bandi

L’acceleratore di Città della Scienza lancia una call per 10 startup. QUI per partecipare

Aperta la selezione per il programma di accelerazione del nuovo Campania NewSteel Startup Accelerator. Per candidarsi c’è tempo fino al 26 agosto

L’incubatore certificato Campania NewSteel Startup Accelerator e il bando di selezione che permetterà a 10 startup di accedere al programma di accelerazione. Queste le iniziative presentate il 29 luglio a Città della Scienza a Napoli, proprio dove si terrà il programma di accelerazione (fra settembre e ottobre 2016). Presenti all’appuntamento Vincenzo Lipardi (Consigliere Delegato di Città della Scienza), Valeria Fascione (Assessore all’Internazionalizzazione, Startup, Innovazione della Regione Campania), Gaetano Manfredi (Rettore dell’Università degli Studi di Napoli Federico II), Umberto Minopoli (Presidente Consiglio di Amministrazione Sviluppo Campania), Giovanni De Caro (coordinatore scientifico di Campania NewSteel Startup Accelerator). Il bando di selezione, disponibile QUI, resterà aperto fino al 26 agosto. Qualora non fosse raggiunto il numero di dieci progetti selezionati, il bando resterà aperto in modalità a sportello, fino al 30 settembre.

città della scienza

Nuove idee per il territorio

Campania NewSteel Startup Accelerator ha l’obiettivo di individuare e selezionare sul territorio idee di business, e realizzare un programma di accompagnamento dei team di imprenditori o aspiranti imprenditori nelle varie fasi di sviluppo e di lancio dell’idea imprenditoriale. L’iniziativa, che fa perno sull’esperienza di Città della Scienza sui temi di creazione e sviluppo di impresa si propone di fornire a startup, spinoff o idee di impresa un concentrato di strumenti, metodi e opportunità, con l’obiettivo di consolidare le idee di business e trasformarle in progetti imprenditoriali di successo. I settori di interesse individuati dal programma sono: Manufacturing 4.0, Creative Industries, Bio Economy, Smart Cities and Green Economy, ICT di nuova generazione, Blue Growth.

I progetti selezionati beneficeranno di servizi di: training imprenditoriale, tutoring personalizzato, coaching da parte di imprese ed esperti, supporto alla prototipazione attraverso il D.RE.A.M. (Design & Research in Advanced Manufaturing, il nuovo FabLab di Città della Scienza), supporto al trasferimento tecnologico e alla tutela della proprietà intellettuale, supporto all’internazionalizzazione.

Il programma di accelerazione, cofinanziato dalla Regione Campania nell’ambito del programma “Azioni di marketing territoriale” PAC III DGR 497/2013, è realizzato in partnership con l’Università degli Studi di Napoli Federico II, eHealthNet (Laboratorio pubblico-privato delle ICT applicate alla salute), IMAST (Distretto tecnologico sull’ingegneria dei materiali, polimerici e compositi e strutture), MAREA (Laboratorio pubblico-privato operante nel settore dei Materiali avanzati, delle Biotecnologie e dell’Agroindustria, Consorzio Area Tech Coroglio), Unicredit, ST Microelectronics.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Il food italiano parte alla conquista della Cina con la startup Ventuno

Le sorelle Di Franco hanno inventato un modo per presentare l’italian food all’estero: eleganti box a tema regionale con prodotti locali. E ora la piattaforma sarà una delle dieci finaliste dell’Italian Scaleup Initiative in China

Imparare a guidare con la realtà virtuale e aumentata. Il progetto di Guida e Vai

Salvatore Ambrosino, cofondatore e direttore commerciale di Guida e Vai, ha ideato un nuovo sistema di insegnamento per preparare all’esame di teoria le nuove generazioni. I ragazzi potranno simulare con smartphone e visore le situazioni che potrebbero incontrare su strada

Hephaestus Venture, il fondo che porta le startup italiane in Brasile

Il fondo ha la missione di supportare le startup nei processi di internazionalizzazione verso il Brasile, un mercato emergente e in forte crescita, se si pensa che il 57.4% dei finanziamenti in America Latina si concentra in questo Paese.

Cyber-Diplomacy | Che cos’è e qual è il ruolo dell’Italia (nel G7)

Le relazioni internazionali sono chiamate ad avere un ruolo specializzato al Cyber Spazio e devono agire al suo interno per supportare il complesso di accordi e regole di carattere internazionale oggi ancora incompleto in proposito