immagine-preview

Giu 20, 2018

Round da 4 milioni per Click&Boat, la piattaforma che affitta barche

L'investimento è stato condotto dai finanziatori storici dopo gli ottimi risultati raggiunti (200 mila utenti registrati e più di 40 milioni di euro incassati). E ora si punta all'espansione in Sud America e Medio Oriente

Click&Boat traccia la rotta per l’espansione globale. La startup per il noleggio di imbarcazioni online ha, infatti, raccolto un nuovo finanziamento di 4 milioni di euro, condotto dai suoi investors storici (tra cui numerosi business angels e OLMA Private Equity Fund).

La sharing economy si fa anche in mare

Un successo abbastanza prevedibile, soprattutto guardando i numeri raccolti in questi anni da Click&Boat. Oltre 200 mila utenti registrati, più di 40 milioni di euro incassati dai proprietari di barca e ritmi di crescita a tre cifre. Dal lancio ad oggi la piattaforma ha registrato 60 mila noleggi, con imbarcazioni di ogni tipo, sia di privati che di professionisti.

 

Come per altre startup della sharing economy, l’idea alla base del progetto è molto semplice. Da un lato, un imbarcazione è spesso troppo costosa da mantenere e passa la maggior parte dell’anno inutilizzata in porto, dall’altro, noleggiare una barca è molto complicato e costoso.

La piattaforma, fondata 4 anni fa da Edouard Gorioux and Jeremy Bismuth, mette in contatto i proprietari con chi vuole noleggiare una barca, riducendo i costi rispetto a uno yacht charter fino al 35%. Non è necessaria alcuna esperienza, dato che molte imbarcazioni sono noleggiabili con lo skipper, che spesso è anche il proprietario.

Obiettivi per il futuro

Con il finanziamento da 4 milioni, Click&Boat punta nei prossimi 12 mesi a rinforzare la sua posizione sui mercati dei vari Paesi. Un’espansione che vedrà l’Italia protagonista, dal momento che la nostra penisola rappresenta il secondo mercato più importante per la realtà. “Il nuovo finanziamento ci permetterà di consolidare la nostra posizione e di investire in nuovi talenti italiani che vorremmo portare a bordo del nostro progetto”, spiega Edouard Gorioux.

La Liguria rappresenta uno dei luoghi in Italia dove Click&Boat ha un alto numero di utenti

Il passo successivo sarà quello di espandere il business in nuovi mercati, come la Russia, il Medio Oriente e il Sud America, e rafforzare la presenza in quei Paesi dove la piattaforma già opera attraverso acquisizioni in mercati strategici. “A soli 2 anni dal nostro sbarco negli Stati Uniti, i clienti statunitensi rappresentato il 10% del nostro fatturato. Si tratta di un dato molto incoraggiante e la conferma che Click&Boat ha tutto il necessario per avere successo ben oltre i confini francesi”, aggiunge Jeremy Bismuth.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter