immagine-preview

Lug 27, 2018

Round da 3 milioni per Aileens Pharma, startup che cura le malattie della pelle

Gli investitori sono guidati dal fondo specializzato nel bio-tech Panakes Partners e da Invitalia Ventures

Aileens Pharma, startup italiana nata nel 2018 per sviluppare trattamenti in grado di curare malattie dermatologiche, ha chiuso un round serie A da 3 milioni di euro. L’operazione è stata sottoscritta da diversi investitori, guidati dal fondo di investimenti specializzato nel bio-tech Panakes Partners e da Invitalia Ventures. Grazie a questo finanziamento, la società guidata da Sonia Longo Sormani punta ora a completare le formulazioni, confermare il loro meccanismo d’azione, e passare quindi alla fase dello sviluppo clinico dei prodotti, per ottenere il riconoscimento del marchio CE e il lancio commerciale nei mercati europei.

Nell’ambito del finanziamento, Barbara Castellano di Panakes, Svetlana Vashkel di Invitalia e l’esperto di industria dermatologica Maurizio Comini sono entrati a far parte del consiglio di amministrazione di Aileens Pharma.

I numeri del fenomeno

“Secondo le stime più recenti, la dermatite atopica colpisce oltre 330 milioni di pazienti, di cui oltre l’80% soffre di forme da lievi a moderate, in particolare i bambini sotto i 10 anni” spiega Barbara Castellano. Il mercato collegato ai tentativi di cura di questa patologia, di cui non sempre sono note le cause, “vale circa 4 miliardi di dollari, con previsioni di crescita che superano i 5,5 miliardi di dollari per i prossimi cinque anni”, aggiunge Sonia Longo Sormani.

 

L’obiettivo di Aileens Pharma è quello di inserirsi in questo mercato proponendo un prodotto diverso da quelli attualmente in commercio, un trattamento non farmacologico (classificato come “dispositivo medico”) per curare tre delle patologie dermatologiche più diffuse: dermatite atopica, dermatite seborroica e psoriasi.

Un ingrediente brevettato

Il trattamento sarà basato su “un ingrediente funzionale brevettato” che dovrebbe favorire la stabilità dell’equilibrio della pelle, migliorandone così la funzione protettiva e trattando i sintomi legati alla malattia.

La fondatrice e CEO Sonia Longo Sormani ha alle spalle una lunga esperienza nel settore dermatologico, avendo lavorato prima in Sinclair Pharmaceuticals e poi creando una sua società, Claride Pharma. Aileens Pharma si avvale della collaborazione del laboratorio di microbiologia clinica guidato dal professor Roberto Di Marco dell’Università del Molise.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter