immagine-preview

Giu 9, 2018

Le startup che ci aiutano a vivere al meglio la città (anche in estate)

Idee e progetti innovativi per godersi al meglio la città, non solo durante il weekend, e dimenticare così lo stress cittadino

L’estate si avvicina ma, per il momento, le occasioni di fuga dall’ufficio sono limitate ai fine settimana. E mentre la nostra mente è già proiettata verso le tanto sospirate vacanze, la tecnologia ci aiuta a godere di un anticipo di estate anche in città.

Infatti, che si tratti di trascorrere qualche ora di relax o organizzare avventurose esperienze outdoor, una gita all’aria aperta (magari condividendo gli spazi verdi cittadini) piuttosto che una visita a musei e attrazioni, c’è sempre una soluzione smart per organizzare al meglio il nostro tempo libero.

Ecco una breve lista di startup con le loro innovative soluzioni che ci aiuteranno a vivere a pieno queste giornate di primavera. E anche se avete già deciso di passare l’estate in città, troverete diverse soluzioni smart per viverla a pieno, tra percorsi culturali ed esperienze a contatto con la natura.

Vediamo quali.

 

Pitchup. Se il vostro desiderio è partire e staccare la spina, anche solo per un weekend, e vivere a contatto con la natura, una delle esperienze migliori è sicuramente il campeggio. Pitchup.com nasce in Inghilterra nel 2009. Oggi è un’affermata piattaforma di instant booking per i campeggi dove è possibile ricercare la struttura preferita e la posizione geografica, controllando immagini, recensioni, prezzo e disponibilità.

Yescapa. È l’Airbnb dei camper. Yescapa infatti, mette in contatto i proprietari di camper e i viaggiatori desiderosi di partire per un viaggio on the road. Per i proprietari, la possibilità di risparmiare condividendo il viaggio con altri utenti e per i viaggiatori un’esperienza di viaggio alternativa e personalizzata. E visto che questo è anche il periodo dei matrimoni, Yescapa mette a disposizione anche un’ampia gamma di veicoli ideali per l’addio al nubilato.

Garden sharing. Ecco una soluzione alternativa ai classici campeggi. Sulla stessa lunghezza d’onda di AffittoGiardino (di cui abbiamo parlato qui), Garden Sharing porta avanti l’idea dei giardini condivisi, dando la possibilità agli utenti di mettere a disposizione i propri spazi verdi a camperisti o giovani in tenda. I proprietari, detti “Gardensherer”, affittano lo spazio ma offrono anche alcuni servizi, in modo che ognuno possa scegliere la meta ideale in base alle proprie esigenze.

Toonado. Restando all’aria aperta, Toonado invece mette in contatto gli appassionati di sport, facendoli incontrare per partecipare a vari eventi e manifestazioni. Per chi cerca attività da fare, dal Pilates al Trekking, basta iscriversi a un evento Toonado e si viene subito inseriti nel gruppo WhatsApp e Facebook che riunisce tutti gli interessati, per creare una vera e propria community.

DayBreakHotels. Per chi resta in città e non è interessato a fare sport ma solo a rilassarsi, magari tra benessere e lusso, DayBreakHotels ha pensato a un servizio dedicato sia ai turisti che a chi lavora e cerca un momento di pausa. La startup infatti, rende accessibili a tutti camere e servizi di hotel di lusso in day use, cioè in fasce orarie comprese fra le 9 del mattino e la mezzanotte, con uno sconto anche del 70%. Un servizio particolarmente apprezzato dagli utenti: DayBreakHotels è infatti presente già in oltre 12 paesi nel mondo e ha contribuito a far crescere i profitti delle strutture alberghiere di circa il 10%.

Hibye. È un open network geolocalizzato che ci aiuta a trovare qualcuno con cui condividere una corsa al parco o un taxi, con cui vedere un film al cinema o parlare di una serie tv. L’app di Hibye infatti, ci mostra le persone che sono fisicamente vicine noi in ogni momento, permettendoci di entrare in contatto con chi condivide i nostri stessi interessi.

Dove Conviene. E se il weekend, mentre tutti si rilassano al mare o al parco, fosse soltanto il momento migliore per fare shopping? Per chi la pensa così, questa app ci permette di vedere i volantini con le offerte presenti nelle vicinanze, in base alla nostra posizione. DoveConviene, inoltre, fornisce tutte le informazioni utili sui punti vendita e invia notifiche ogni volta che viene pubblicato un volantino, per valutare le nuove promozioni.

Movidup. Se siete invece degli aspiranti viveur, l’app di Italiaonline offre oltre 4mila eventi a settimana, 22mila locali tra ristoranti, pub, discoteche, e wine bar corredati da foto e commenti. Oltre alla programmazione giornaliera dei film in 5mila sale cinematografiche.

uFirst. Quando la città si svuota, diventa più semplice (e anche gradevole) visitare musei e monumenti di solito estremamente affollati. Ma, per risolvere il problema alla radice, si può utilizzare l’app uFirst. Il motto di questa startup è, non a caso, “Save time, enjoy life”. Una volta registrati avremo l’accesso garantito, chiamato “Door”, per saltare la fila in musei e luoghi d’arte, ma anche aeroporti, locali, ristoranti, club ed eventi.

Wher. È l’app che permette alle donne di vivere la città in totale sicurezza. Con Wher si possono scambiare informazioni e consigli sui percorsi migliori da fare per rientrare a piedi la sera, le strade più illuminate o affollate, gli orari migliori e gli alberghi da prenotare quando si viaggia da sole in città che non si conoscono.

Temporary Nap BarSe la vostra idea di tempo libero invece è 100% relax, la buona notizia è che continuano a diffondersi nelle grandi città del mondo i Temporary Nap Bar. Sono luoghi dove riposarsi su amache, poltrone o veri e propri letti all’interno di camere ricche di ogni comfort. Il primo Nap Bar italiano è stato aperto a Nichelino, in provincia di Torino, dal brand italiano PerDormire. Ma visto che il pisolino pomeridiano piace un po’ a tutti, ci aspettiamo di vederne nascere altri a breve.

@antcar83

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter