Giu 1, 2018

Tensive: 2,7 milioni dal programma Horizon 2020 per la startup della protesi al seno

L'azienda guidata da Federico Martello utilizza un materiale innovativo per ricostruire un seno naturale alle donne malate di cancro

Si chiude una settimana positiva per le aziende italiane. Dopo il round record di Moneyfarm e l’aumento di capitale da 20 milioni di 4ward, oggi Tensive S.r.l., azienda biomedicale pioniera nello sviluppo di protesi innovative per la ricostruzione e l’aumento del seno, ha annunciato di aver ricevuto l’assegnazione del grant Horizon 2020 Ricerca e Innovazione – SME Instrument promosso dall’ Unione Europea, per un budget totale di 2,69 milioni di euro.

“Siamo molto orgogliosi di questo successo, che ci consentirà di proseguire con il processo di validazione della nostra innovazione e condurre gli studi clinici”, dichiara Federico Martello, CEO di Tensive.

Di che cosa si occupa Tensive: il progetto REGENERA

Tensive è stata fondata nel 2012 a Milano da un team multidisciplinare di scienziati e manager, uniti dalla missione di restituire un seno naturale alle pazienti oncologiche.

Grazie alla scoperta di un biomateriale innovativo e ad una tecnologia rivoluzionaria di microfabbricazione, il team di Tensive ha sviluppato il progetto REGENERA. Il progetto ambisce a creare una protesi impiantabile con l’obiettivo di promuovere la rigenerazione del tessuto molle e a mantenere la forma del seno dopo l’impianto. La protesi è progettata per degradarsi gradualmente ed essere rimpiazzata dal tessuto molle del paziente, restituendo un aspetto e un feeling naturale del seno ricostruito. Tensive sta completando la validazione preclinica del prodotto. Le protesi non sono ancora state testate nell’uomo.

Leggi anche: Quali sono (e cosa fanno) le 15 migliori startup italiane del biotech

Tensive ha raccolto circa tre milioni da finanziatori privati, banche, fondi di venture capital e grant di ricerca (inclusa la fase 1 del grant H2020) che hanno consentito all’azienda di sviluppare il prodotto, strutturare il processo industriale e condurre i test per la validazione preclinica.

“La perdita del seno può causare un forte impatto psicologico sulla paziente oncologica già sopraffatta dalla diagnosi della malattia e la lunga e debilitante terapia. La missione di Tensive è quella di migliorare la qualità della vita di queste pazienti, offrendo un’opzione ricostruttiva più sicura ed un risultato estetico più naturale”, dichiara Valentina Morigi, CFO di Tensive.

“L’assegnazione del grant H2020 SME Instrument da parte dell’Unione Europea, rappresenta una importante conferma della vision aziendale di Tensive. Ci aspettiamo che questo successo ci consenta di attrarre sia fondi privati che di venture capital, accelerando il trasferimento della nostra innovazione al mercato”, afferma Alessandro Tocchio, Chief Strategy Officer di Tensive.

“Grazie al supporto dell’Unione Europea, siamo un passo più vicini al raggiungimento della nostra missione di portare il nostro rivoluzionario prodotto alle pazienti”, afferma Federico Martello, CEO of Tensive.

Leggi anche: Tutti i finalisti del Premio Marzotto 2014 (dove ha trionfato Tensive)

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter