immagine-preview

Lug 24, 2018

Tra arte e tecnologia, abbiamo visitato in anteprima l’Apple Store di Milano

L'apertura al pubblico è prevista per il prossimo giovedì 26 luglio. L'edificio mescola insieme elementi distanti in un nuovo concept: non più semplice punto vendita, ma luogo di condivisione ed esperienze

-2 giorni al grande evento che tutta Milano sta aspettando. Il prossimo giovedì 26 luglio, infatti, aprirà in piazza Liberty il nuovissimo Apple Store con il meglio della tecnologia “made in Cupertino”. La big company della Mela ha però colto l’occasione per aprire le sue porte ai membri della stampa e mostrare in anteprima le novità, nella forma e anche nella sostanza, studiate appositamente per questo flagship store italiano.

Un nuovo Apple Store

Una struttura esterna moderna ed elegante. E non poteva essere da meno contando che a firmare il progetto è stato l’archistar Norman Foster, tra le cui opere spicca il famoso “The Gherkin” di Londra.

 

L’esterno mescola insieme gli elementi dell’acqua e della pietra culminando nella fontana-scalinata che s’inspira agli anfiteatri del passato. L’interno, invece, è una festa di colori animata non solo dagli ultimi device Apple, ma anche dall’atmosfera di partecipazione che si riesce a percepire.

Proprio questa è la grande novità che esprimono i nuovi Apple Store: non più semplici punti vendita, ma veri luoghi di aggregazione dove i clienti possono vivere sempre nuove esperienze. Come i “Today at Apple”, i programmi gratuiti su temi che vanno dallo scattare fotografie da copertina alle sessioni di editing video/musicale, programmazione, design, coding, arte, ecc.

 

Innovazione e non solo. Gli Apple Store aperti di recente a Bruxelles, Chicago e Jinan, in Cina, si sono rivelati essere anche un potente volano per l’economia delle città che li ospitano. Lo stesso potrebbe succedere a Milano dove hanno trovato lavoro già 230 dipendenti.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter