriamo il bullismo su Instagram” ha scritto inoltre Systrom in un post agli utenti di Instagram. La compagnia espanderà anche le politiche per prevenire il bullismo di giovani figure pubbliche che sono spesso obiettivo di messaggi pieni di odio. “Proteggere i membri più giovani della nostra comunità è fondamentale per aiutarli a sentirsi a proprio agio, per esprimere chi sono e cosa gli interessa” ha aggiunto.

Bullismo online

In uno studio del 2017 condotto da Ditch the Label, un’organizzazione anti-bullismo online, il 71% degli intervistati nel Regno Unito ha affermato che i siti di social media non hanno fatto abbastanza per combattere il bullismo online. Instagram ha avuto particolare rilevanza: il 42% di oltre 10 mila persone di età compresa tra i 12 ei 20 anni ha dichiarato di aver avuto esperienza di cyberbullismo sul social nei precedenti 12 mesi.
A marzo la modella e attrice Amber Rose ha pubblicato su Instagram un video di suo figlio di cinque anni che scarta un regalo della cantante Taylor Swift. Questo ha legittimato i cyberbulli a dire che il bambino fosse gay. Non sono solo i bambini a essere presi di mira. A novembre Drew Barrymore è stata attaccata per il suo peso dopo aver postato una foto per promuovere un nuovo rossetto. “Mi ha fatto male”, ha scritto l’attrice in un post di follow-up, che è stato apprezzato 484.238 volte.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter